Crea sito

Spellbook 4×02 I Would Explode in the Sky For You

MESSAGGIO IMPORTANTE: SE VOLETE CHE LA STORIA CONTINUI, COMMENTATE NEL BLOG, SCRIVETE COSA NE PENSATE, I VOSTRI PERSONAGGI PREFERITI, E LE VOSTRE IMPRESSIONI. MI RACCOMANDO, è IMPORTANTE CHE VOI LO FACCIATE, GRAZIE, E BUONA LETTURA:

Vorrei ricordare che SPELLBOOK non è esattamente un racconto, o un romanzo, è una storia che ha lo stile di una sceneggiatura. Viene lasciato molto all’immaginazione del lettore, ed i passi sono più brevi. E tutto ciò è fatto APPOSITAMENTE.

Per godere appieno l’episodio vi consiglio di aprire i link delle canzoni ogni volta che ne trovate una. Sono evidenziati.

PREVIOUSLY ON SPELLBOOK

PER LEGGERE I PRECEDENTI EPISODI CLICCATE QUI

4×02 I Would Explode in the Sky For You

 

New York, Maggio 1912

La CACCIA. Luke ha insegnato a Leda che bisogna essere silenziosi, puliti e sempre pronti a tirarsi indietro. È la prima volta che esce da sola e le strade di New York non sono un terreno facile. I vampiri amano la città, è buia, è piena di persone sole, di persone in viaggio o scappate di casa, persone in cerca di un sogno, proprio come lei in fondo. Persone che non cercherebbe nessuno, persone che forse mancano a qualcuno ma che sono lontane da tutto.

Nonostante non abbia nulla da temere, essendo una creatura immortale, Leda si sente ancora quella ragazza spaesata, in pericolo, in cerca di qualcuno pronto a salvarla.

Bellezza!”

Come si aspettava, un gruppo di squattrinati è pronto a darle fastidio e ad attaccarla – forse addirittura violentarla. Leda odia tutto questo, ha seguito il gruppo per un po’ e sa che meritano la morte.

Leda: beh, vi stavo aspettando.

Davvero? AVETE SENTITO? La signorina ci aspettava!”

Uno di loro – sono in tre – è pronto ad avvicinarsi alla ragazza, che a sua volta è pronta a tirare fuori i denti…

Hey”

Ma un ragazzo, lentiggini, occhi chiari e sguardo imbronciato si avvicina al gruppo. Vestiti di seconda mano, probabilmente, ma perfettamente pulito e ordinato. Lucas ci tiene a queste cose.

Lucas: prendetevela con un uomo.

Leda frena ogni istinto.

I tre – ubriachi fradici – lo attaccano assieme tentando di fargli del male, ma Lucas – un abile pugile – non si fa neanche sfiorare con un dito. Assurdamente, nonostante la caccia non sia andata a buon fine, Leda ha avuto ciò che segretamente voleva: essere salvata.

Circa 20 minuti dopo, strade di New York.

12088311_10208027569631015_2751722202275318220_n

Colonna Sonora: To The Stars

Lucas ha insistito per riaccompagnare Leda a casa, le strade sono pericolose, soprattutto all’1 di notte, soprattutto se si è belle come Leda.

Lucas: lei ha un accento.
Leda: non vengo da qui. In realtà ero sul Titanic. 

Lucas la guarda, sorpreso – ne ha sentito parlare, ma non si aspettava di incontrare qualcuno che ci era effettivamente stato.
Lucas: oh… deve essere stata un’esperienza terrificante. L’ho letto nel Times del mio capo cantiere. Io non posso permettermelo.
Leda: lei lavora qui?
Lucas: sono un pugile, di notte, ho una casa sopra un pub. Roba squallida per lei, immagino.
Leda: no, no… capisco perfettamente.

Lucas sogghigna, divertito da quella che lui considera una “battuta”
Lucas: come? Guardo i suoi vestiti e…
Leda: mio fratello. Mio… fratello è ricco. Ha una fortuna. E mi piacerebbe molto sdebitarmi per l’aiuto che mi ha offerto questa notte.
Lucas: non deve.
Leda: lei è così di buon cuore. Non tutti si sarebbero fermati.
Lucas: non ho un buon cuore, mi creda.

 

  • Twinswood, Settembre 2015, Casa sul Lago Whittermore

Tatia entra di corsa, aprendo la porta nervosamente. Posa la borsa a terra, senza neanche guardare. La notizia che ha da poco ricevuto l’ha scossa parecchio.

Procedendo verso il salone, nota Evan e Bright seduti – insieme.

Evan: ciao Tatia.


Bright: ciao.

Bright sembra quasi avere un tono di voce di versa: noncurante, strafottente.
Tatia: SIETE VIVI?! Seriamente? Ho dovuto sopportare i pianti di Rose per un’estate SENZA UN REALE MOTIVO?! Oh, la mia vita fa schifo.

Volendo stemperare un po’ la tensione – essendo passato a malapena un giorno – Tatia fa una battuta.

Benjamin arriva in salone, guarda Tatia per qualche secondo.

Tatia: hey.

Benjamin: hey.

I due non sanno davvero cosa dirsi, è difficile anche essere le solite persone.

Buongiorno!”

Matthew – dal canto suo – sembra stranamente di buon umore, deve esserlo. Deve esserlo al posto di tutti gli altri.

Benjamin: da dove sei entrato?

Matthew: la porta era aperta.

Benjamin: cavolo, devo ricordarmi di revocare l’invito.

Matthew sorride – ha capito perfettamente cosa è successo. Guarda in avanti, Bright ed Evan sono proprio lì.

Matthew: wow, fa quasi paura.

Benjamin: Matt, vieni fuori. Devo parlarti.

Benjamin procede verso l’uscita – quindi verso il pontile.

Matthew: beh, sarà imbarazzante.

Tatia alza gli occhi, anche se segretamente, vorrebbe assistere alla scena.

Colonna Sonora: The Body

  • Rose guarda Leda, le ha lasciato la stanza degli ospiti della Casa sul Lago, ha in mano un bicchiere pieno di sangue – caldo. E Rose solitamente non lo terrebbe mai volontariamente.

Leda guarda in modo fisso verso la finestra, senza dire una parola, sembra quasi… morta. Rose odia pensarlo. La luce del sole è ormai alta, tutto sembra così diverso oggi.

Rose

Rose: hai fame?

Leda fa cenno di no con il capo

Rose non sa davvero cosa dire, non sa da dove iniziare.

Leda: è reale?

Rose la guarda, confusa

Rose: cosa?

Leda: non riesco a capire se sto vivendo nella realtà o se è successo qualcosa. Un incantesimo o forse sono morta.

Rose non ce la fa a dirle che è tutto reale, anche se lo è. È più reale che mai.

Leda: non riesco a respirare. Sono una vampira, non ne ho bisogno eppure… mi sembra di non riuscire a respirare. Come è possibile?!

Rose: Leda, so che non è il momento ma devo dirti una cosa. Una cosa importante.

Leda guarda Rose, quasi curiosa.

Rose: ho visto Luke

Leda la guarda, sconvolta.

Leda: cosa?!

Rose: sta bene e…

Leda è contenta di questa notizia anche se in questo momento non potrebbe dimostrarlo.

Rose: è in una casa piena di vampiri, non lontano da Twinswood…

Leda: in una casa?

Rose: e non è tutto.

Rose: ho visto qualcuno in quella casa . Era il ragazzo dei ritratti, quelli che ho visto qualche giorno fa.
Leda, sorpresa, non crede sia affatto possibile.

Leda: è impossibile. Ti sarai sicuramente sbagliata.

Rose: era lui. 

Leda si alza dal letto, finalmente.

Leda: descrivimelo. Credimi, non può essere lui. 

Rose: non è molto alto. Ma è molto… molto…

Leda: puoi dirlo, Ben non ti fulminerà.

Rose: bello. Aveva le lentiggini, gli occhi chiari e uno sguardo da “non mi interessa niente di nessuno se non di me stesso”

Leda: oh mio Dio.

La vampira non riesce a processare questa informazione in questo momento, non riesce a capire cosa deve sentire e come debba sentirlo. Nessuno le ha davvero dato delle istruzioni per avere a che fare con la morte. È un immortale da troppo tempo.

Leda: voglio che lo riporti in vita.

Rose la guarda, confusa
Rose: cosa?!
 
Leda: Gabriel. come Lisandra ha fatto con te e Ben.
Rose: Leda, non posso farlo.
Leda: ma di che cosa parli? Sei una strega.

Rose è assolutamente sconvolta da questa proposta.

Rose: non è come… non è come scambiare figurine.

Leda: hai bisogno di un altro lupo.

Rose: Leda, ora non stai pensando chiaramente. Non posso uccidere un’altra persona. Non lo farei mai, è sbagliato ed è magia pericolosa… Non si portano indietro i morti.

Leda: l’avresti fatto. L’avresti fatto se fosse stato Ben. 

Rose: non è vero. Non avrei ucciso un innocente.

Leda: sei una bugiarda. Se Ben fosse su quel letto…

La vampira, distrutta dal dolore, guarda l’amica, arrabbiata. Furiosa.

Leda: sei una maledetta bugiarda. E un’ipocrita. Mio fratello aveva ragione su tutto. 

Rose: come puoi dire una cosa del genere?

Una lacrima riga il viso di Rose, che è sconvolta dall’idea che l’amica si è fatta di lei. Sente come se pochi ormai la conoscessero davvero.
Leda: è la verità.

Rose: me ne vado.

C’è un bel sole sopra il cielo di Twinswood oggi, non trovi?”

Matthew, cercando di fare del sarcasmo, tenta di smorzare la tensione con Ben, in fondo neanche lui ha voglia di discutere al momento.

Benjamin: hai sempre la battuta pronta, eh?

Matthew: quindi ora che hai scoperto che la amo, cosa farai? Vuoi picchiarmi?

Benjamin sorride, facendo cenno di no con il capo.


Benjamin: no. Capisco con perfetta chiarezza perché sei innamorato di lei. Ma… lei è mia.
Matthew: wow, territoriale.
Benjamin: no, non intendo in quel modo. Lei è mia come io sono suo. Ci apparteniamo e basta, da sempre. Si tratta di un qualcosa che non possiamo spiegare. Ma noi lo sappiamo. Lei sa che io sono suo e io so che lei è mia. Siamo nel DNA l’uno dell’altra. Quindi no… Matt, non farò niente.

Matthew: profondo.

Ragazzi”

Rose – in un momento incredibilmente imbarazzante – li raggiunge.

Matthew: è “Dawson’s Creek” versione Twinswood.

Rose: Matt, dobbiamo parlare di Bright.

Matthew: dobbiamo parlare di Bright?

Rose e Benjamin si guardano, preoccupati.

Quindi… sei un vampiro”

Matthew guarda Bright, curioso. È ancora seduto a quel tavolo, sembra quasi noncurante dell’intera situazione riguardo Gabriel, mentre Evan è semplicemente distrutto, per svariate cose.

Matthew: come è successo?

Evan: beh, ci siamo… ci siamo alzati in volo e… stavamo per…

Matthew: stavate per esplodere.

Evan: allora l’ho morso e l’ho…

Bright: mi ha spezzato il collo.

Bright guarda finalmente tutti – negli occhi. Rose gira il capo, quasi disturbata dall’idea. Benjamin si pone vicino ad Evan per dargli conforto.

Evan: la luce è uscita dal suo corpo. Non ho mai visto una cosa del genere. È salita su ed è esplosa da sola, mentre noi andavamo giù.

Evan non ha mai vissuto un’esperienza simile e crede che non potrà mai succedere di nuovo.

Evan: ci siamo svegliati in una foresta dopo circa un giorno. La caduta è stata incredibile ma io sono… praticamente immortale e Bright lo stava diventando.

Matthew: che cosa avete fatto in questi mesi?

Evan: abbiamo vissuto non lontano da qui, a Bakersville.

Rose e Ben si guardano, confusi

Evan: siamo stati ospitati.

Rose: da chi?

Evan guarda Rose, non è pronto a rispondere in questo momento.

Matthew: beh, come ti senti Brighty?

Bright guarda Matt, sorridente.

Bright: affamato.

Matthew: normale.

Bright: ho sempre voglia di… Ho sempre voglia di farlo.

Evan non vorrebbe ascoltare. Non vuole.
Rose: farlo?
Matthew: sesso. Vuole sempre fare sesso, ordinaria amministrazione quando ti trasformano. Ma quando eri una creatura così pura, c’è quel conflitto “vorrei farlo, ma c’è ancora una parte di me che lo ritiene sbagliato.” E questo ti fa venire ancora più voglia.
Bright: già, vuoi farlo?
Matthew: oh, Brighty.

Evan si alza, non può più sentire. Rose è semplicemente sconvolta.

Evan: devo andarmene.

Rose: cosa?

Evan: devo andare da mio fratello.

Benjamin: vuoi che ti accompagni?

Evan: no, no, ho bisogno di stare da solo.

Evan si allontana velocemente, raggiungendo la porta come se fosse la via della salvezza.

Bright: mi odia.

Rose lo guarda, incredula

Rose: no. Che cosa dici?

Bright: non lo riconosco. Non l’ho riconosciuto. Non so chi sia e non so chi siate voi. Mi odia perché non posso amarlo. Non posso se non lo conosco.

Rose è contenta di rivedere Bright, ma questa situazione – aggiunta alla tragica morte di Gabriel – è letteralmente un incubo.

Bright: ho bisogno di una doccia. Ho bisogno di sangue. E mi sto annoiando.

Matt lo guarda, capisce esattamente quello che sta provando.

Matthew: qui fuori c’è una Mercedes, aspettami dentro.

Bright sorride, divertito.

Bright: ok.

L’angelo-vampiro si alza, procedendo verso l’uscita.

Rose: che diavolo stai facendo?

Benjamin: sai quello che sta provando, vero?

Matthew: uh, per una volta concordiamo Ben Ben.

Rose: che cosa sta succedendo?

Matthew: Bright era un angelo, una creatura pura. La trasformazione è stata uno choc. Il suo corpo non riconosce l’oscurità quindi si è momentaneamente difeso, dimenticando ciò che era prima.

Rose: vuoi dire che passerà?

Matthew: in futuro, sì. Ma ogni angelo è diverso. E conosco solo un’altra persona che è diventata vampiro dopo esserlo stato.

Benjamin: te.

Rose: per te quanto è durata? La perdita di memoria.

Matthew: 25 anni.

Ben e Rose si guardano, sconvolti.

Matthew: lasciate che mi prendi cura di lui oggi, gli parlerò un po’, lascerò che si rilassi. Voi… tenete d’occhio Leda.

Rose: Tatia resterà con lei. Io e Ben dobbiamo andare alla riserva.

Matthew li guarda, curioso.

Matthew: per fare cosa?

Rose: per scoprire come è morto Gabriel.

  • Biblioteca del Twinswood Community College

Emma ama il posto: è poco affollato e lo conosce bene – nel futuro non cambierà molto, ma ciò che le piace di più è l’odore dei libri, è un qualcosa che lei ed Oliver condividevano alla perfezione. Mentre gli altri studenti procedono a ripassare le prime lezioni, la strega studia incantesimi, incantesimi che l’aiuteranno a tenere testa a …

Sei sempre stata studiosa”

Jack – abbottonandosi la giacca – si siede davanti a lei.

Emma: cosa ci fai qui?

Jack: ho un interessante questione da proporti.

Emma: non mi interessa sentire.

Jack: forse interesserà a mia madre o mio padre

Emma lo guarda, sorpresa

Jack: io non devo giocare secondo le regole, Emma. Sono il mago più potente che abbia mai camminato su questa terra.
Emma: non puoi interagire con i tuoi genitori. Lo sai quale sarebbero le conseguenze.
Jack: non se alla fine di tutto questo si dimenticheranno di me. Come hanno dimenticato Oliver. Che triste destino il suo. Un eroe che nessuno festeggerà.
Emma: stai zitto!

Emma urla, anche se non vorrebbe farlo. Per qualche secondo, gli altri studenti in biblioteca si girano.
Jack: uh, stai architettando qualcosa con le tue sorelline streghe?! Mi conosci, Emma. Sai che non mi piace quando giochi alle mie spalle.
Emma: non puoi toccarle. Come non puoi toccare me.
Jack: una volta ti piaceva farti toccare da me.
Emma lo guarda, disgustata, abbassando il capo
Jack: troverò il modo per rompere l’incantesimo e smembrare i corpi delle tue amichette streghe. D’altronde, mi conosci. Io sono quello che ha spezzato le gambe a sua madre, l’ha mandata in un’altra dimensione e sono quello che ha torturato fino alla pazzia suo padre. E… ucciso il proprio fratello qualche annetto dopo. Conosci il mio curriculum.

Emma: sei un mostro.

Jack: sai cosa stava facendo prima che lo ammazzassi?! Guardava i nostri genitori… essere felici. Non è poetico?
Emma: hai ucciso tuo fratello. Il tuo stesso fratello.
Jack: sì. Oh mio Dio, sono un mostro. L’hai già detto.
Jack sorride, prendendola in giro, usando il suo fastidioso tono sarcastico.
Emma: che cosa vuoi?
Jack: cosa ci fai qui, Emma? Cosa speri di ottenere facendo amicizia con mia madre?
Emma: se devi uccidermi, fallo ora.
Jack: rispondimi. Non puoi riavere Oliver. Che cosa vuoi da mia madre?
Emma: ho detto uccidimi.
Jack: e perché mai dovrei farlo?! Averti tolto la possibilità di avere un finale felice con mio fratello è una punizione sufficiente.
Emma: perché?!
Jack: perché doveva andare così. Ora non so che cosa hai in mente. Ma sai benissimo che non puoi rivelare a mia madre da dove vieni o chi sei. Sai benissimo cosa succederebbe. Quindi se vuoi essere la mia spina nel fianco. Sii più creativa, amore.
Emma: non chiamarmi così.

Jack: devo rivelarti una questione interessante in realtà. Bright è vivo.

Emma lo guarda, sconvolta

Emma: cosa?!

Jack: sì, è la stessa reazione che ho avuto io, considerando che mio fratello aveva preso il suo secondo nome per un motivo preciso.

Emma: è impossibile.

Jack: qualcuno sta giocando con il passato. Ma la cosa più interessante è che… questo manda a puttane il principio di consistenza di Novikok.

Emma: il passato è immutabile. Gli eventi devono essere determinati sia dagli eventi passati che dagli eventi futuri, è sempre stata una legge.

Jack: beh, lascerò che tu e le tue sorelle facciate tutto il lavoro. Spero che poi mi farai sapere, ci conto, amore.

Emma lo guarda ancora, ogni volta che lo fa ci vede qualcosa di Oliver e questo la distrugge.

Jack: buona giornata di studio.

  • Riserva di Twinswood

Rose non pensava che “odore di morte” fosse un termine così letterale. Nella cabina di Gabriel ci sono lei, Benjamin e il pack master.

L’uomo – che ha cresciuto Gabriel – è sconvolto come e più di tutti.

Packmaster: il medico legale ci darà i risultati presto, ma sembra una morte naturale. Non ci sono segni né morsi né…

Benjamin lo guarda, confuso

Benjamin: morte naturale a 18 anni.

Rose guarda il letto sul quale Leda ha trovato Gabriel, con enorme difficoltà si avvicina.

Packmaster: credo sia inutile.

Rose: qui a Twinswood non è mai inutile.

Benjamin: vuoi che lo faccia io?

Rose fa cenno di no con il capo

Rose: è troppo pericoloso per te. È magia…

Ben, come al solito, deve tirarsi indietro quando si tratta di incantesimi grossi, per paura di ricadere nell’oscurità. Odia non poter aiutare.

Rose: ho una collana di Gabriel qui.

Packmaster: come funziona?

Rose: ogni morte lascia una traccia.

Rose apre la borsa, prende il libro.

Rose: dalla morte alla vita, prendi la forma, mostra la via, dal colpevole torna.

Improvvisamente, succede una cosa che non è mai successa rispetto a questo incantesimo. Rose perde i sensi.

Ma in quell’attimo, in quei pochi secondi, vede qualcosa. Una figura incappucciata, con un enorme mantello che tocca il pavimento della cabina. È accanto a Gabriel, poi nella foresta, poi davanti ad una porta, poi di nuovo accanto a Gabriel, che lo fissa. Una mano sulla testa del lupo e strane parole incomprensibili.

Ma Rose sembra quasi riconoscere chi c’è dietro, CONOSCE quella persona, ma non può vederne il volto. Conosce gli odori, le sensazioni, perfino i suoi ricordi.

 

  • Casa di Matthew, Twinswood

Matthew entra nella sua stanza da letto con solo un asciugamano a coprirgli le parti intime; così come Bright che ha appena finito di farsi la doccia nel bagno al piano superiore.

A Bright piace quel che vede; forse gli piace anche troppo.

Matthew: angioletto, sei ancora qui?

bradley james shirtless merlin

Bright: pensavo di poter passare la notte qui. Non ho una gran voglia di tornare da Rose, Evan e…

Matthew lo guarda – ha 700 anni – sa quando qualcuno lo vuole.

Matthew: Bright…

Bright si avvicina lentamente, facendo cadere l’asciugamano.

Matthew guarda – non può farne a meno, è curioso di natura.

Matthew: ah, bene.

Bright inizia ad accarezzargli il petto

Matthew: Brighty, sei appena stato trasformato e sei sempre eccitato ed hai sempre sete, lo capisco.

Bright: no, non capisci.

Bright si avvicina alla bocca di Matthew, dovendo alzare i piedi. I due si scambiano un bacio che dura pochi secondi, ma che riesce a far – brevemente – incontrare le loro lingue.

Matthew: BRIGHT, NO!

Matthew lo sposta, finalmente.

Bright: perché no? Perché sono un uomo?

Matthew: no. Perché sei amico di Rose. E ora sei in uno stato…

Bright: sono eccitato.

Schermata 10-2457318 alle 14.35.56

Matthew: sì, posso vederlo. Ma… no. Non fraintendermi sei… piacevole.

Bright sorride.

Matthew: ma preferisco le donne. E…

Bright: Rose. Sì, l’ho capito. Non incolpare un ex angelo per averci provato!

  • Riserva di Twinswood, Aria Aperta

Rose ha appena ripreso conoscenza, è sconvolta e tachicardica, non capisce che cosa sia successo.

Benjamin: pensavo dovesse apparire una specie di luce gialla o cose del genere. Come stai?

Rose: doveva e sto bene.

Packmaster: cosa è successo?

Rose: qualcuno ha ucciso Gabriel.

Ben e il pack master sono confusi quanto Rose. Il cellulare della ragazza vibra, si tratta di Matthew.

Rose: arrivo subito.

Rose si allontana momentaneamente, rispondendo al telefono.

Wow, sei arrivata presto”

Matthew apre la porta, sorpreso. Rose è appena arrivata.

Rose: dov’è lui?

Matthew: sembri un pochino scossa, cosa è successo?

Rose: andiamo, Ben è in macchina. Mi sta aspettando. Cos’è così urgente?

Matthew: Bright c’ha provato con me.

Rose lo guarda, sconvolta.

Rose: cosa?!

Matthew: sì, era tutto “voglio un po’ d’azione VM18”

Rose: oh mio Dio.

Matthew: perché sembri così sorpresa? SAI, per il resto del mondo – e per RESTO DEL MONDO intendo tutte le persone che non si chiamano “Rose Wilson” – sono una creatura abbastanza piacente. 

Rose: lo so.

Matthew la guarda, sorpreso

Matthew: lo sai?!

Rose: voglio dire… non sei brutto.

Matthew: wow, grazie.

Non verrò con te”

Bright scende le scale della casa, finalmente con dei vestiti.

Rose: Bright, per favore. Qualunque cosa ti stia succedendo noi possiamo aiutarti. Possiamo aiutare.

Bright: ah sì?

Rose: sì, deve esserci qualcosa nel libro, puoi tornare quello di prima.

Bright: quello di prima?

Bright finalmente raggiunge i due vicino alla porta.

Rose: sì.

Bright: quello che si faceva mettere i piedi in testa da tutti e se ne stava lì, zitto in un angolo a farsi rapire e trascinare ovunque?

Rose: Bright…

Bright: sì, Evan mi ha raccontato come ero.

Rose: Bright…

Bright: smettila di cercare di trasformarmi in ciò che ero prima. Non sono più l’innocente e dolce Bright, accettalo.

Rose: Bright…

Matthew: è come Britney.

Bright e Rose guardano Matthew.

Matthew: “I’m not that innocent,” cavolo non c’è gusto con voi.

Rose: sei migliore di così, Bright.

Bright: posso essere totalmente onesto?

Rose: certo.

Bright: non riesco proprio a capire perché siano tutti innamorati di te. Sei così… banale.

Rose lo guarda, è la seconda volta – in un giorno – che viene ferita da una persona amica.

Bright: starò qui stanotte. Se non volete mandarmi a dormire sotto un ponte.

Bright ritorna su, infastidito.

Matthew: wow. Questa ha fatto male.

Rose guarda Matt, non è decisamente la sua giornata.

Rose: ho bisogno che tu mi faccia un favore.

Matthew: e chi guarda l’angioletto?

Rose: onestamente, credo che voglia stare da solo in questo momento. Ed è meglio se starà da solo, così non potrà ferire nessuno.

Matthew: Rose, sai che… quello non è Bright e…

Rose: non preoccuparti. Oggi è… Oggi è una giornata difficile per tutti.

Matthew la guarda – è innamorato di lei, farebbe qualsiasi cosa a questo punto per farla stare meglio.

Matthew: cosa posso fare?

Rose: ho bisogno che Luke sappia di Gabriel. Ho bisogno che Luke veda Leda.

Non avrei immaginato di rivederti così presto”

Matthew guarda Tiberius, è la stessa cosa che ha pensato lui – onestamente, non avrebbe mai voluti ritrovarsi in quella situazione, di nuovo.

Matthew: sì, ma… devo chiederti… Chidervi una cosa.

Tiberius: in realtà anche io.

Tiberius

Matthew: davvero?!

Tiberius: avrai notato che in questa casa sono tutti incredibilmente attraenti.

Matthew: sì, posso vedere.

Tiberius: ho pensato, ho 3000 anni, sono stufo di vivere in un modo dove esiste anche la gente brutta. Allora mi sono detto “creo il mio piccolo mondo perfetto.” E ho deciso che tu ne farai parte. Anche se, voglio dire… non prenderla sul personale ma non impazzisco per il tuo naso.

Matthew: Tiberius, sono qui per parlarti…

Tiberius: uh, è Martedì e c’è il gruppo d’ascolto di Scream Queens. Non posso darti retta ora. Costringo i miei seguaci a guardarlo insieme a me. Non lo capiscono, ma fanno finta di adorarlo per compiacermi. Spero che non venga cancellato, dovrei vampirizzare Ryan Murphy e ho sentito che è una vera spina nel fianco.

Matthew: Tiberius, ho bisogno di vedere Luke.

Tiberius lo immaginava – in fondo.

Tiberius: wow, è un tipo veramente richiesto, quasi più di me e della strega.

Matthew lo guarda, confuso.

Matthew: la strega?

Tiberius: sì, la voglio. Da quando è venuta qui non faccio che pensare a lei. CHIAMATE IL MIO FIDANZATO!

Tiberius avverte le guardie alle porte, urlando.

Matthew: la vuoi?

Tiberius: Luke mi ha già promesso che me la porterà.

Matt lo guarda, sconvolto.

Lasciatemi stare”

La porta principale si apre, Bright viene spinto dalle guardie di Tiberius nella grande sala.

Matthew: Bright.

Tiberius: a quanto pare qualcuno ti ha seguito.

Matthew: ti avevo detto di restare a casa!

Tiberius: e tu che cosa sei?

Tiberius si avvicina a Bright, curioso

Bright: sono un angelo. Un ex angelo, ora vampiro.

Tiberius lo guarda, estasiato. È come un nuovo giocattolo pronto ad essere scartato.

Tiberius: che bello, ho sempre desiderato un angelo appena trasformato. Sarai come il mio campanellino, brilli ancora, angioletto?!

Bright: chi diavolo è questa sfranta?!

Matthew: BRIGHT!

Matthew, terrorizzato, riprende Bright.

Tiberius: sfranta?

Bright: nessuno mi userà. E nessuno mi toccherà, coglione.

Matthew: oh mio Dio, siamo così morti.

Tiberius: coglione?

Bright: a meno che tu non voglia vedere questa bettola trasformata in un flipper luminoso.

Tiberius: ok.

Tiberius avanza a velocità innaturale, spezzando il collo di Bright.

Matthew: OH CAZZO!

Tiberius: non ti preoccupare, è già morto. Si riprenderà tra circa un’ora. Portatelo nelle mie stanze.

Tiberius”

Matthew guarda in avanti, è una voce che riconosce. Sconvolto, come se avesse visto un fantasma, cerca di mantenere la calma e la lucidità.

Talos

Talos: sono qui.

Un ragazzo, moro, magro e di bell’aspetto avanza verso Tiberius, abbracciandolo.

Tiberius: hanno detto che sono una sfranta, riesci a crederci?

Talos: no.

Matthew – che conosce Talos – cerca di non renderlo noto per ora, così come Talos sembra non voler renderlo noto a Tiberius in questo momento.

Talos: è tutto pronto dillà.

Tiberius: vieni Matthew, unisciti a noi.

Matt e Talos si guardano, di nuovo, senza dire una parola.

Matthew: per cosa?!

Colonna Sonora: Donatella

Donatella” di Lady Gaga rimbomba per tutta la sala principale della villa di Tiberius, quattro ragazze sono legate – volontariamente – contro le colonne che formano un cerchio di opere d’arte.

Matthew si guarda attorno, Luke è completamente nudo, così come Lucas, che il vampiro non conosce.

Lucas
Lucas

Si fanno avanti lentamente verso le donne, mentre Talos e Tiberius restano al centro.

Tiberius: spogliati.

Matt, non volendo fare di certo la fine di Bright, inizia a spogliarsi.

Tiberius: scopa e bevi.

Una volta nudo, raggiunge Luke e Lucas, che hanno già iniziato a fare sesso con le ragazze legate, che in realtà non chiedevano altro. Sono volontarie, amanti dei vampiri.

Una di loro – quella con cui Matthew farà sesso – è incredibilmente bella, con gli occhi azzurri e un sorriso che esprime estrema felicità. Vuole essere lì, ne è estasiata.

Le urla di piacere superano il volume della musica, mentre Luke, Lucas e ora anche Matthew, posseggono violentemente le donne.

Tiberius e Talos iniziano a baciarsi al centro e a toccarsi a vicenda, mentre guardano Luke, Lucas e Matthew. È un porno gay che prende vita, ma non è decisamente tutto.

Schizzi di sangue iniziano a piovere dall’alto, le guardie di Tiberius hanno sgozzato alcune volontarie per far piovere sangue – su richiesta del loro capo.

  • Casa Wilson

Rose e Benjamin sono appena arrivati, Evan è seduto sulle scale, li aspettava.

Benjamin: posso chiederti una cosa?

Rose: certo…

I due si guardano, mentre procedono verso il vampiro

Benjamin: dov’è il libro di Ardens?

Rose: cosa?

Benjamin: il libro, dove l’hai messo?!

Rose – sorpresa da questa domanda – non sa come rispondere e non sa se deve rispondere, considerata l’influenza che quel libro ha avuto su Ben in passato.

Rose: perché me lo chiedi?

Benjamin: perché sapevo che avresti tentennato nel dirmelo.

Rose si ferma. Non vuole AFFATTO non fidarsi di lui.

Rose: ce l’ha Arbor.

Ma Rose lo sorprende e glielo dice. NIENTE segreti, non più. Anche se Benjamin ne nasconde uno decisamente più grande di lui.

Non riesco a crederci”

Matthew, ancora frastornato e confuso da quello che è successo nella villa, segue Luke che procede – tranquillo – verso il cancello e quindi l’uscita.

Matthew: dove stiamo andando?

Luke: Tiberius ci lascia una sera libera.

Matt si abbottona la camicia, togliere il sangue dalla pelle non è così facile.

Matthew: non possiamo lasciare Bright lì dentro.

Luke: vuoi parlare a bassa voce?

Luke procede, con passo fermo.

Matthew: Rose mi ammazzerà.

Luke si ferma, guardando l’amico con fermezza.

Luke: lascia fare a me, chiaro?

Matthew: Luke, devo dirti…

Luke: so che Gabriel è morto.

Matthew lo guarda, sconvolto

Matthew: oh fantastico, mi sono fatto quasi ammazzare per una notizia di cui già eri a conoscenza. E cosa ci fa Talos lì dentro?

Luke lo guarda, confuso

Luke: conosci Talos?

Matthew: è una storia lunga.

Luke: procedi.

Matthew: non riesco a credere che daresti Rose a Tiberius.

Luke: non lo farei mai.

Matthew: quindi lì dentro era una finta.

Luke: deve credere che lo assecondiamo. Pensi che sia così pazzo da salvarla a costo di farmi odiare… per poi metterla in pericolo in questo modo?

Matthew: quindi sei ancora innamorato di lei.

Luke: dobbiamo andare.

Ad aspettarli una macchina – nera – di lusso, alla guida Lucas.

Matthew: e lui?!

Luke: lui controllerà che non facciamo scherzi e ci riporterà da Tiberius.

Colonna Sonora: Another Love (fino alla fine)

Sono stato egoista”

Evan, seduto sulle scale che portano al portico di Casa Wilson, ha bisogno di sfogarsi con Ben e Rose, che sono ai lati.

Benjamin: non è vero.

Evan: sì, invece. Volevo che non morisse. Sapevo che in qualche modo sarei sopravvissuto e non volevo perderlo. Non potevo. E l’ho fatto. Gli ho spezzato il collo. L’ho fatto per me perché sono un cazzo di egoista. Sarei esploso nel cielo per lui…

Con voce spezzata e totale disperazione, Evan ricorda quel momento in modo fin troppo vivido, il momento in cui ha ucciso la persona che ama.

Evan: e ora lui non si ricorda di me. Non si ricorda di voi. Tutto per una scelta che ho fatto io.

Rose: non volevi perderlo. Nessuno vorrebbe perdere la persona che ama.

Evan: Leda ha perso Gabriel e lui non voleva diventare un vampiro. Forse non avrebbe voluto neanche Bright e io… Io gliel’ho imposto.

Rose: sono sicura che… Bright l’avrebbe fatto per te.

Benjamin: hai noi. Non devi mai dimenticarli. Hai noi, Evan.

Evan: ragazzi…

I tre guardano in avanti, sul lago davanti alla casa – il loro lago – planano due angeli, le loro ali sono completamente bianche – a differenza di quelle di Bright e Matthew. Rose non si abituerà mai a vedere un angelo che vola, è uno spettacolo meraviglioso.

Con un colpo secco e deciso, ma anche delicato assurdamente, i due atterrano nell’acqua.

John

Arrivati alla riva, gli angeli ci mettono un po’ per ritrarre le ali, è un processo doloroso e fisiologico che richiede qualche minuto, minuti che Evan, Rose e Benjamin usano per avvicinarsi ai due.

Uno di loro è un angelo noto – John, fratello di Bright.

John: Rose.

L’altro angelo non parla, si limita a guardare i tre in modo autoritario, deve essere un pezzo grosso.

Rose: cosa ci fate qui?

John: siamo qui per Bright.

Rose: per Bright?

John: per arrestarlo e portarlo con noi.

  • Casa sul Lago Whittermore

Leda è riuscita a cambiare stanza, ora è in salone, beve una tazza di Thé che Tatia le ha assurdamente preparato.

Tatia: spero che vada bene.

Leda: è solo Thé.

Tatia: wow, il lutto rende le persone cattive.

Leda, di nuovo, si blocca.

Tatia: mi dispiace per Gabriel. Davvero.

Ma poi guarda, finalmente, Tatia.

Leda: davvero? Non lo conoscevi neanche bene.

Tatia: beh… mi dispiace ugualmente.

Leda: lui non lo saprà mai. Che ti dispiace, intendo…Non potrà mai più conoscere nuove informazioni. O nuove persone. O dormire. Mangiare. Studiare.

Tatia: Leda…

Il campanello rompe un momento che Tatia avrebbe trovato difficile da gestire. Va ad aprire, sperando che siano Rose e Ben.

Ma è qualcuno che forse sperava di vedere ancora di più: LUKE.

Tatia: oh mio Dio.

Senza neanche pensarci, Tatia gli dà un bacio sulla bocca, lasciando Matthew di sasso.

Matthew: nessuno accoglie mai me così.

Luke ricambia il bacio, contento di vedere Tatia, che si ritrae, quasi imbarazzata.

Il vampiro guarda poi in avanti, Leda si è alzata. Senza esitare – neanche per un secondo – va verso di lei e l’abbraccia. La ragazza si lascia andare, ricambiando l’abbraccio del suo fratellone. Era ciò di cui aveva bisogno, nonostante tutto AVEVA BISOGNO DI LUI. Di Luke, della persona che le ha cambiato la vita, della persona che – qualunque cosa abbia fatto – resterà l’unica che l’ha sempre protetta.

Luke: andrà tutto bene.

Luke prende il viso della sorella tra le mani.

Leda: è morto, Luke. È morto.

Luke: lo so. Mi dispiace da morire, tesoro mio.

Leda”

Luke si gira, furioso. Gli aveva detto di rimanere in macchina, Lucas è entrato in casa.

Leda: oh mio Dio.

Sconvolta – e cominciando a credere che questa sia davvero una realtà parallela – Leda resta di nuovo senza parole.

Rose e Ben arrivano alla porta, trovando una situazione alquanto inquieta. Luke è lì, Ben lo guarda come se volesse sbranarlo. Nessuno sa esattamente cosa sta succedendo.

Rose: oh…

Luke: wow, iniziano i giochi.

Rose: dov’è Bright?!

Matthew e Luke si guardano, preoccupati.

Rose: dov’è?!

Fine episodio.

Nota dell’autore: mi raccomando, commentate l’episodio sul blog. Vi aspetto il prossimo Giovedì con un nuovo episodio! Se usate l’hashtag #spellbook su Twitter sarete ritwittati!

Comments

comments

42 thoughts on “Spellbook 4×02 I Would Explode in the Sky For You

  • 22 ottobre, 2015 at 2:39 pm
    Permalink

    La scena a casa di Tiberius………….fa caldo.
    Bellissimo episodio Luigi, complimenti davvero!

    • 22 ottobre, 2015 at 2:46 pm
      Permalink

      Ahahaha, molto hot. Grazie Giusy!

  • 22 ottobre, 2015 at 2:40 pm
    Permalink

    Tipo che adesso Rose si mangerà Matthew vero????? Non vedo l’ora che sia giovedì, stagione col botto toto!

    • 22 ottobre, 2015 at 2:46 pm
      Permalink

      SE LO MAGNA.
      Ahah

      Grazie mille

  • 22 ottobre, 2015 at 2:54 pm
    Permalink

    Ciao Luigi,
    Parto subito con il dire che questa stagione sembra interessantissima con i viaggi nel tempo e i vari cattivi che hai introdotto.
    Sono molto curioso di scoprire Lucas e il suo passato con Leda perché prevedo tanta sofferenza e già mi piace.
    Tiberius che guarda Scream Queens fantastico, inizierà a chiamare gli altri Tiberius #2 #3 Et?
    Sei un grande!

    • 22 ottobre, 2015 at 2:58 pm
      Permalink

      Grazie mille Lorenzo, fortissimo il riferimento a Scream Queens ahah

  • 22 ottobre, 2015 at 3:08 pm
    Permalink

    La figura incappucciata è…. Voldemort! ahahahah
    No comunque io amo queste faccende dei viaggi nel tempo, ho amato fringe e sono curiosissima di sapere come organizzerai la storia.
    Voglio farti i complimenti per questi primi episodi perché Spellbook non annoia mai ed è sempre avvincente! Al prossimo giovedì :)

    • 22 ottobre, 2015 at 3:23 pm
      Permalink

      Grazie mille, Laura! :)

  • 22 ottobre, 2015 at 3:25 pm
    Permalink

    Wow! Che episodio fantastico!
    Mi piace molto vedere questo nuovo Bright e non vedo l’ora di leggere come ricostruirà la sua vita ora che è senza memoria, è come una pagina bianca. Se da una parte mi piace il cambiamento di Bright dall’altra mi dispiace tanto per Evan, che insieme a Luke è forse il mio preferito, sarà interessante leggere come affronterà la situazione e come potrà farcela senza l’amore di Bright che fino ad ora lo aveva sempre salvato.
    La storia di Jack, Emma e Oliver mi incuriosisce molto, spero che vedremo dei flashback su di loro e anche sui viaggi nel tempo, sul rapporto tra passato e futuro e soprattutto capire se c’entra qualcosa con la figura incappucciata che ha visto Rose.
    Ultima cosa… Grazie per Luke DeLuc!!! Nella puntata di oggi stato fantastico, il suo voler proteggere Rose ancora, il suo incontro con Leda è stato dolcissimo, è bello vedere come Leda si sia gettata su di lui come se fosse la sua ancora di salvezza e anche con Tatia è stato stupendo… ho sempre shippato Roke, ma ora Tatia e Matthew mi stanno piacendo veramente tanto, credo che Tatia abbia bisogno di un po’ di calma e serenità e Like debba staccarsi un po’ da Rose.
    Grazie per questa stagione che è iniziata benissimo… non vedo l?ora di legere il prossimo… Complimenti!

    • 22 ottobre, 2015 at 3:30 pm
      Permalink

      Grazie mille, greta, contentissimo che l’episodio ti sia piaciuto.

      Bright è tabula rasa, ma sicuramente tutto quello che sta facendo avrà delle conseguenze anche su Evan… che cambierà molto in questa stagione.

      Prego per Luke, è anche uno dei miei personaggi preferiti.

      Grazie mille! :)

  • 22 ottobre, 2015 at 3:49 pm
    Permalink

    Episodio meraviglioso

    • 22 ottobre, 2015 at 3:52 pm
      Permalink

      Grazie mille, Valeria! :)

  • 22 ottobre, 2015 at 3:51 pm
    Permalink

    Che bello 2 telefilm su carta alla settimana ci vizi proprio Totino!
    Questa puntata è stata fantastica ed ha confermato l’idea che mi sto facendo su Jack, mi piace tanto Emma anche se avrei voluto rivedere le altre (che non ho capito se sono sorelle o solo amiche boh, non so se lo hai già detto su facebook)
    Matthew e Rose sempre piu’ ship anche se la amo anche con Ben
    Un saluto e al prossimo giovedi anzi mercoledì per orange county!

    • 22 ottobre, 2015 at 3:53 pm
      Permalink

      Che bel commento! Grazie, a Mercoledì!
      Quelle di Emma sono amiche/sorelle, ma questo dettaglio verrà chiarito nell’episodio 4×04

  • 22 ottobre, 2015 at 4:15 pm
    Permalink

    Manca Arbor!

    Caro Luigi, capisco il sovraffollamento delle vicende, ma… manca lui, mi sta simpatico! 😀

    A quanto pare nel futuro di Jack ed Emma… Bright non c’è… questo vuol dire che il futuro sta cambiando? Che è successo qualcosa, o qualcuno che ha cambiato il corso degli eventi?

    Il dolore di Leda è comprensibile, e non è che Luke farà quello che ha chiesto a Rose?

    Conosciamo già chi ha ucciso Bright?

    ok, questo mio commento sembra più un Ask Toto XD.

    “L’orgia” A casa di Tiberius mi ha ricordato un sacco True Blood, forse sono io… o forse era volontario =)

    Adoro Spellbook, e continuo a dire che un episodio a settimana è poco, ma tu sei super impegnato, quindi porterò pazienza.

    Sei sempre un grande, Luigi 😉

    Baci Angy

    • 22 ottobre, 2015 at 4:35 pm
      Permalink

      L’orgia era sicuramente un riferimento volontario sia a TB che AHS

      Per ora non posso rispondere alla domanda su chi ha ucciso … intendevi Gabriel forse?

      Grazie mille, cara!

      • 22 ottobre, 2015 at 4:58 pm
        Permalink

        Ho sbagliato a scrivere il nome, ero concentrata su Bright ( o meglio i suoi addominali XD ) e ho sbagliato.

        Intendevo, conosciamo chi ha ucciso Gabriel o è una nuova minaccia?

        Ancora complimenti :*

        Angy

        • 22 ottobre, 2015 at 4:59 pm
          Permalink

          Non posso dirlo, perché sarà UN ENORME SOPRESA.

          Grazie mille, cara.

  • 22 ottobre, 2015 at 5:04 pm
    Permalink

    meraviglioso

    • 22 ottobre, 2015 at 5:12 pm
      Permalink

      Grazie mille! :)

  • 22 ottobre, 2015 at 5:05 pm
    Permalink

    Uno dei miei episodi preferiti. Leggere di Luke e Leda che si ritrovano è stato emozionantissimo una scena fantastica. Anche il bacio con Tatia *__*
    Lukkino mio

    • 22 ottobre, 2015 at 5:12 pm
      Permalink

      Grazie mille, Paola! :)

  • 22 ottobre, 2015 at 5:09 pm
    Permalink

    Non commento mai ma stavolta dovevo farlo, questa storia è sempre sempre bellissima. Non c’è una puntata che non mi sia piaciuta perché sei capace di creare tutti questi misteri e queste domande che non ti stancano davvero mai. Ora sono curiosissimo di scoprire chi ha ucciso Gabriel e nion vedo l’ora di leggere anche Bakersville perchè ci sono un sacco di collegamenti. Chi ha ospitato Bright ed Evan?
    ti faccio i complimenti perchè non mi appassiono mai a queste cose come fan fiction e simili, ma Spellbook è meraviglioso

    • 22 ottobre, 2015 at 5:13 pm
      Permalink

      Grazie mille, Ignazio e benvenuto tra i commentatori! :)

    • 22 ottobre, 2015 at 6:33 pm
      Permalink

      Grazie sei fantastico

      • 22 ottobre, 2015 at 7:51 pm
        Permalink

        Troppo gentile

  • 22 ottobre, 2015 at 6:34 pm
    Permalink

    mi hai messo in seria crisi caro Toto, ora shippo anche Matthew e Rose nonostante io sia una Brose convintissima fin dall’inizio.

    • 22 ottobre, 2015 at 7:51 pm
      Permalink

      Dai, un po’ di crisi fa bene ahah, grazie mille!

  • 22 ottobre, 2015 at 6:37 pm
    Permalink

    Ciao Luigi,
    mi piacciono tantissimo Matthew e Rose e le loro scene, hanno un sacco di chimica ma come ti dicevo su Facebook vorrei arrivare a vederli insieme solo se lei sarà coinvolta quanto lui ed ora c’è ancora Ben nel suo cuore.
    Come diceva qualcuno qui sopra mi piace la teoria di Rose come cattiva dal futuro, potrebbe aver ucciso lei Gabriel chissà, sarebbe un colpo di scena
    Benjamin effettivamente per ora ha fatto poco ma voglio aspettare prima di dire la mia
    Luke mi sta piacendo in questa stagione e Leda finalmente ha lo spazio che si merita
    next step: Tatia, graze shah

    • 22 ottobre, 2015 at 7:52 pm
      Permalink

      Ciao, ti ringrazio.
      Guarda, keep on reading e… potresti essere sorpresa!

      Grazie mille!

  • 22 ottobre, 2015 at 9:00 pm
    Permalink

    Un altro bellissimo episodio, ormai aspetto SB più di un telefilm vero!

    • 22 ottobre, 2015 at 9:06 pm
      Permalink

      Grazie!

  • 22 ottobre, 2015 at 9:02 pm
    Permalink

    Bright in questa versione mi fa impazzire *_* anche se povero Evan mi ha fatto tanta pena nella scena con Rose e Ben, voglio sapere chi ha ucciso Gabriel anche se ho i miei sospetti, ovvero qualcuno venuto dal futuro. Leggendo gli altri sono abbastanza d’accordo su quello che hanno detto. Vorrei più spazio per Tatia spero che approfondirai la sua storia con Luke

    • 22 ottobre, 2015 at 9:07 pm
      Permalink

      Grazie mille, approfondiremo sicuramente le interazioni con Luke! :)

  • 22 ottobre, 2015 at 9:03 pm
    Permalink

    Bright in questa versione mi fa impazzire *_* anche se povero Evan mi ha fatto tanta pena nella scena con Rose e Ben, voglio sapere chi ha ucciso Gabriel anche se ho i miei sospetti, ovvero qualcuno venuto dal futuro. Leggendo gli altri sono abbastanza d’accordo su quello che hanno detto. Vorrei più spazio per Tatia spero che approfondirai la sua storia con Luke

    • 22 ottobre, 2015 at 9:07 pm
      Permalink

      Doppio commento? xD

  • 22 ottobre, 2015 at 9:04 pm
    Permalink

    Bellissima puntata ma mi è mancato Max Riemelt, inoltre non doveva arrivare Tom Felton? e Arbor? Eh Luigi eh? (scherzo)

    • 22 ottobre, 2015 at 9:07 pm
      Permalink

      Max, Arbor e Tom saranno tutti nel prossimo episodio e non scherzo, Cristina!

  • 22 ottobre, 2015 at 9:09 pm
    Permalink

    ahahahaha

    • 22 ottobre, 2015 at 9:12 pm
      Permalink

      😉

  • 22 ottobre, 2015 at 9:11 pm
    Permalink

    scusa pensavo non si fosse pubblicato

    • 22 ottobre, 2015 at 9:13 pm
      Permalink

      Non ti preoccupare! :)

Comments are closed.