Crea sito

Spellbook 4×06 Creatures Of The Night

MESSAGGIO IMPORTANTE: SE VOLETE CHE LA STORIA CONTINUI, COMMENTATE NEL BLOG, SCRIVETE COSA NE PENSATE, I VOSTRI PERSONAGGI PREFERITI, E LE VOSTRE IMPRESSIONI. MI RACCOMANDO, è IMPORTANTE CHE VOI LO FACCIATE, GRAZIE, E BUONA LETTURA:

Vorrei ricordare che SPELLBOOK non è esattamente un racconto, o un romanzo, è una storia che ha lo stile di una sceneggiatura. Viene lasciato molto all’immaginazione del lettore, ed i passi sono più brevi. E tutto ciò è fatto APPOSITAMENTE.

Per godere appieno l’episodio vi consiglio di aprire i link delle canzoni ogni volta che ne trovate una. Sono evidenziati.

PREVIOUSLY ON SPELLBOOK

PER LEGGERE I PRECEDENTI EPISODI CLICCATE QUI

4×06 Creatures Of The Night

“Rose, ROSE!”
La voce di Evan è un suono che la riporta alla realtà. Rose non sa ben dir quanto sia stata lì, su quel pavimento color verdognolo che puzza di vecchio. Aprendo gli occhi le cose non migliorano di molto, è semi-buio, le uniche cose che la strega riesce a vedere con chiarezza sono delle scrivanie, dei libri in disordine su uno scaffale pieno di fogli e mappe. O almeno sembrano mappe.
Rose: cosa è successo?
Confusa, cerca di fare chiarezza su quello che è successo.
Evan: ci siamo svegliati qui ore fa.

Rose lo guarda, confusa
Rose: ci siamo?
In lontananza, dietro ad una scrivania, si nasconde qualcuno.
Rose: chi è?!

Evan: non lo so. Ci stavo parlando e… ci hanno catturati. Non vuole farsi vedere.
Rose: hey…
Rose si fa avanti, cercando di raggiungere il ragazzo; gattonando verso la scrivania dietro la quale si nasconde.
Andy: no no, ferma. Non puoi guardarmi.
Rose: lascia che ti aiuti.
Andy: sto bene. Sto bene ma… per favore, non devi guardarmi!
Rose: chi è?
Rose si rivolge ad Evan, di nuovo.
Evan: un ragazzo. Avrà la nostra età.
Rose: dobbiamo uscire da qui.
Evan: ci abbiamo provato. Le porte sono tutte chiuse.
Rose: tu hai una forza sovraumana, Evan. E io ho la magia.
Rose cerca la porta più vicina, è a pochi passi dalla scrivania. Con un gesto della mano, si concentra per aprirla con la magia. MA NON SUCCEDE NULLA. Pensando che sia solo un caso… ci riprova. Di nuovo, l’effetto è deludente.
Andy: è inutile, non funziona qui.
Rose guarda di nuovo il ragazzo, che continua a coprirsi la faccia, tremolante.
Rose: cosa vuoi dire?
Andy: c’è un blocco. Chiunque sia proprietario di questa struttura… sa come gestire gli esseri sovrannaturali.
Rose: Hunter.
Evan la guarda, perplesso
Evan: Hunter? Il professore?
Rose: sì, da quello che ho capito prima che mi stordisse è una specie di cacciatore o cose del genere.
Evan: wow, nome originale.
Rose: se i miei poteri sono bloccati qui… non abbiamo possibilità di difenderci.
Evan: la mia forza è quasi nulla. Mi sento uno straccio.
Andy: sa come gestire QUALUNQUE creatura sovrannaturale allora.
Rose, alzandosi, si rivolge di nuovo a lui.
Rose: e tu? Che tipo di creatura sovrannaturale sei?
Andy non risponde. Si limita a continuare a coprirsi la faccia, come un pulcino spaventato. Rose non ha tempo per tutto questo, non ha tempo per questi giochetti. Stufa, avanza verso di lui prendendogli le mani con forza, cercando di toglierle dal suo viso.
Andy: FERMA, stai FERMA!

Andy

Andy, che è chiaramente più forte fisicamente, riesce a resistere per qualche secondo. Ma Rose non molla, non lo farà. Ed Andy non toccherebbe mai una ragazza. Specialmente lei. Finalmente il ragazzo toglie le mani dal viso. I due si guardano. Rose vede i suoi occhi: azzurri. Sembra quasi che riesca a riconoscere qualcuno in lui. Ma non sa dire chi. Non sembra una persona completamente sconosciuta. Ha qualcosa di qualcuno che conosce ma non riesce a collegare i punti.

BAKERSVILLE, CASTELLO HUGHES

La torre più alta del castello Hughes permette a Benjamin di avere una chiara vista su tutta Bakersville, è una splendida cittadina di costa. Ha qualche ricordo di quando era bambino, Alec portava lui e Tatia a trascorrere alcuni week-end in quel posto. Ben ha anche visto Christopher, Andrew e Liam qualche volta, era solo troppo piccolo e forse troppo distratto per capire cosa stesse succedendo veramente. Christopher si fa avanti lungo il corridoio che dà sul finestrone, nella penombra Benjamin giura quasi di poter vedere Alec.

Benjamin: somigli a mio padre…
Benjamin tentenna, ancora ha difficoltà nel dirlo.
Benjamin: a nostro padre.

Christopher

Christopher: è una cosa brutta?
Benjamin: spero che si limiti all’aspetto.
Christopher: non so niente di lui.
Eppure è così, Christopher sembra Alec da giovane. È incredibilmente somigliante al demone.
Christopher: siamo liberi di parlare, non c’è nessuno nel castello.
Benjamin: chi dovrebbe esserci?
Christopher fa un grosso sospiro, non sembra un tipo che potrebbe essere nervoso, ma chiaramente lo è in questo momento.
Christopher: mio padre, Gerard. Mio fratello Liam e… l’altro mio fratello, Andrew.
Benjamin: quando l’hai scoperto?
Christopher: lo scorso Aprile. Avevo dei sospetti e ho passato mesi a fare delle ricerche. Sono venuto alla cerimonia del tuo diploma, semplicemente per guardarti negli occhi. Ho cercato anche Tatia.
Benjamin: e… come ti sono venuti i sospetti? Voglio dire…
Christopher: ho visto una foto di Alec nel diario di mio padre. C’erano degli strani appunti. E… lui era uguale a me.
Benjamin: quindi questo è tutto ciò che sai.
Christopher: questo è tutto ciò che so.
Benjamin guarda di nuovo il panorama, cercando di capire se sia il caso di entrare nelle questioni magiche. LUI DEVE AVERE DEI POTERI, è nel suo sangue, è nel suo DNA.
Christopher: come mi hai trovato?
Benjamin: soldi. Sospetti.
Benjamin non può di certo dirgli – per ora – che è stato uno stregone millenario di nome Arbor ad aiutarlo.
Benjamin: non riesco a capire.
Christopher: beh, siamo in due.
Benjamin: no, voglio dire… perché mio padre ti avrebbe abbandonato?
Christopher: l’hai appena descritto come una persona orribile. Senza offesa. E poi, è anche scomparso. Quindi immagino che non potremo mai chiederglielo a questo punto.
Benjamin: Alec era…
Benjamin ha delle difficoltà anche solo nel descriverlo.
Benjamin: una persona orribile.
Christopher e Benjamin si guardano; i loro occhi: nel colore, nella forma, sono molto simili. I due – per la prima volta – riescono a vedersi come possibili fratelli.
Christopher: ecco spiegato il tutto, allora.

 

CASTELLO DELUC, 19:34

“Tutto questo è… stupido!”
Matthew, nervoso, continua a fare avanti e indietro lungo il grosso salone del castello DeLuc, Tatia e Luke sono seduti sul divano, Bright è seduto su una poltrona, mentre Leda è in piedi accanto al caminetto.
Tatia: scusate, ma io ero contraria a questa reunion! Chiaramente Rose è andata ad ammazzarsi perché Ben l’ha lasciata.

12308455_10208229113029474_317356475502479291_n

Matthew: come se la sua vita ruotasse attorno a Ben!
Tatia: PRONTO?! Dove hai vissuto negli ultimi due anni?!
Luke: è stata rapita.
Luke lo dice e basta, capisce che è l’unica soluzione possibile all’enigma. Si alza, prendendosi un bicchiere di sangue. Tatia è alquanto infastidita nel notare che il vampiro è preoccupato.
Bright: da chi?
Leda: c’è una lista infinitamente lunga. Tiberius?!
Matthew: no, ho controllato. E poi… ho un ostaggio!
Leda: appunto, anche lui si sarà preso un ostaggio!
Matthew: Leda, non è Tiberius, possiamo andare avanti nella lista degli psicopatici di Twinswood?!
Luke: dobbiamo fare un incantesimo.
Matthew: posso parlarti un secondo?
Luke lo guarda, curioso. I due si allontanano insieme verso il portone principale.
Bright e Tatia si guardano
Bright: non sembri nervosa riguardo il rapimento di Rose.
Tatia: senti, lascia che ti spieghi come funzionano le cose qui. Una settimana viene rapita Rose, una settimana vieni rapito tu. Poi ogni tanto abbiamo due settimane di riposo durante le quali i cattivoni preparano il loro piano e poi ricomincia il giro. Bright, poi Rose, poi Bright. Oh, Rose è stata rapita. Deve essere Giovedì!

Luke, curioso, segue Matthew fino all’entrata del Castello DeLuc.
Matthew: se vogliamo avere la migliore possibilità di salvare Rose dobbiamo chiamare Ben, anche se… non ci piace. E ha i capelli impomatati.
Luke: e gli occhi che non si capisce davvero di che colore siano.
Matthew: già, e quel sorrisetto da sbruffone tipo “solo io posso avere Rose perché ho il pisello magico gne gne gne”
Luke: e poi ce l’ha una cinta? Voglio dire, non si devono per forza vedere le mutande, cafone!
Matthew e Luke si guardano
Matthew: ti senti meglio?
Luke: decisamente.
Luke lo guarda, vuole indagare.
Luke: sei così preoccupato.
Matthew: tu non lo sei? Dovevamo vederci per pranzo e studiare dei piani per recuperare l’ultima pagina. Rose non salterebbe mai un “dovere di magia,” sai cosa voglio dire.
Luke: non intendevo questo.
Matthew: e cosa intendevi?
Luke: che succede tra te e Rose?
Matthew: che vuoi dire?
Luke: tu corri da lei. Lei corre da te. Mangiate insieme. Studiate piani insieme.
Matthew: beh, anche tu sei stato compagno di avventure con lei.
Luke: non mi ha mai cercato né voluto come cerca te. E non ti chiami neanche Ben.
Matthew: lei non prova niente per me. Non in quel modo.
Luke: non ne sono più molto sicuro.
Matthew abbassa il capo. È troppo per lui pensare che Rose possa – anche in minima parte – ricambiarlo.
Luke: voglio darti un consiglio. Da amico.
Matthew: Luke, so benissimo come funziona, ok?! Non credere che il fatto che lei e Ben si siano lasciati mi abbia dato un minimo di speranza.
Luke cerca di capire se le parole di Matthew siano sincere. TIENE A LUI, più di quanto riesca ad ammettere (Luke non va forte con i sentimenti), non vuole vederlo nel baratro.
“Ben non risponde al cellulare”

Tatia, infastidita, raggiunge i due.
Matthew: riprova.
Tatia: ho provato cinque volte.
Luke: forse è stato rapito anche lui.
Tatia: no, ho installato TrovaIlTuoIPhone e circa un’oretta fa era da Starbucks nei pressi di Bakersville.
Luke: oh.
Tatia: mi chiedo solo cosa ci faccia lì.
Matthew: un messaggio.
Tatia: non è online.
Matthew guarda i due
Matthew: ho un’idea.
Leda si fa avanti
Leda: anche io ho un’idea.
Luke e Matthew la guardano, curiosi.
Luke: cosa?
Leda: Lucas.
Leda non direbbe nulla ora riguardo la foto che ha trovato, vuole parlarne direttamente a Rose.
Luke: non è una buonissima idea.
Leda: può aiutare.
Matthew: come? È un vampiro.
Leda: un vampiro speciale.
Matthew: beh, mentre tu hai a che fare con il vampiro speciale. Io andrò da vere streghe.
Luke: vengo con te.
Tatia: Luke…
Tatia ferma Luke, ponendo una mano sul suo petto.
Tatia: non le devi più niente.
Luke: come si sentirebbe tuo fratello se sapesse che Rose era in pericolo, lui non c’era e noi non abbiamo fatto niente?
Tatia vuole essere superiore, deve esserlo.

TWINSWOOD COMMUNITY COLLEGE

La lezione di psicologia è stata più interessante del solito, Emma ama capire i comportamenti umani, cercare di dargli una spiegazione e allo stesso tempo immergersi nella loro confusione. Uscendo dall’aula, si imbatte in un nervoso Jack, appoggiato al muretto delle INFO.

Jack: se per caso, e non sto dicendo che andrà così, io decidessi di sentire quello che hai da dire…
Emma, estasiata, lo guarda.
Emma: sono qui. Quando vuoi.
Jack: anche se ho…
Emma: sono qui.

Emma sa che non dovrebbe essere così, Jack si è spinto troppo oltre. Ha ucciso. C’è qualcosa che lo logora da dentro. Ma vedere uno spiraglio di redenzione le dà tutta la forza del mondo per aiutarlo.
Jack: ti ascolto.
Emma: non devi farlo. Tutto quello che stai facendo, tutto quello che ti spinge ad agire in questo modo. Non è come credi.
Jack: mia madre mi ha ripudiato. Mio fratello pensava che fossi un mostro. Tu mi hai lasciato. Non è colpa mia se sono nato con dell’oscurità. Fa parte di me, della mia famiglia, di mio padre.
Emma: lo so. E mi dispiace di non averlo capito prima, di non averti aiutato prima.
Jack sposta lo sguardo, odia farsi vedere “colpito”.
Emma: ho bisogno che ti fidi di me.
Jack: che cos’è questo?!
Gli occhi di Jack sono lucidi, è chiaro che qualcosa si sta smuovendo.
Emma: questo cosa?
Jack: non mi sento bene. Non…
Emma: hai rimorsi.
Jack: no.
Emma: sì.
Emma è felice, emozionata, riesce finalmente a percepire di nuovo dell’umanità nel ragazzo.
Jack: devo andare.
Jack si allontana, turbato. Emma non crede sia il caso di seguirlo, crede – tuttavia – di aver scavato un po’ nel muro che si era costruito.

RIPOSTIGLIO

Andy, ancora infastidito per il gesto di Rose, è ormai uscito allo scoperto e si è posto in piedi accanto ad Evan.
Il vampiro non riesce davvero a vedere il ragazzo come una minaccia, lo sente a pelle.
Rose: perché non volevi che ti vedessi?
Andy: nessuna ragione.
Rose: c’è sempre una ragione.
Evan: Rose…
Rose: voglio sapere se è dalla nostra o se è dalla parte di quello psicopatico.
Andy: non lo conosco neanche. Non so chi sia.
Rose: ma conosci me. È chiaro da come mi guardi. Come fai a conoscermi?
Andy: è una tua supposizione. Io non ti conosco.
Rose: se Hunter ti ha catturato, devi avere qualche potere. Devi essere speciale.
Andy: forse mi ha preso solo perché voleva Evan.
Rose: smettila di prendermi in giro.
Rose, scaldandosi, vuole sapere la verità.
Evan: dovresti dirci chi sei.
Andy guarda Evan, il ragazzo sembra quasi avere la capacità di calmarlo.
Andy: sono un mago.
Rose: da dove vieni?
Andy: lontano.
Evan: Bakersville?
Andy lo guarda, quasi sconvolto da quella supposizione. Quasi come se fosse una bestemmia. Un qualcosa di indicibile.
Andy: no.
Rose ha un dono, non sa dire se sia magia o altro. Riesce a capire quando si può fidare di una persona. È una specie di “questione di pelle,” come si fidò di Bright senza neanche parlargli, si fida stranamente di questo ragazzo e ODIA tutto questo, perché razionalmente non dovrebbe. Ecco il motivo di tutte le domande.
Rose: allora da dove?
I tre vengono distratti dal rumore della grossa porta accanto alla scrivania, si apre da sola.
Rose: oh mio Dio.
Evan: Rose.
Rose avanza velocemente verso la porta, uscendo.
Rose: venite.
Prima che i due possano avanzare, la porta si chiude di nuovo lasciandoli indietro. La strega torna indietro, cercando di aprirla con tutta la forza che ha, è inutile. Poi guarda in avanti. Un lungo corridoio, un tappeto rosso molto lungo che si estende fino alla fine della sala. La luce si accende, finalmente. Rose, sconvolta, guarda lo spettacolo. Un centinaio di teche, gabbie, quadri, posizionati lungo quello che sembra un grosso magazzino delle stramberie. Il silenzio è tombale.

SALONE DELLA WU

Emma, disperata, cerca di appellarsi a Mina ed Anne. E mentre quest’ultima sembra più propensa, Mina non ne vuole sapere.
Emma: vi sto chiedendo un po’ di tempo.
Mina: per Jack? Mi stai chiedendo un po’ di tempo per un assassino psicopatico?
Emma: per favore.
Mina: cosa? Hai bisogno di qualche giorno per rotolarti insieme a lui tra le coperte. Ha ucciso Oliver. E non sarà l’ultima volta. Non arresteremo il piano solo perché tu sei innamorata di una persona spregevole.
Anne, chiudendo il loro libro avanza verso Emma.
Anne: cosa ti ha detto esattamente?
Emma: ha mostrato rimorso. Noi non uccidiamo persone che si pentono.
Mina: è una recita, non riesci a capirlo? Lui è subdolo, è il mago oscuro più famoso dei nostri tempi per un motivo.
Anne: beh, forse un incantesimo della verità aiuterebbe.
Emma: Jack non si farebbe fare nessun incantesimo. Lo conoscete.
Mina: già, proprio perché lo conosciamo pensiamo che tu sia uscita fuori di testa!
Anne: io non lo penso. Non lo penso.

Anne

Anne è sempre la più dolce, cerca sempre di fare da paciere nelle liti tra Emma e Mina. Le tre streghe vengono distratte dal suono del campanello.
Emma va ad aprire.
Matthew e Luke sono alla porta. Li guarda, sconvolta.
Matthew: ciao, Coven. Abbiamo bisogno di un po’ di aiuto magico.
Emma: Luke?
Emma se lo lascia sfuggire e basta. Luke guarda Matthew, confuso
Luke: come conosce il mio nome?!

CASTELLO DELUC – SALONE


“Sono contento che tu mi abbia chiamato”
Lucas si posiziona davanti al camino, con il braccialetto dell’amicizia che Rose ha regalato a Leda mesi prima. Bright ne aveva uno uguale, ma ora è sparito.

Leda

Leda: ho solo bisogno di trovare Rose.
Tatia: capto una certa tensione sessuale tra voi due.
Lucas sorride, mentre Leda sembra infastidita dalla situazione.
Bright: la capto anche io. Ed è un peccato, vuol dire che lui è etero.
Tatia, divertita, è davvero contenta di avere a che fare con il nuovo Bright.
Leda: sei tornato da Tiberius?
Lucas: cosa ti importa?
Leda: curiosità. Abbiamo un ostaggio.
Bright: quel tipo incatenato nei sotterranei? Non doveva portargli il sangue qualcuno?
Tatia: cavolo, me ne ero quasi dimenticata!
Leda: grazie per aver rivelato dove si trova il nostro ostaggio.
Lucas: avete sbagliato a prendere Talos, era l’unico in grado di frenare Tiberius.
Leda: non sembra così pericoloso.
Lucas: è un’illusione. Non appena si riprenderà, dovremo tutti scappare da qui.
Tatia: fantastico. Novità?
Lucas tocca il bracciale, percependo qualcosa.
Tatia: che cos’è esattamente? Un ghost whisperer o cose del genere?
Leda: può vedere cosa che noi non riusciamo a vedere.
Lucas lancia il braccialetto, spaventato a morte.
Leda: CHE DIAVOLO FAI?!
Lucas: è Hunter. L’ha presa Hunter.
Con il terrore in viso, Lucas guarda Leda cercando conforto.

CUCINA DELLA WU

Luke, senza parole – e questa volta per davvero, guarda Matthew, Emma e Mina. Anne è impegnata nel preparare l’incantesimo di locazione.
Matthew: già, questa è stata più o meno la mia reazione.
Mina: e sono giù due persone che lo sanno quando… dovevano essere… esattamente 0.
Emma: possiamo fidarci di Luke.
Luke: davvero?
Matthew: già, DAVVERO?!
Emma: perché? È una delle persone più sincere che abbia mai conosciuto.
Luke non riesce a credere molto alle parole di Emma, non perché non le ritenga vere, ma perché purtroppo per alcune circostanze ha dovuto spesso mentire.
Luke: e Rose non sa nulla di questo.
Matthew fa cenno di no con il capo
Mina: non deve sapere niente. Non ora.
Luke: avete già interferito con il passato, quindi.
Mina: non funziona esattamente così.
Matthew avanza verso Anne, sembra la più preparata in tema di magia.
Matthew: cosa stai facendo?
La ragazza, nervosa, cerca di fissare il vampiro-angelo il meno possibile. Lo trova così attraente. E arrossisce così facilmente.
Anne: è un incantesimo di locazione, è davvero semplice da preparare. È l’ABC della magia, una luce gialla apparirà e vi condurrà da Rose, grazie alla felpa che mi hai portato.
Matthew: sì, abbiamo già seguito luci gialle.
Anne: ti ho preparato un po’ di pozioni, ecco qui.
Anne passa un piccolo zaino a Matthew
Matthew: che cosa sono?
Anne: prurito. Fuoco. Acqua. Ghiaccio. Essenziale.
Matthew: wow, ti ringrazio.
Anne: basta tirarle addosso al nemico e… boom.
Matthew guarda Emma, le fa cenno di appartarsi insieme a lui.
Il cellulare di Luke squilla.
Luke: pronto?!

Colonna Sonora: We Don’t Have Anybody

Matthew ed Emma arrivano in salone, lontani da occhi e orecchie indiscrete.
Matthew: ho bisogno di un favore.
Emma lo guarda, curiosa
Emma: cosa?
Matthew: una volta che avrò salvato Rose questa sera… voglio che tu lo faccia sparire.
Emma non riesce a capire.
Matthew: voglio che… voglio che tu la faccia sparire.
Emma: cosa?
Matthew: questa cosa, questa voragine nel petto. Questo… tormento infinito. Ci penso la mattina, il pomeriggio, la sera. Quando vedo qualsiasi cosa. Un panino… mi chiedo “questo le piacerà?!” “Chissà cosa penserebbe Rose di questo dannato film che sto vedendo.” Non posso, non ci riesco. Non ce la faccio. Ho assistito a guerre, epidemie, stragi, ma questa è la cosa peggiore che ci sia. Ti prego toglimelo. Sei una strega, togli questa cosa da me. Ti supplico.
Emma: Matthew, nessuna magia è in grado di cancellare l’amore.
Matthew: non posso. Non ci riesco. Non…
Emma: sarebbe tutto più facile. E maghi e streghe ci hanno provato infinite volte nel corso dei secoli. Non funziona niente.
Luke: Matt…
Luke interrompe il discorso, visibilmente preoccupato.
Matthew: cosa?
Luke: so chi ha preso Rose. Leda mi ha appena chiamato.
Matthew: chi?
Luke: Hunter. È un cacciatore di creature sovrannaturali, l’ho conosciuto agli inizi del ‘900. È pericoloso. Astuto ed ha sempre un piano B. Dobbiamo andarci con molta cautela.
Matthew: beh, andiamo a prendere a calci nel culo questo Hunter, allora!

BAKERSVILLE, CASTELLO HUGHES

Colonna Sonora: Memories of Dad

Benjamin e Christopher scendono insieme lungo la grossa scalinata che porta al salone principale, quindi il portone.
Benjamin: ritornerò. Presto.
Christopher: lo spero. Abbiamo tanto di cui parlare.
Benjamin: sì, infatti.

“Christopher”

Gerard

Gerard, accompagnato da Liam, con la sua solita maschera bianca e la fatica nei movimenti, avanza nel grosso salone.
Chris, sorpreso nel vederli, indietreggia quasi. Benjamin continua a scendere le scale.
Benjamin: piacere, sono…
Gerard: Benjamin Whittermore.
Benjamin: lei mi conosce?
Gerard: sì, ero socio di tuo padre quando le Whittermore Industries avevano sede anche a Bakersville. A cosa dobbiamo la piacevole visita?
Benjamin: io e Christopher ci siamo conosciuti per caso e voleva dei consigli sul college. Ero da queste parti e…
Benjamin sa che è una scusa debole, ma è la prima cosa alla quale è riuscito a pensare. Gerard non dice una parola, si limita a sorridere.

Liam

Liam: Benjamin.
Parlando a fatica, avanza verso Ben.
Gerard: Liam.
Gli tocca il viso. Ben giura quasi di poter vedere la sua espressione dietro la maschera.
Liam: mi dispiace.
Benjamin non riesce a capire.
Benjamin: per cosa?
Liam: per quello che succederà.
Benjamin si scansa, in un momento di pieno disagio.
Benjamin: devo andare.
Christopher: sì, ci… ci sentiamo via Skype.
Ben annuisce
Benjamin: buona serata.
Di nuovo, Gerard non dice nulla, si limita a fare un cenno. Mentre Liam continua a fissare Benjamin da dietro la maschera. Ben cammina, più in fretta che può, verso l’uscita della casa.

VILLA HUNTER

Colonna Sonora: Follow the Spiders

Da ormai dieci minuti, Rose si fa avanti lungo quello che pensa dovrebbe essere chiamato IL TOUR DEGLI ORRORI. Vampiri imbalsamati, strane creature con squame, sirene, tritoni, sono tutti conservati in quello che è un liquido giallastro, in delle teche posizionate lungo tutto il corridoio che a sua volta fa da crocevia a corridoi paralleli. Ogni teca ha un nome e una descrizione, degli appunti.
Rose passa davanti alla teca di una falena, è enorme e nel suo aspetto naturale, ha gli occhi chiusi, le ali chiuse, il capo abbassato. Si chiede se sia ancora viva “FALENA #B2567” legge la targhetta. Vari appunti scritti a mano, datati 25 Gennaio 1971

Rose guarda anche una sirena, pensa ad Ania per qualche secondo. “SIRENA #d456”, si chiede cosa vogliano dire quelle lettere, quei numeri.

Rose passa davanti ad un grosso ritratto, è un ragazzo – SOMIGLIA INCREDIBILMENTE A BEN, i vestiti di una Londra Ottocentesca; è Jack Whittermore, suo figlio, ma lei NON LO SA. Sulla targhetta legge “JACK, LO SQUARTATORE, 31 Agosto 1888.”

Girandosi, nota dei quadri affissi al muro, dentro ci sono dei fogli; sembrano delle lettere. Legge, cercando di captare qualcosa di interessante, fino a quando non arriva a… “LETTERE DAL FUTURO”
Si concentra su una scrittura che riconosce, quella di Bright. È il quarto quadro da sinistra verso il basso.

La ragazza prende il suo iPhone, che purtroppo non prende all’interno della struttura. Deve esserci qualche blocco. Fa una foto al foglio.

Schermata 11-2457353 alle 15.45.41

“Cara Rose,
Non ho mai voluto procurarti dolore, devi sapere che questa è l’ultima cosa che volevo accadesse. Spero che mi perdonerai. E ora che sai chi sono realmente, spero che tu capisca che era la cosa migliore da fare.
Con il più grande amore del mondo,
Bright”

Rose: Bright…
La ragazza viene distratta da una luce, proviene da una teca posta proprio al centro della sala. È una specie di labirinto.
La ragazza si avvicina. All’interno della teca c’è un’ampolla, un liquido di colore violaceo, sembra quasi brillare. L’ampolla è piccola e riempita solo fino a metà.
“Rose”
Rose viene distratta da una voce. Si gira alla sua sinistra. Due gabbie: in una c’è Robin, nell’altra Vlad, privo di sensi o di vita. La strega non sa ben dirlo.

Robin

Rose: ROBIN!
Rose, sconvolta nel vederlo, corre verso la gabbia. Il ragazzo è nudo e legato. Sopra le loro gabbie c’è scritto “WENDIGO #1 #2”
Rose: oh mio Dio, come sei finito qui?
Rose cerca un’apertura, una chiave, qualsiasi cosa.

“Non disturbarti”

Hunter

Tuttavia, Hunter interrompe il possibile salvataggio.
Hunter: finalmente sei arrivata al centro, ti ho aspettato per un po’.
Rose: sei un codardo. Bloccare i poteri di tutti.
Hunter sorride, divertito.
Hunter: io sarei il codardo? Voi ingannate la natura. Voi mostri siete tutto ciò per cui io combatto.
Rose: non siamo mostri. Siamo solo diversi.
Hunter: questo è quello che pensavo.
Rose: tu non sei umano.
Hunter: ho dovuto apportare qualche modifica al mio essere umano. Per prendervi tutti. Per fermarvi tutti. La mia collezione è più di una semplice collezione, è un servizio per l’umanità. Non sono io il cattivo qui Rose.
Rose: allora cosa sei?
Hunter: un giustiziere.
Il collo di Hunter viene spezzato. Rose sobbalza, spaventata. A farlo è stata la figura incappucciata. Il tutto non sembra permanente, visto che Hunter può velocemente riprendersi.
Rose: chi sei?!
Rose si riferisce alla figura incappucciata, DEVE SAPERE.
La figura porta una mano avanti, con un semplice gesto inizia ad aprire tutte le gabbie, tutte le teche, tutte le porte. STA LIBERANDO TUTTO. TUTTI.
Robin finalmente può uscire.
Le creature iniziano ad aprire gli occhi. Sirene, tritoni, vampiri.
Rose: oh mio Dio.
Il silenzio tombale inizia a trasformarsi in un rumore assordante. Di vario genere, proveniente da vari posti.
Rose: chi sei?
Ma Rose continua, deve sapere. Hunter si sta risvegliando.
“ROSE, ROSE!”
Le voci di Evan ed Andy distraggono la ragazza, che quando riporta lo sguardo in avanti non riesce più a vedere la misteriosa figura.
Evan ed Andy arrivano.
Rose: si sta risvegliando.
Evan avanza a velocità innaturale verso Hunter, spezzandogli di nuovo il collo. Questo darà qualche minuto ai tre.
Rose: dobbiamo scappare, dobbiamo andarcene da qui.
Mentre le altre creature si stanno riprendendo e iniziando ad avere di nuovo dimestichezza con i loro poteri e le loro capacità, fatta eccezione per sirene e tritoni, che senza acqua moriranno sicuramente, Rose avanza verso Robin.
Rose: Robin, dobbiamo andare!
Robin: non posso. Devo aspettare Vlad.
Rose: non… non puoi rimanere qui dentro.
Vlad ancora non si è svegliato, nonostante le varie prove.
Robin: Rose, starò bene. Aspetterò ancora un po’, se non si sveglierà, andrò via per conto mio.
Rose: non posso lasciarti qui.
Robin: vai. DEVI ANDARE.
Evan guarda la scena.
Evan: ROSE, dobbiamo muoverci!
Rose: promettimi che scapperai.
Robin annuisce
Robin: Leda e Gabriel stanno bene?!
Rose non crede che sarebbe il caso di dirgli tutto ora, si limita ad annuire.
Evan: ROSE!
Rose corre, raggiunge Evan ed Andy, cercando l’uscita.

Correndo lungo quelli che sono sembrati tre piani, Rose, Evan ed Andy arrivano all’uscita dell’enorme villa, imbattendosi in una luce gialla e quindi in Matthew e Luke.
Matthew: ma che diavolo?!
Rose, vedendo Matthew, corre ad abbracciarlo e basta. Si stringe a lui come non aveva mai fatto prima, impaurita. L’angelo vampiro non esita neanche per un secondo a ricambiare.
Evan: dobbiamo andare. DOBBIAMO SCAPPARE ORA!
Luke avverte le varie creature in arrivo, guarda Andy, confuso.
Luke: tutti in macchina, FORZA!

CASTELLO DELUC

Rose entra nel castello insieme ad Evan, Luke, Matthew ed Andy. Leda corre verso di lei, abbracciandola, Rose è contenta che il loro rapporto si stia ricucendo pian piano. La strega guarda curiosa Bright, tentando di collegare lui alla famosa lettera a cui ha fatto la foto.
Bright: Evan…
Evan: ciao Bright.
Bright: eri anche tu con loro?
Evan annuisce, per poi rivolgersi ad Andy
Evan: tu stai bene.
Andy fa cenno di sì con il capo
Andy: ma non dovrei essere qui.
Bright: lui chi è?!
Rose: DORMIRES!
Rose avanza una mano verso Andy, facendolo addormentare all’istante. Cade tra le braccia di Evan.
Evan: che cosa stai facendo?!
Rose: non sappiamo ancora chi sia. È meglio tenerlo qui per ora.
Matthew: lo porto giù.
Matthew prende Andy in braccio, procedendo a portarlo verso i sotterranei.
Leda: Hunter?!
Rose: non lo so, sembrava riprendersi in fretta dopo che quella strana figura incappucciata gli ha spezzato il collo.
Leda: quindi è ancora vivo? E quella… e quella figura è chi ha ucciso Gabriel.
Rose: devo prendermi un po’ di tempo per realizzare tutto.
Leda: vuoi che ti accompagni a casa?
Rose annuisce, mentre Luke cerca Tatia nel castello.
Bright: Tatia è tornata a casa.

SOTTERRANEI DEL CASTELLO DELUC

Matthew procede a posizionare Andy accanto all’altro prigioniero: Talos. Il vampiro è legato con delle catene speciali – magiche, create da Rose – che gli impediscono di fuggire o di usare le sue doti da creatura sovrannaturale.
Talos: wow, i prigionieri aumentano di giorno in giorno.
Matthew: hai mangiato?
Talos: cosa te ne importa?
Matthew: HAI MANGIATO?
Matthew lo ripete, rabbioso
Talos: sì.
Matthew si gira, avanzando verso l’uscita.
Talos: Matthew.
Si ferma.
Talos: per favore, liberami. Me lo devi.
Matthew avanza verso di lui, guardandolo dritto negli occhi.
Matthew: proprio perché ti devo il mondo non ti sto liberando. Non lo farò fino a quando non scopriremo perché sei così soggiogato a quello psicopatico.
Talos: forse lo amo.
Matthew: no, non è così. Ti ha fatto qualcosa. E scoprirò cosa. Te lo prometto.
Talos lo guarda, non sembra esserne convinto.

 

CASA SUL LAGO WHITTERMORE

“Non riesco a crederci. Allora abbiamo davvero un fratello”
Tatia finisce il suo cheeseburger, prendendo un morso anche da quello di Benjamin.
Benjamin: è stato così strano. Così… surreale.
Tatia: è surreale che tu mi stia parlando.
Benjamin: non ti ho perdonata. Dovevo solo dirti questo.
Tatia: tu eri il suo preferito, Ben. Ecco perché ha scelto te per la battaglia con Rose, ecco perché voleva che diventassi un demone completo. Era il suo malsano modo per dirti “sei il mio figlio prediletto, ti voglio bene”
Benjamin: Alec. Morto da due anni e ancora ci perseguita.
Tatia: comunque, ora vado a dormire. È stata una giornata stancante con tutta la storia del rapimento, etc.
Benjamin la guarda, confuso
Benjamin: quale rapimento?
Tatia: allora non hai davvero guardato il telefono. Rose è stata rapita e anche Evan, ma ora stanno bene.
Un brivido di terrore percorre la schiena di Ben
Benjamin: COSA?! E me lo dici solo ora?
Tatia: pensavo lo sapessi.
Benjamin prende il suo giaccone, lasciando le patatine lì sul tavolo. DEVE CORRERE.

CUCINA CASA WILSON

Colonna Sonora: Can’t Pretend (fino alla fine)

“Quindi era una specie di museo degli orrori”
Rose annuisce, ancora spaventata all’idea. Leda conosce Hunter, sa di che cosa si occupa, non osa immaginare quante creature abbia già catturato.
Leda: mio Dio, sarei stata così spaventata.
Rose: è ad un’ora da Twinswood, ho fatto un incantesimo di protezione qui e al castello DeLuc, nessuna creatura non umana potrà entrare senza permesso.
Leda: ti prego posso restare qui stasera?
Rose: sembri molto spaventata da questo Hunter.
Leda: devo esserlo.
Rose: già.
Leda: sei ancora scossa per Ben?
Rose: sì. Ma… sono talmente arrabbiata con lui che credo di non riuscire neanche più a piangere.
Leda: sei distratta?
Rose: stavo pensando a Matt.
Leda: Matthew?
Rose: quando ero lì, avevo bisogno di qualcuno che mi calmasse. E pensavo “se ci fosse Matthew, probabilmente ora farebbe una battuta e mi farebbe sentire meglio. Al sicuro.”
Leda: cosa vuoi dire?! Ti piace… ti piace Matthew?
Rose la guarda. Non riesce a porsi questa domanda. Non ora.
Rose: non si tratta di questo.
Leda: uh, forse per la prima volta un ragazzo ha la possibilità di fare breccia nel tuo cuore dopo Ben.
Rose: smettila.
Rose, chiaramente infastidita del discorso, cerca di cambiare argomento.
Leda: Rose, devo dirti una cosa importante, ho aspettato per…
“Rose”
Le due vengono distratte dalla voce di Ben, che ha aperto la porta della cucina senza neanche chiedere di entrare.
La strega si alza.
Leda: ehm, ti aspetto al piano di sopra.
Leda avanza verso la camera di Rose, mentre Rose avanza verso l’uscita insieme a Ben.
Benjamin: come stai, ti senti bene?
Rose: tu non c’eri.
Benjamin: lo so, mi dispiace, ho dovuto…
Rose: TU. NON C’ERI.
Rose è seria, lo guarda negli occhi, finalmente.
Benjamin: ascolta, voglio solo sapere se stai bene. Se avessi saputo, sai che…
Rose: so cosa?! Non so più niente. So che il mio ragazzo, con cui ho passato quattro mesi insieme, con cui ho passato l’inferno insieme per stare INSIEME, mi ha lasciata… all’improvviso, senza una vera motivazione.
Benjamin: non è così.
Rose: sai una cosa, Ben? Non lo accetto. Non staro qui a fingere che tra noi debba esserci un rapporto civile o cose del genere. Non so perché tu l’abbia fatto, spero che sia stata la ragione più valida del mondo perché… Stai rischiando di perdermi. Per la prima vera volta.
“Scusate”
I due vengono distratti dalla voce di Matthew, che ha in mano del cibo take-away.
Matthew: forse dovrei ripassare.
Rose: no, no, entra.
Benjamin guarda Rose, sconvolto.
Benjamin: cosa?! Wow. Hai fatto in fretta.
Rose: che vuoi dire?
Benjamin: lui è il rimpiazzo del mese?
Ben, preso dalla rabbia, dice cose che non dovrebbe dire.
Rose: come diavolo ti permetti?!
Matthew: sai cosa?
Matthew avanza, dando in mano la busta di cibo a Rose.
Matthew: buon appetito.
Voltandosi, inizia a recarsi verso le scalinate che portano all’albergo.
Rose: MATT!
Benjamin: non ho parole.
Benjamin, arrabbiato, deluso e amareggiato – essendo una persona molto possessiva, si allontana da lei.
Rose guarda i due ragazzi allontanarsi, uno da una parte uno dall’altra.

Fine episodio.

12310701_10208230041852694_8579542254278741724_n-1

Mercoledì 2 Dicembre alle 16:00 parte lo spin-off di SPELLBOOK “BAKERSVILLE,” non perdete l’episodio 1×02, se volete recuperare il BACKDOOR PILOT (primo episodio) CLICCATE QUI

Nota dell’autore: mi raccomando, commentate l’episodio sul blog. Vi aspetto il prossimo Giovedì con un nuovo episodio! Se usate l’hashtag #spellbook su Twitter sarete ritwittati!

Comments

comments

30 thoughts on “Spellbook 4×06 Creatures Of The Night

  • 26 novembre, 2015 at 3:31 pm
    Permalink

    Tante domande! Troppe domande! Non posso fare un commento pieno di domande!

    Quindi per oggi, mi limito a dirti, che l’episodio mi è piaciuto, che il fatto che Rose abbia bisogno di Matt e una cosa bella e strana allo stesso tempo, e che Hunter, mi sembra molto cattivo, e spero conosceremo meglio il suo personaggio.

    Detto ciò sti ragazzi sono peggio delle PLL, dove sono gli adulti? Hahaha

    Aspetto con ansia il 2 dicembre, anche perchè sto shippando Christopher è Riley come se non ci fosse un domani.

    Alla prossima e complimenti, Luigi 😉

    • 26 novembre, 2015 at 4:17 pm
      Permalink

      Gli adulti sono un po’ per conto loro AHAHAHAHA, Bakersville non ti deluderà, promesso! 😉

      Grazie mille!

  • 26 novembre, 2015 at 4:00 pm
    Permalink

    Ma solo io penso ( e spero!!!) che Andy sia il figlio di Matthew e Rose?!

    • 26 novembre, 2015 at 4:18 pm
      Permalink

      Chissà… xD

  • 26 novembre, 2015 at 4:02 pm
    Permalink

    Non che siano state rivelate grosse cose in questo episodio però è stato ricco di piccole cose, piccoli indizi, piccole cose che portano ad ulteriori domande, congetture e ipotesi.

    Continuo a rimanere ferma sull’ipotesi Bright figlio dei MattRose.. quella lettera dal futuro vuol dire che oltre che creare una nuova domanda ci fa capire che Bright nel futuro c’è quindi quella mia teoria campata un po’ all’aria forse in cui Andy è figlio di Bright ( e Tatia ? per via degli occhi ) che nel futuro deciderà di avere un bebè ( ovviamente con Evan, per questo c’è quel legame ) non è poi così campata all’aria… il legame di parentela tra Andy e Oliver quindi è zio/nipote.. madò quando lo penso/scrivo mi sa troppo di ” che cavolo sto dicendo, non ha senso ” però non si sa mai in quest’universo, e per ora non riesco a pensare ad altra soluzione.

    Ora parliamo un attimino dei MattRose che amo insieme ( anche al punto in cui sono ora, anche prima ) .. Rose in questo episodio mi ha ricordato un po’ Elena quando cominciava a sentire qualcosa di più per Damon , quando cominciava a realizzare quanto importante fosse la sua presenza nella sua vita ( non che siano percorsi uguali, ma mi ha dato un po’ quest’impressione ) e ti dirò mi piace come stai gestendo questa cosa perché sono la prima a non volere che Matt sia un ripiego o una cosa così finché non ritorni con Ben, perché Matt non merita ciò.. e tu non sembri intenzionato a farlo quindi me felice per questo :)
    Ho amato la scena finale perché è stata ” troppi feels ” da ogni parte perché sottosotto i Brose li shippo, in un modo un po’ strano e complicato ma li shippo, e i MattRose li amo in ogni circostanza da te creata fino ad ora e so’ sicura che li amerò sempre.. quindi AHHH, scena finale >>>>

    Hunter, Hunter… mh, qualcosa gli è successo per farlo diventare quello che è, almeno credo… non è che si è svegliato un giorno e ha deciso di dare la caccia a questi ” mostri ” , e deve essere qualcosa di brutto e macchiavellico perché non ce l’ha solo con i cattivi ma con tutti ( quelli speciali poi ) non fa distinzioni buoni/cattivi perché crede che non ci sia differenza… son curiosa di saperne di più.

    La figura incappucciata non ho la più pallida idea di chi possa essere e la cosa mi manda in tilt il cervello perché potrebbe essere chiunque da qualsiasi posto e epoca.

    E niente, gran bell’episodio.. come sempre.
    Alla prossima :)

    • 26 novembre, 2015 at 4:22 pm
      Permalink

      Ciao cara, ti ringrazio.

      La figura incappucciata verrà rivelata nel mid-season FINALE. mi piace moltissimo quello che hai detto su Matthew e Rose e concordo con te.

      VEDREMO come si evolverà.

      Grazie mille per il fantastico commento! :)

  • 26 novembre, 2015 at 4:31 pm
    Permalink

    Ammetto che da quando ho letto il titolo dell’episodio non faccio che avere in mente la canzone in the rocky horror picture show, maledetto ritornello che non va via!!

    Comunque……il corridoio degli orrori, è impressionante.
    Questo Hunter pensa di fare un favore all’umanità ma imprigiona persone che sono innocenti, magari fra di loro ci sono anche persone cattive ma la maggior parte di loro sono sicuramente persone speciali, magiche che fanno anche fatica ad inserirsi in un mondo non umano….che razza di persona è questo Hunter?

    Andy! anche Rose nota una certa familiarità…a chi assomiglia? dai tratti dolci mi ricorda un po’ Bright, e come con Bright stesso Rose sente di potersi fidare, farebbe pensare che possa essere suo figlio (di lui intendo), ma perché non vuole farsi vedere da lei? per paura di essere riconosciuto? alla fine non è ancora nato, a parte una certa familiarità è impossibile che lei possa dire “ah sì t’oh devi essere figlio di pincopallino” insomma ci deve essere qualcos’altro sotto!

    Christopher! sembra un bravo ragazzo, ora mi chiedo…è figlio di Alec (quindi è messo male) e di Elizabeth (ancora peggio), ed è cresciuto in una famiglia che per ora non mi sembra proprio quella del mulino bianco…..SPERO che si riveli essere una brava persona e che rimanga tale!!

    Ho amato la reazione di Rose verso Matthew, poco a poco sta entrando nel suo cuore ed è la cosa più bella di questo mondo, odio i classici amori lampo, il colpo di fulmine immediato che decreta chi sarà il tuo grande amore…credo più nei rapporti che crescono poco a poco, Rose si fida di Matthew, lo cerca, nelle situazioni critiche pensa a lui e a come sarebbe in grado di farla star meglio, magari non lo ama ma si sta innamorando.
    E per fortuna che non esiste una magia per eliminare l’amore, Matthew deve essere un po’ ma un po’ tanto disperato e se una magia del genere esistesse alla fine si ridurrebbe come Snow quando eliminò l’amore per Charming.

    Ma qua c’è il punto più importante…. Rose trova Jack come Jack lo squartatore ma Jack è vivo e vegeto quindi….anche Jack ha il dono delle vite multiple?o meglio anche Rose e Kate sono gemelle quindi è altamente probabile che Rose abbia dato vita a due gemelli, però se Jack è presente anche nel lontano 1800 allora deve avere anche lui il dono delle vite multiple, è un cosa genetica?
    A meno che non ci sia di mezzo qualche multipla reincarnazione come il Bakersville ma forse è troppo complicata come teoria XD

    ROBIIIIIN, è tornato ed è nudoooooooooooooo, mi piace *_*
    Questo è un guilty pleasure, lo sai che tutte noi amiamo Nico Mirallegro mezzo o tutti nudo hahahahahaha.
    Spero che si salvi, sarebbe un bel twist se tornasse nel cast principale e Leda si trovasse di fronte a lui, ad un suo vecchio amore e nello stesso momento a portare il lutto per la morte di Gabriel.
    Non che sia una cosa bella eh, per carità, ma sarebbe un bel percorso da vedere o meglio leggere 😀

    Matthew e Talos more like nonna e nipote..hai mangiato? hai mangiato? sei deperito mangiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!

    Jack si apre verso Emma e sembra far trapelare un po’ di umanità…..ce l’ha con la madre perché non ha mai accettato la sua natura oscura, così come lei non ha mai accettato quella di Ben, triste ma vero..spesso non siamo in grado di accettare tutte le sfumature delle persone che amiamo, specialmente se sono sfumature malvagie.

    Ora il dubbio grande è…cosa mai sta per succedere? sia a twinswood che a bakersville o comunque anche nel resto del mondo? il futuro dei gemelli e di Rose con Ben è ambientato a Handar (se non erro eh….mi pare che i flashforward siano tutti ambientati là) , questo mondo nel futuro è forse distrutto? o l’hanno abbandonato? Andy rabbrividisce con disgusto solo a sentir il nome di quella città, sicuramente da lì deve essere partito qualcosa di mostruoso.

    • 26 novembre, 2015 at 4:36 pm
      Permalink

      “Christopher! sembra un bravo ragazzo, ora mi chiedo…è figlio di Alec (quindi è messo male) e di Elizabeth (ancora peggio), ed è cresciuto in una famiglia che per ora non mi sembra proprio quella del mulino bianco…..SPERO che si riveli essere una brava persona e che rimanga tale!!”

      AHAHAHAHAHAHAHAH SONO MORTO DAL RIDERE. In effetti non avrebbe molte carte in regola per essere una brava persona. E’ un po’ scontroso, ma lo conosceremo meglio in Bakersville.

      Comunque, hai formulato delle belle teorie.

      La storia di Jack, lo squartatore verrà rivelata nella 1×04 di Bakersville.

      😉

      Grazie mille per il fantastico commento!

  • 26 novembre, 2015 at 4:47 pm
    Permalink

    Bellissimo episodio e sono davvero contenta del ritorno di Robin, spero che lo terrai perché mi piaceva nei primi episodi!
    Un bacione

    • 26 novembre, 2015 at 4:51 pm
      Permalink

      Grazie mille, Ilenia! :)

  • 26 novembre, 2015 at 4:48 pm
    Permalink

    Come ogni settimana è un episodio fantastico.
    Fin dall’inizio ho shippato Rose e Luke, proprio qualche giorno fa stavo rileggendo la seconda stagione e mi venivano i brividi in ogni loro confronto, ma ora le mie certezze stanno cadendo.
    Mi piace tantissimo Matt, soprattutto perchè anche se ama Rose ha il coraggio di dirle in faccia cosa non va, cosa sta sbagliando, non si lascia offuscare dall’amore. Non vedo l’ora di leggere come andrà a finire questa storia.
    Dall’altra parte amo anche Luke e Tatia, credo che siano entrambi persone pronte a tutto per amore, Luke ha fatto cose terribili per poter salvare Rose e Leda e Tatia ha sempre voluto bene ad Alec e Ben nonostante la loro natura oscura, quindi credo che stiano veramente bene insieme e spero che possano trovare la felicità.
    Ho amato vedere Tatia un po’ gelosa di Luke perchè anche se può apparire un po’ menefreghista in realtà a lei importa di tutto, anche se ha detto a Luke che vuole solo divertirsi in cuor suo sa che questo non le può bastare.
    Poi adoro la nuova bromance che si è formata tra lei e Bright.
    A proposito di Bright… chi é? La sua lettera mi ha lasciato veramente con tante domande, non vedo l’ora di scoprire di più su questi viaggi nel tempo e sopratutto l’identità di Andy.
    L’altra incognita è Hunter, io adoro i cattivi che credono di essere nel giusto, mi incuriosiscono e mi piace scoprire le motivazioni che li spingono ad agire, quindi sono curiosa di scoprire il perchè di quella sterminata collezione di creature.
    Non vedo l’ora di leggere Baskerville mercoledì perchè sono sicura che sarà fantastico come Spellbook!
    Complimenti per un altro bellissimo episodio!

    • 26 novembre, 2015 at 4:52 pm
      Permalink

      Grazie mille, Greta. Gentilissima.

      Hai detto bene su Tatia, sembra che non le importi, ma in realtà lei è quella che sente più di tutti.

      Grazie mille! :)

  • 26 novembre, 2015 at 5:17 pm
    Permalink

    Ho amato tutto di questo episodio, specialmente la parte del labirinto horror amo questo tipo di atmosfere quindi ti faccio i miei complimenti. Non vedo l’ora di leggere Bakersville, Toto!

    • 26 novembre, 2015 at 5:21 pm
      Permalink

      Grazie mille, Giorgia! :)

  • 26 novembre, 2015 at 5:45 pm
    Permalink

    Spellbook mi rapisce sempre di più, questa quarta stagione è davvero appassionante, ma cominciamo da Andy che mi intriga troppo e penso che sia figlio di Matthew e Rose, spero per lui che abbia un’altra possibilità con Oliver perché nello scorso episodio mi hanno fatto emozionare tantissimo. Geniale l’idea del museo degli orrori, spero di rivedere Hunter perché sembra un cattivo interessante.
    Bakersville is coming!!!!!!

    • 26 novembre, 2015 at 6:01 pm
      Permalink

      Grazie mille, Ignazio. Yes, Bakersville is COMING!

  • 26 novembre, 2015 at 5:48 pm
    Permalink

    Ciao Luigi, volevo farti prima di tutto i miei complimenti perché noto una grande differenza rispetto alla prima stagione, anche a livello di scrittura, sei maturato tantissimo e questo si nota in ogni singola storia, in ogni singola frase, in ogni singolo personaggio, d’altronde credo che loro siano maturati con te!
    Passando a questo episodio, si vede che è stato di transizione ma ci ha offerto tantissimi indizi e tantissimi cose curiose, sarò sincero: non ho capito assolutamente nulla su cosa stia succedendo ma mi fido di te e so che come sempre farai un ottimo lavoro!
    Complimenti per la storia, sempre più appassionante, e soprattutto complimenti per Matthew e Rose, non credevo di potermi appassionare così tanto a loro!
    Al prossimo Giovedì!
    Laura

    • 26 novembre, 2015 at 6:08 pm
      Permalink

      Grazie moltissimo, Laura. Non sai quanto mi renda felice il tuo commento! :)

  • 26 novembre, 2015 at 6:50 pm
    Permalink

    Episodio super!

    • 26 novembre, 2015 at 6:51 pm
      Permalink

      Grazie mille! :)

  • 26 novembre, 2015 at 7:34 pm
    Permalink

    Un episodio di passaggio però bello, mi è piaciuto perché hai introdotto molte cose su cui soffermarsi e porsi domande.
    Tutti quanti quei personaggi magici ora saranno in giro per la cittadina? omg creeranno problemi.
    L’incappucciato credo che sia uno o una dal futuro o dal passato però non ho capito cosa vuole.
    Luke torna a piacermi e mi è passata la voglia di picchiarlo per quello che ha fatto e sono felice che non se la stia prendendo con Matt perché è innamorato di Rose , falli finire insieme Matt e Rose perché sono bellissimi, la mia otp da quando è arrivato Matt. Matt è perdutamente innamorato e quando ha chiesto a Emma di cancellargli quella cosa mi ha fatto spezzare il cuore :'( merita un po’ di felicità
    Brigh comincia ad essere geloso di Evan? che bello significa che sta ricomparendo qualcosa <3
    Jack e Emma sono belli mi sembrano un po' quelle ship che si amano ma fingono male di non farlo
    Tutte li interazioni tra presente futuro e le due cittadine confondono un sacco ma mi piace questa storia.

    • 26 novembre, 2015 at 7:39 pm
      Permalink

      Sì sì, confondono, posso capirlo, ma prometto che tutto avrà un senso.

      E sì, BRIGHT è geloso! Ahah

      Grazie mille, cara! :)

  • 26 novembre, 2015 at 7:59 pm
    Permalink

    Mi è piaciuto molto questo episodio, è un po’ come la calma prima della tempesta….speriamo solo che questa tempesta non faccia crollare la terra e spedisca tutti ad Handrar.
    Almeno, non ancora.

    Al contrario dei Misfits (che all’inizio erano interessanti ma poi sono serviti al loro scopo cioè schiattare lol no poverini) spero che la ‘nuova gang’ se possiamo chiamarli così resti per molto.
    Adoro Anne, è dolcissima, mi ricorda molto il nostro vecchio Bright e mi piace questo ‘rapporto’ con Matthew.
    Emma e Jack li shippo da morire che te lo dico a fare, abbiamo scoperto che Emma ha lasciato Jack nel futuro probabilmente dopo l’ennesimo omicidio o malefatta, ma anche che ora lei si pente di non averlo aiutato (non so se era fatto apposta ma questo pezzo mi ha ricordato molto Lisandra e Alec anche lei al suo tempo non ha combattuto abbastanza, speriamo solo che non finiscano anche loro in quel modo)

    HO AMATO IL PEZZO DI BEN A BAKERSVILLE, E niente amo già Christopher e anche se l’abbiamo visto per poco LIAM HA GIA’ CONQUISTATO LA MIA ANIMA (già lo shippo da morire con Veronica e dopo aver scoperto che è stata lei a rovinargli il viso, sono pronta ad avere tutto l’angst che ci donerai <3) NON VEDO L'ORA DI LEGGERE QUESTA PRIMA PARTE DI STAGIONE.
    DT. STRANAMORE DARK MI INQUIETA ASSAI E HO PAURA CHE SIA MOLTO PEGGIO DI ALEC.
    Comunque il nostro Liam ha dato brutte notizie al mio povero Benjie quindi sono già pronta alla sofferenza, ma tanto lui e la felicità sono proprio NOTP.

    Tatia è innamorata persa, me ne sono accorta già tempo fa. Per lei esiste solo Luke. Non penso che avrebbe mai iniziato questa cosa con lui (specialmente dopo quello che è successo a Ben) se non provasse un sentimento molto forte. Lei sembra sempre dura e forte, in parte lo è sicuramente ma è anche fragile allo stesso tempo, lei è quella che per me ama e sente le cose più profondamente di tutti gli altri. Assomiglia molto a Luke su quel lato, hanno una parte dura e difficilmente si aprono agli altri, ma dentro hanno tantissimo da dare.
    Mi fa piacere quello che ha detto Emma, sono contenta che nel futuro lui si sia riscattato e fatto conoscere per la persona meravigliosa che è.
    BRIGHT CHE IN POCHE PAROLE CERCA DI DIRGLI: LUKE SEI BONO MA PORCA MISERIACCIA SE SEI COGLIONE.
    Amo questa nuova brotp tra Bright e Tatia, e non vedo l'ora di vedere scene della mia ot4 preferita: Bright, Evan, Tatia e Ben. Il mio sogno è vederli tutti e quattro vivere insieme (con apparizioni di Chris qua e la)

    Bravissimo come sempre Luigi,
    E BAKERSVILLE IS COMING, HELL YES.

    • 26 novembre, 2015 at 8:15 pm
      Permalink

      BAKERSVILLE IS COMING, yeah. Non vedo l’ora che lo leggiate.

      Anche io amo la BROTP tra Bright e Tatia, è nata un po’ per caso ma credo fosse normale in questo caso.

      GRAZIE MILLE, cara!

  • 26 novembre, 2015 at 9:11 pm
    Permalink

    Andy è il figlio di Matthew e Rose non Bright!

    • 26 novembre, 2015 at 9:31 pm
      Permalink

      Ahah chissà. Grazie mille! :)

  • 26 novembre, 2015 at 9:27 pm
    Permalink

    Ciao Luigi!

    Innanzitutto ti faccio di nuovo i complimenti perché davvero, non so come sia possibile, ma ogni episodio ha sempre qualcosina in più rispetto al precedente che mi rende ancora più entusiasta e impaziente di leggere il successivo! In più, ogni volta che ci dai indizi da aggiungere al puzzle delle varie teorie formulate relativamente alla storia metti a dura prova il mio povero cervello già stressato dall’università. Temo che prima o poi mi esploderà qualche neurone, ma ne sarà valsa la pena! Tipo oggi sono giunta alla conclusione che Andy deve per forza essere figlio di Bright, che sospetto essere figlio di Matthew e Rose dallo scorso episodio. Non ti dico lo sforzo che ho fatto per cercare di ricordarmi chi avevo pensato fosse figlio di chi e che tipo di legame di parentela ci sia tra lui e Oliver a questo punto!

    Mi sono piaciute un sacco le scene ambientate a Bakersville: lo spin-off mi incuriosisce molto e non vedo l’ora di leggere la 1×02. Finora abbiamo avuto solo il pilot e sono già piena di interrogativi a cui non vedo l’ora di poter dare una risposta, soprattutto per quanto riguarda la famiglia Hughes e i legami che ha con i Whittermore.

    Le scene del “tour degli orrori” mi hanno messo i brividi e anche lì un colpo di scena dietro l’altro. Tra la ricomparsa di Robin, Jack lo Squartatore – fammi capire, ma Jack sta in ogni epoca tranne che nella sua?! – e la lettera di Bright a Rose nel futuro, ci mancava giusto la figura incappucciata di cui il mio cervello sta ancora cercando di capire l’identità – senza risultati, ovviamente.

    Tra l’altro, a proposito di Jack, il rimorso che ha mostrato ad Emma sarà veramente sincero o fa sempre parte del suo piano? Abbiamo già visto che non è senza cuore – perché 1) abbiamo visto la lacrima sul suo viso di fronte ad Andy che piange sul corpo di Oliver nello scorso episodio e 2) il fatto che sia diventato la persona oscura che è ora deve per forza derivare dall’aver sofferto parecchio nel passato – però boh, devo ammettere che il dubbio mi è sorto.

    Mi piacciono molto anche le tre streghe della WU. Mina a volte è irritante, però capisco la sua posizione, anche se preferisco l’atteggiamento di Anne al suo. E spero per Emma che non si stia sbagliando su Jack.

    Ero curiosa di vedere come si sarebbe comportato Luke di fronte ai sentimenti di Matthew per Rose e ancora una volta non mi ha deluso. Adoro il rapporto di amicizia tra i due e nonostante io sia Roke da sempre mi piacciono molto le dinamiche che si sono create tra i MattRose e la persona che Rose “diventa” – non è esattamente il termine che avrei voluto usare ma non me ne viene in mente uno migliore – quando si trova con lui. E poi Matthew innamorato è troppo non-so-che-cosa, mi ha sempre ricordato Damon, così come Rose in alcuni atteggiamenti mi ricorda Elena adesso che inizia ad accorgersi di lui, e tutto questo non fa che aumentare la mia propensione per Matt piuttosto che per Ben. Mi dispiace per lui, ma io proprio i Brose non riesco a shipparli, è inutile. E, a proposito del triangolo, vogliamo parlare dell’ultima scena? Povera Rose – menomale che almeno con Leda le cose stiano piano piano ritornando al loro posto –, povero Matthew che è arrivato al momento sbagliato e poverello anche Ben dai, in fondo posso anche capirlo!

    Awww, quanto mi era mancato Spellbook! Non vedo l’ora di leggere il prossimo episodio. Ormai, tempo permettendo, mi sono pure presa bene a commentare! (Ah, e scusami tanto per il papiro, ahah)

    E, last but not least, Tatia e Bright insieme mi fanno morire dal ridere, adoro i loro dialoghi!

    • 26 novembre, 2015 at 9:34 pm
      Permalink

      ADORO I PAPIRI, adoro tutti i commenti! :)

      Che dire? Guarda, capisco la confusione, siete tutti abbastanza confusi perché questo è l’obiettivo, ma sono sicuro che quando arriverà il momento di darvi le rivelazioni, in parte nel mid-season finale (il finale della 4A) e in parte nella 4B, inizierete a mettere i tasselli. Mi rendo conto che ora è abbastanza difficile.

      Sono contento che la passione per Spellbook cresca, mi rende felice!

      Grazie per il meraviglioso commento! :)

  • 26 novembre, 2015 at 10:26 pm
    Permalink

    Sei perfido hihi

    • 26 novembre, 2015 at 10:30 pm
      Permalink

      Ma no! xD

Comments are closed.