Crea sito

Spellbook 3×07 Across the World

MESSAGGIO IMPORTANTE: SE VOLETE CHE LA STORIA CONTINUI, COMMENTATE NEL BLOG, SCRIVETE COSA NE PENSATE, I VOSTRI PERSONAGGI PREFERITI, E LE VOSTRE IMPRESSIONI. MI RACCOMANDO, è IMPORTANTE CHE VOI LO FACCIATE, GRAZIE, E BUONA LETTURA:

Vorrei ricordare che SPELLBOOK non è esattamente un racconto, o un romanzo, è una storia che ha lo stile di una sceneggiatura. Viene lasciato molto all’immaginazione del lettore, ed i passi sono più brevi. E tutto ciò è fatto APPOSITAMENTE.

Per godere appieno l’episodio vi consiglio di aprire i link delle canzoni ogni volta che ne trovate una. Sono evidenziati.

PREVIOUSLY ON SPELLBOOK

PER LEGGERE I PRECEDENTI EPISODI CLICCATE QUI

Luxury-Dining-Room

Rose cerca di aprire gli occhi lentamente, li sente quasi attaccati, come se fossero incollati da qualche strana sostanza; la testa è pesante, come quando si dorme qualche ora in più. Riesce a vedere in modo sfocato le sue mani su quello che sembra un lussuoso tavolo da pranzo, ha molta sete, deve bere.

Schermata 10-2456961 alle 14.47.53

Lentamente tenta di aprire gli occhi in modo completo, riconosce quelle pareti, quelle tende, quello stile. Riconosce anche l’odore della sala. Tenta di sgranchire le gambe, ma non le è possibile, è come se fosse legata ma non ci sono corde, è come se fosse costretta ma non c’è nessuno che la ferma.

Ardens: finalmente.

Rose lo vede, è all’altro lato del tavolo. Lontano da lei. Tenta di muoversi, di alzarsi, ma è tutto inutile.

Ardens: non sforzarti, Rose. Non puoi.

Lo stregone si alza, finalmente, sbottonando il bottone più alto della camicia.

daniel-radcliffe-horns

Ardens: avrai sete, l’incantesimo del sonno ha questo effetto.

Rose: dove sono?

La strega si guarda ancora attorno, sicura di riconoscere il posto.

Ardens: sei a villa Whittermore.

Ora ha tutto più senso, Rose è già stata in quella casa, più volte, ma mai nella sala da pranzo.

Rose guarda Ardens, perplessa.

Rose: sei solo un ragazzo.

Ardens sorride, annuendo.

Ardens: il mio aspetto è quello di un ragazzo.

Rose: come?!

Ardens: diciamo che… è complicato.

Rose: è un modo per non rispondere?

Ardens: ho sacrificato 10 streghe per mantenere la giovinezza. Ti piace questa risposta?

Rose lo guarda, sconvolta; pensava che sarebbe stato del tutto diverso.

Ardens: Rose, dobbiamo parlare.

Rose: vuoi uccidermi?

La strega lo dice e basta, non ha di certo voglia o forza per dietrologie. Ardens sorride

Ardens: no. Perché dovrei?

Rose: è ciò che voleva tuo figlio. È ciò che voleva tuo nipote.

Ardens fa un grosso sospiro, con la mano e la magia porta un bicchiere a sé, è pieno d’acqua.

Ardens: Alec era troppo… come dire, governato dagli istinti. Non fraintendermi, era mio figlio, ma… era così concentrato su quella profezia di Lisandra, di te come sua fine.

Rose: di cosa parli?

Ardens: ne sai davvero poco. Mi sorprende. Prima di morire sul rogo Lisandra promise ad Alec che la sua fine sarebbe avvenuta per mano di una giovane strega.

Rose: ma è stato Benjamin ad ucciderlo.

Ardens: ma l’ha fatto perché si è innamorato di te. Non aveva trovato il coraggio di ferire suo padre prima di quello. Ciò che l’ha spinto è stato il fatto che tu eri in pericolo.

Rose: cosa vuoi?

Ardens: ho una curiosità, in effetti. Perché non hai ucciso Benjamin?! Un’eroina che non uccide un cattivo. Insomma, Rose. Tu non fai sempre la cosa giusta? Lisandra sarebbe ancora viva, avresti vendicato Ania e Lauren. Anche Buffy ha ucciso Angel. Perché Alec sì e Benjamin no? Solo perché vuoi portartelo a letto?!

Rose: mi fai schifo.

Rose lo guarda, tentando di capire quale sia il suo gioco.

Ardens: oh, Rose. Non sbarellare, era una leggera provocazione e abbiamo appena iniziato. Forse è Benjamin che ti fa sentire così. Ben, Ben, Ben, Ben…

Rose lo guarda, tentando di non dire qualcosa di stupido. Non lo conosce, non sa come sia fatto. Anche se ancora, stranamente, continua a provare quella sensazione di forte familiarità.

Ardens: ho grandi piani per Ben. Quel ragazzo ha potenziale.

Rose: lascialo stare!

Ma Rose non può contenersi in questo caso.

Ardens si avvicina, ponendo una mano avanti, tentando di sfiorare il volto di Rose, il palmo della sua mano presenta una ferita.

Ardens: già, non posso toccarti.

Rose lo guarda, confusa.

Ardens: pensavi che fosse una cosa tua e di Benjamin? Anche Tatia non può toccarti. Andiamo Rose, avrai qualche domanda. Io sono qui per darti le risposte.

Rose: che cosa vuoi da me?

Ardens: voglio…

Ardens la guarda, vestita in quel modo gli riporta alla mente numerosi ricordi.

Ardens: ci arriveremo.

school_hallway_by_eldon14-d4x3dve

“Marc, no!”

Il secondo piano della Twinswood High è completamente buio, la musica della festa rimbomba ancora prepotentemente, tanto da arrivare al corridoio dove Alex si è appena ritrasformato in una persona. È completamente nudo, la pelle si sta riabituando ad uno scheletro umano, quindi è piena di graffi, di segni, di ferite. È il dolore più forte che si possa provare, ma ad Alex non interessa in questo momento, Marc è a terra, l’ha morso.

Alex: Marc, Marc, rispondimi…

Marc guarda Alex, la testa gira vertiginosamente, inizia già a sudare freddo, ma conosce benissimo gli effetti di quel morso.

Alex: no, no, ti prego.

Alex si fa avanti, prendendogli il viso. È nella disperazione più totale.

“Alex”

Lins è finalmente arrivata con un libro, Violet è dietro di lei.

Lins: che diavolo è successo?!

Alex: non sono riuscito a contenermi. L’ho morso.

Lins guarda Marc, sconvolta, in preda al panico. Violet mostra un cenno di cedimento, anche se non è da lei.

Violet: morirà.

Lins: NO!

Lins lo dice con rabbia, rivolgendosi nei confronti di Violet.

Violet: mi dispiace, non l’ho deciso io.

Alex: per favore, fate qualcosa!

Alex guarda le due, nel più profondo dispiacere. Non riesce a pensare chiaramente.

Alex: dobbiamo salvarlo. Dobbiamo salvarlo.

Marc, ormai, ha perso già i sensi, completamente trascinato nell’oblio del veleno che scorre nel suo corpo.

Luxurious-Reasidence-Freshome1711

“Perché sei qui?”

Luke lo dice e basta, ancora sconvolto dalla visione del fratello. Non riesce a credere che sia lì, proprio davanti a lui.

Cedric si alza, calpestando i corpi di quei poveri ragazzi.

Cedric: mi mancava mio fratello.

Luke: devi andartene.

Cedric sorride, abbottonandosi la giacca.

Cedric: sono appena arrivato. Non ti sono mancato un po’? Ah, già, è vero. Probabilmente no, visto che non dici a nessuno di avere un fratello.

Luke: che cosa vuoi?!

Luke pensa che non sia per niente la serata adatta per questo contrattempo; è furioso.

Cedric: diciamo che ho fatto un pasticcio…

Luke: un pasticcio?

Cedric: ho bisogno di restare qui per un po’.

Luke: non se ne parla.

Cedric: sono tuo fratello.

Luke: Cedric, devi andartene.

Cedric: sono una tua responsabilità ancora. Ricordi? Legati come famiglia per sempre.

Luke: ti ho trasformato solo perché me l’hai chiesto.

Cedric: e perché volevi avere una parte della tua famiglia nella tua vita per sempre… O almeno così credevo.

I due si guardano, chiaramente non scorre buon sangue.

Luke: che cosa hai combinato?

Cedric: parliamo un po’ di te, fratellone. Hai… tutto quello che un vampiro potrebbe desiderare. Sangue a volontà, un castello… una fidanzata con dei poteri.

Luke sgrana gli occhi.

Luke: mi hai spiato?

Cedric: mi sono assicurato che te la passassi bene prima di ripresentarmi.

Luke: wow, amore fraterno.

Cedric: sai che ti voglio bene, Luke.

Luke: Cedric, questo è il peggiore dei momenti, davvero.

Cedric: anche per me.

Luke: non puoi restare.

Luke è sicuro nel dirlo, non vuole che resti, sa benissimo che tipo di carattere ha, di cosa sia capace.

Cedric: prometto che non ti disturberò.

Luke: ci sono due cadaveri nel mio salone.

Cedric: li avrei buttati io, non lo farei mai fare a te.

Luke: oh, troppo gentile.

Cedric: Luke, ascolta… prometto che non mi noterai neanche.

“Luke”

La porta principale del castello si apre, Leda entra insieme a Matthew, preoccupata per lo status di Luke.

Leda: zio Cedric?

Cedric: Leda!

Cedric sorride, è contento di rivederla.

Matthew: zio? Zio… tipo, Zio?

Leda: è il fratello di Luke.

Matthew guarda Luke, sconvolto. Non credeva che il vampiro avesse un fratello.

Leda corre ad abbracciare Cedric, i due hanno sempre avuto un ottimo rapporto.

Matthew guarda i corpi a terra, accanto alla poltrona.

Matthew: qualcuno ha fatto un party senza invitarmi?

Cedric guarda Matthew, sorridendogli, pur non conoscendolo.

Leda: quanto ti fermerai?

Luke: Leda, sbaglio o abbiamo cose più importanti di cui parlare.

Matthew: possiamo tornare al punto nel quale hai un fratello?

Cedric: e tu chi sei?

Matthew: sono il suo migliore amico. Best friend forever. Brotp for life e tutte quelle cose di tumblr che ci definiscono.

Leda: Luke, posso spiegare…

Luke: sì, mi piacerebbe molto sentire una tua spiegazione.

Cedric: che cosa hai fatto Leda?

Matthew: ha creato un vampiro.

Cedric sorride, divertito.

Cedric: congratulazioni. Dobbiamo festeggiare!

Luke guarda Cedric, incattivito.

Matthew: ok, di solito sarei io a dirlo.

Luke: sono in una casa con tre bambini piccoli.

Luke guarda Leda, deluso dal suo comportamento. La vampira sa benissimo di aver sbagliato, ma è bello avere qualcuno dalla sua parte.

Leda: dov’è Rose?

Luke guarda la sorella, confuso.

Luke: cosa vuoi dire, non è a scuola?

Leda: no, no, l’abbiamo cercata e siamo corsi subito qui. Pensavo che fosse con te.

Luke guarda la vampira, preoccupato.

Luke: è in hotel?

Leda fa cenno di no con il capo

Leda: Bright mi ha appena whatsappato, ha provato a chiamarla in stanza ma alla reception hanno detto che non è lì.

Luke si guarda attorno, impanicato.

Luke: Meredith?

Leda: possiamo provare…

Matthew: quella ragazza dovrebbe portare un grosso collarino con un forte allarme che suona non appena si allontana di 10 metri da qui.+

Cedric: beh, Luke, dovresti andare a cercare la tua ragazza.

Luke guarda Cedric.

Cedric: io resterò qui, ripulirò e…

Matthew: posso venire con te, Lukie.

Luke fa cenno di no con il capo

Luke: no, tienilo d’occhio.

Si rivolge a Cedric, cercando di fargli capire – ancora – che la sua presenza non è gradita.

home-on-the-range-rustic-kitchen-2

Bright si è appena fatto una camomilla, ne ha decisamente bisogno. La posa sul tavolo alla casa sul lago di Benjamin; Evan è già seduto, guarda l’ora: sono le 23:45. Pensa che non sia mai ritornato da un ballo così presto.

Evan: ti senti bene?

Il vampiro nota il tremore dell’angelo, non riesce a fermarsi.

Bright: sì, solo un po’ nervoso per la storia di Lana e il vampiro.

Evan non è del tutto convinto della risposta, lo conosce.

Evan: hey…

Si avvicina a lui, stringendogli delicatamente la mano.

Evan: Brighty.

Bright continua a guardare la tazza di camomilla.

Evan: brillantino.

L’angelo finalmente lo guarda, sorridendogli.

Evan: sono qui con te, chiaro?

Bright annuisce, non ha mai desiderato ascoltare altre parole.

“Ragazzi!”

Benjamin arriva, posa le chiavi sul bancone della cucina.

Evan: come sta Lana?

Benjamin: l’ho riaccompagnata a casa, fortunatamente non ricorda nulla. Il soggiogamento di Leda ha funzionato.

Bright: temevo di no, ha detto che non tutti i vampiri sono portati nel farlo.

Evan: come hai giustificato i morsi?

Benjamin: li ho curati.

Evan: con la magia? Fai progressi.

Benjamin: sono stanco morto.

Benjamin si siede, togliendosi la giacca.

Bright riceve un messaggio su Whatsapp; guarda lo schermo, preoccupato.

Benjamin: che succede, Bright?

Ma prima che Bright possa rispondere, qualcuno bussa alla porta. Benjamin, curioso di capire chi sia, si dirige velocemente verso l’entrata. Si tratta di Luke.

“Come sarebbe a dire che è scomparsa?!”

Qualche minuto dopo, Benjamin urla furioso contro il vampiro, che cerca di mantenere tutta la calma del mondo, per quanto possibile.

Luke: non è all’hotel, non è a casa sua, ho controllato.

Bright: cosa hai detto a Meredith?

Luke: non c’era bisogno che entrassi. L’ho capito dall’odore.

Benjamin: che cosa è successo?! Pensavo fosse con te…

Luke: non lo so. Abbiamo…

Bright guarda Luke, preoccupato, poi guarda Evan.

Luke: non puoi fare un incantesimo? Qualcosa per… rintracciarla?

Benjamin lo guarda, è arrabbiato così tanto…

Benjamin: che ne dici se faccio un incantesimo per prenderti a calci nel culo?! No, aspetta, non ho bisogno della magia.

Luke: non l’ho persa io!

A questo punto, Luke urla ancora più forte di lui.

Benjamin: se non fossi scappato come una quindicenne in un teen drama alla visione di me e lei insieme…

Luke: se tu la smettessi di rincorrerla e la lasciassi in pace…

Bright: BASTA!

Bright urla, stufo di questa gara di testosterone. Evan guarda l’angelo, sorpreso.

Bright si avvicina a Benjamin, cercando di calmarlo.

Bright: Ben, la troveremo…

Benjamin: metterò sottosopra tutta la città fino a quando non l’avrò trovata!

Bright: lo so ma… innervosirvi, litigare…

Bright guarda anche Luke adesso.

Bright: non servirà a nulla. Calmatevi e ragionate. Cercate di collaborare.

Benjamin e Luke si guardano, entrambi non sono pazzi dell’idea di lavorare insieme.

Benjamin: farò l’incantesimo. Mi servono un paio di ingredienti.

Luke: chiedi e ti porterò.

Benjamin: non sono così bravo, non ho un libro o…

Benjamin, infatti, cerca di andare a memoria; Rose ha il libro di Ardens.

Bright: ma farai del tuo meglio.

Bright guarda Ben, ha fiducia in lui. Evan è contento che Bright supporti il suo amico.

“Sai, ho sempre provato un profondo disgusto per la violenza.”

Ardens fa avanti e indietro per la grossa sala, scrutando le espressioni e le reazioni di Rose.

Rose: chi l’avrebbe mai detto…

Ardens: non mi fraintendere, amo un po’ di gore… e seguo una certa dieta…

Rose pensa a ciò che faceva Alec, mangiare umani; rabbrividisce al solo pensiero.

Ardens: ma tutta quella brutalità del combattere continuamente con le mani, con le armi… Un bel duello magico è più, come dire, di classe.

Rose: vuoi sfidarmi a duello?

Rose continua a non sentire le gambe né le mani; è completamente immobilizzata alla sedia.

Ardens: no, Rose. Continui a non capire che se volessi sfidarti, se volessi ucciderti… saresti già morta.

Rose: allora cosa vuoi?

Rose è stanca di non sapere, è stanca di stare lì a guardare.

Ardens: voglio che tu e Benjamin torniate da dove venite.

Lo stregone si ferma, finalmente. Si fa serio, spogliandosi di quel sorriso e di quel ghigno che tanto hanno infastidito la strega fino a questo momento.

Rose: cosa vuoi dire?

Ardens: l’hai sognato una volta. Handrar…

Rose ricorda benissimo quel posto; non si era mai sentita in quel modo prima di quel sogno: in pace, nel posto giusto, serena.

Rose: pensavo fossi scappato da lì.

Ardens: Handrar è la nostra casa. È da lì che veniamo. Io, tu, Benjamin…

Rose: non riesco a seguirti.

Ardens: Benjamin è l’ultimo erede della stirpe di Magnus, il primo mago che ha oltrepassato il confine. Magnus era un principe, che sarebbe diventato Re.

Rose lo guarda, confusa.

Rose: stai dicendo che Benjamin è…

Ardens: un principe. Letteralmente.

Rose: saresti tornato qui per portarlo lì con te?

Ardens: per portarvi. Insieme.

Rose: non ti credo.

Ardens: perché no?

Rose: ti conosco.

Ardens: hai letto di me, hai sentito parlare di me e forse sì, mi conosci. Ma in un altro senso.

Rose non capisce, è chiaramente confusa dalle parole dello stregone.

Rose: qual è davvero il tuo scopo?

Ardens guarda Rose, sorride, sapeva che avrebbe capito.

Ardens: ok, beccato. Ci sarebbe un grosso effetto collaterale a questo e richiederebbe un prezzo da pagare.

Rose: effetto collaterale?

Ardens: voglio che tu e Ben prendiate il potere ad Handrar. Tu sei della stirpe di Lisandra, che è della stirpe di Lindan, che è attualmente al potere ad Handrar. Per attraversare il portale tutti insieme, tuttavia, con tutto questo potere… e per aprirlo, soprattutto, c’è un prezzo da pagare.

Rose: quale prezzo?

Ardens: il mondo. Questo mondo. Verrebbe inghiottito.

Rose lo guarda, atterrita.

Rose: sei uno psicopatico.

Ardens: è tutto per un bene superiore. E lasciamelo dire, Rose, non siamo mai appartenuti veramente qui. Quando mio padre ha attraversato il portale ed è arrivato qui, è sempre stato trattato come un mostro, come un diverso, L’HANNO UCCISO!

Ardens perde il controllo delle emozioni, per la prima volta da quando ha preso Rose.

Rose: 7 miliardi di persone.

Ardens: 7 miliardi di incapaci. Di gente inferiore che si uccide, distrugge e perseguita il diverso.

Rose: pensavo che Handrar fosse in questo mondo.

Ardens ridacchia, divertito.

Ardens: è un qualcosa di così superiore da spiegare che…

Rose: questo pianeta. Questo pianeta verrebbe inghiottito da cosa?

Ardens: si spegnerebbe. Vedi, la terra, le cose che vedi, le piante, i mari, l’aria… cesserebbero di vivere, di esistere, a causa dell’energia sprigionata.

Rose fa cenno di no con il capo, che è l’unica cosa che può muovere al momento.

Ardens: ovviamente abbiamo bisogno di alcuni rilasci di energie.

Rose: rilasci di energie…

Ardens: io sono riuscito ad aprire la stanza del Wilson Hotel solo grazie al fatto che tu e Benjamin siete temporaneamente morti.

Rose lo guarda, sconvolta.

Rose: vuoi uccidere. Vuoi uccidere delle…

Ardens: streghe. Sì.

Rose: la congrega. I Misfits, li hai portati tu qui. Era tutto programmato.

Ardens: danni collaterali, come già detto.

Rose: sono solo adolescenti.

Ardens: non l’ho deciso io.

Rose: non te lo lascerò fare.

Ardens: tristemente, Rose, non c’è niente che tu possa impedirmi di fare.

I due si guardano, cercando di capire a vicenda la prossima mossa l’uno dell’altra, la prossima parola, la prossima provocazione.

Rose: sei un pazzo. Sei…

Ardens: andiamo, dillo. Unisciti a tutti coloro che mi descrivono da secoli.

Rose: sei un essere vile, mi fai schifo.

La strega non ha paura di dirlo, non ha niente da perdere ora come ora. Ardens si avvicina pericolosamente, ponendo le mani sulla sedia, girandola e guardandola dritta negli occhi.

Ardens: curioso, considerando che mi hai amato.

Rose guarda lo stregone, non capendo chiaramente il significato di quelle parole.

“Sei un vampiro brutto e cattivo!”

Leda guarda Kevin, che alza gli occhi, seduto sul letto della cabina di Gabriel alla riserva. Gavriele guarda la scena, alquanto stufo dell’intera situazione.

Kevin: smettila.

Leda: no, ti ho chiesto una serata, una serata in tranquillità e mi hai quasi fatto uccidere.

Gabriel: è un po’ una drama queen, non farci caso.

Leda guarda Gabriel, imbestialita.

Leda: ricorda che la tua vita sessuale dipende da me.

Gabriel: già, quale vita sessuale? Quale vita in generale visto che ormai siamo il Club delle Babysitter?

Kevin guarda i due; non ha chiesto niente di tutto questo, non ha mai voluto niente di tutto questo.

Kevin: lasciatemi andare, non voglio essere un peso!

Gabriel: se ti lasciamo andare fai fuori tutta Twinswood.

Leda: Rose è sparita.

Gabriel: di nuovo?!

Gabriel è decisamente sorpreso dal talento della strega nello sparire.

Leda: ma appena la ritroveremo la farò parlare con Luke, ti daremo la soluzione per il sole e cercheremo di insegnarti a trattenere la fame.

Kevin: e come?!

Leda: cosa?

Kevin: ho sempre fame. E…

Leda: cosa?

Kevin: ce l’ho sempre duro. Ho voglia di…

Gabriel: non credo che sia una cosa solo da vampiri, fratello!

Leda: beh, quando si è inizialmente trasformati si ha un appetito sessuale maggiore, è vero!

Gabriel: wow, non potevamo conoscerci appena ti eri trasformata?

Leda guarda il lupo, sorridendogli.

Kevin: sono una bomba ad orologeria.

La porte della cabina di Gabriel si apre improvvisamente, palesando il packmaster.

Gabriel: cazzo.

Leda e Kevin si guardano, spaventati.

  • Castello DeLuc

Matthew cerca di fare conversazione, improvvisando qualcosa con Cedric, che è appena tornato dalla foresta adiacente al castello, dove ha seppellito i corpi.

Matthew: quindi, sei il fratello di Luke.

Cedric annuisce, andando verso il bancone del Bar, pronto a versarsi un boccale di sangue.

Matthew: non mi hai mai detto di avere un fratello.

Cedric: oh, lo sai, non vuole sentirsi inferiore. Sanno tutti che sono il più bello e il più divertente in famiglia.

“Twilight?”

Matthew sa benissimo di chi si tratta, Tatia è appena entrata nel castello. Cedric la guarda, colpito.

Matthew: cosa ci fai qui?

Tatia: Benjamin e Luke stanno facendo una specie di pozione odorosa e schifosa alla casa sul lago, tutti sono impegnati nelle ricerche di Rose e io… ecco, mi serviva un posto dove andare.

Matthew: o forse volevi vedere qualcuno.

Matthew sorride, soddisfatto; è convinto che sia così.

Tatia: già, o forse volevo allontanarmi dalla gara a chi ce l’ha più lungo attualmente in atto tra Ben e Luke. Seriamente, scopate!

Matthew: potevi andare da qualche amica.

Tatia: io non ho amici.

Matthew: perché non ammetti che volevi venire qui e basta?

Tatia lo guarda, infastidita dalla sua sicurezza e dal suo modo di fare; è troppo sicuro di se stesso.

Tatia: posso andarmene.

Cedric: no, ti prego.

Tatia guarda Cedric, chiedendosi chi sia.

Cedric: potremmo organizzare una mini festa senza pozioni odorose, ma non posso prometterti niente sulla mancanza di cose lunghe.

Matthew: Tatia, questo è il fratello di Luke.

Tatia non riesce a crederci; non pensava che Luke avesse un fratello.

Tatia: e così tu saresti il DeLuc divertente.

Cedric: e tu, incanto?

Matthew guarda la scena, infastidito.

Matthew: oh, per favore, queste cose non funzionano su di lei.

Tatia: Tatia, piacere di conoscerti!

Cedric si fa avanti, prendendo la mano della ragazza – e da buon Francese – baciandola.

Matthew: oh…

Matthew guarda la scena disgustato, lo trova sicuramente un gesto costruito.

 

american-kitchen-from-the-pa-3f705bfa-sz500x378-animate

“Grazie per il Thé”

Tim guarda la tazza bollente di Thé caldo, posta sull’isola della cucina di Casa Wilson, Meredith ha appena finito di versarsene un po’ anche a lei.

Tim: quindi, ancora niente…

Meredith sospira, facendo cenno di no con il capo, accovacciandosi sulla sedia, cercando di calmare i nervi.

Meredith: non vuole parlarmi, non vuole sentirmi, non vuole saperne. Questa sera si è anche fermata da Leda, sta un tantino esagerando ma non so mai quando poter…

Tim: ti capisco. È come se non avessimo diritti su di lei a questo punto.

Meredith: non sono orgogliosa di me stessa per non averglielo detto, ma era così piccola, non aveva ricordi di sua madre e… te…

Tim guarda in basso, ripensando al passato.

Tim: avevo 17 anni, ero innamorato… è successo.

Meredith: da quanto la stai osservando.

Tim: sono arrivato a Twinswood all’inizio dell’anno. Sapevo dov’era. Sapevo a chi era affidata, ma prima non avevo mai avuto il coraggio.

Meredith lo guarda, curiosa.

Meredith: cosa ti ha fatto cambiare idea?

Tim: è arrivato un punto in cui ho sentito il profondo bisogno di conoscerla. Dovevo sapere chi fosse, cosa le piaceva… com’era.

Meredith: è fantastica.

Tim: lo so.

I due si guardano, sono entrambi fieri di Rose.

Meredith: è sempre stata molto introversa. A scuola se ne stava sempre sola, i suoi erano preoccupati che non avrebbe fatto amicizie e cose del genere, sempre molto solitaria… Da quando è arrivata qui a Twinswood, è come se fosse a casa sua.

Tim: già, sembra che si trovi bene qui.

Meredith: gli amici… i ragazzi. Insomma, prima non aveva neanche mai avuto un fidanzato.

Tim: ragazzi?!

Meredith lo guarda, sa benissimo come si sentirebbe un padre in merito.

Meredith: sono cose da donne.

Tim: sì… comunque, sono venuto per dirti una cosa.

Meredith: già, di cosa mi volevi parlare?

Tim la guarda, mette una mano sulla tazza, cercando di provare sollievo grazie al calore che emana.

Tim: di una cosa che riguarda la nascita di Rose e sua madre…

Meredith lo guarda, curiosa.

“Hai preso la strada più lunga”

Luke borbotta, arrabbiato; odia non guidare, Benjamin sfreccia velocemente per le stradine buie di Twinswood, con la sua macchina, seguendo quella strana palla di luce gialla a cui non si abituerà mai.

Benjamin: sto seguendo la palla, come vedi.

Il ragazzo stringe i denti, infastidito.

Luke: non dovevi venire.

Benjamin: certo, così l’avresti trovata.

Luke lo guarda in malo modo, sembrano davvero due leoni pronti ad azzannarsi.

Luke: sei proprio un coglione.

Benjamin: vuoi ripeterlo.

Luke: sì. Sei un coglione. Dal primo giorno che ti ho conosciuto. Sbruffone, sono “Benjamin Whittermore” ricco, bello e posso avere tutto e tutte.

Benjamin: stai scherzando, vero? Io “ricco e sbruffone,” ti sei descritto per caso?

Luke: ancora ti ricordo, prima che arrivasse Rose, nei corridoi a scuola, con quell’aria superiore, con quel modo di fare che cazzo, quanto odio!

Benjamin: wow, ti stai sfogando questa sera. Vai, insulta!

Luke: pensavi di avere il mondo nel palmo della mano.

Benjamin: ti sei mai fermato e hai provato a conoscermi veramente, Luke? O sarò sempre “quello che aveva la tua ragazza.”

Luke: Rose non c’entra.

Benjamin: Rose c’entra. È per questo che mi odi fondamentalmente.

Luke: non ti odio.

Benjamin: sì, vorresti spaccarmi la faccia, lo sento.

Benjamin non riesce a capire perché ce l’abbia così tanto con lui, nonostante tutto.

Luke: non capisco… non ho mai capito cosa ci trovi in te. Ecco, volevi che fossi sincero? Lei è più intelligente di così, lei non è una che si fa mettere i piedi in testa o si fa trattare male da un ragazzo, non è una che… piange perché un ragazzo non la guarda, non le parla e…

Benjamin guarda in avanti, cercando di stare sulla strada.

Benjamin: sei mai stato con noi?

Luke: cosa?!

Benjamin: con me e Rose. Quando siamo da soli. Sai che cosa abbiamo passato insieme, sai cosa ci siamo detti o quanto ci siamo stretti o… cosa è successo quando ci siamo baciati?

Luke potrebbe colpirlo ora, lo farebbe volentieri.

Benjamin: la risposta è no. Quindi Luke, fai quello che vuoi. Stai con lei, combatti per lei, lo rispetto. Ma non mettere mai in discussione quello che abbiamo io e lei, perché tu non sai niente.

Luke: quello che avete?

Benjamin: solo perché non stiamo insieme, non vuole dire che non ci sia.

Di nuovo, Luke lo colpirebbe volentieri.

Benjamin: ma non devi prendertela con lei. Vuole stare davvero con te.

Luke si ritrae, confuso.

Benjamin: siamo stati chiusi in quel bagno. Non l’ha scelto lei. Lei… scapperebbe ogni volta che le passo vicino se potesse.

Luke: perché mi stai dicendo questo?

Benjamin: perché hai tutto quello che voglio, ciò che desidero. Stai con lei.

Luke guarda la strada, sorpreso.

Luke: mi sembra di averti detto la stessa cosa qualche mese fa.

Benjamin: con la sola differenza che io non ho mai saputo cogliere ciò che avevo.

Luke: non capisco, ora fai il tifo per noi?

Benjamin: faccio il tifo per Rose. Se lei è felice… va bene così.

Il vampiro, di nuovo, è sorpreso dalle parole del ragazzo. Non se le aspettava.

Benjamin: cazzo…

Luke: cosa?!

Benjamin: stiamo andando a villa Whittermore.

Luke: cosa?!

Benjamin: la luce ci sta portando lì.

Luke: che diavolo ci fa Rose a villa Whittermore?

Benjamin: qualcuno l’ha portata lì.

Luke: parenti?

Benjamin: probabilmente.

Luke: e io che pensavo che la mia famiglia avesse problemi.

“Vorrei ingrassare mangiando questi cosi”

Leda continua ad ingozzarsi di dolciumi presenti nella credenza della casa sul Lago Whittermore, ha portato Kevin lì, cercando conforto in Evan e Bright, d’altronde è meglio che ci sia più sicurezza per l’angelo.

Evan e Kevin sono in salone, tentano di parlare della “fame.” Evan sa cosa voglia dire, lo sa più di tutti, essendo un vampiro marchiato. Bright è seduto al bancone della cucina, osserva la vampira.

Bright: quindi, cosa faranno a Gabriel adesso?

Leda: sono la fidanzata peggiore di sempre. Probabilmente gli faranno un processo o qualcosa del genere. Credono di essere originali con questa storia dell’odio nei confronti dei vampiri? Fa così 2008!

Bright: perché vorresti ingrassare?

Leda: fa parte del processo depressivo, Bright. Devo sfogarmi e devono esserci delle conseguenze.

Bright sospira

Leda: hey, sei nervoso per Rose? La troveranno. La trovano sempre, è come Once Upon A Time! Ma dobbiamo regalarle un gps portatile o dobbiamo metterle nell’iPhone l’app Trova iPhone. Ricordamelo quando la riporteranno qui.

Bright: sono preoccupato per Rose e … per una cosa che mi riguarda.

Leda lo guarda, curiosa.

Leda: cosa?

Bright: non so se…

Leda: andiamo, Bright, ormai l’hai detto. Devi confessare o non riuscirò a dormirci stanotte. Sono fatta così. La curiosità mi ucciderà.

Bright: perché non possono farlo i dolci…

Leda: andiamo!

Bright: provo imbarazzo a parlarne.

Leda: tu ed Evan avete fatto sesso.

Bright la guarda, facendo cenno di no con il capo.

Leda: che noia. Perché no?!

Bright: non è il punto.

Leda: dovrai concederti prima o poi, Bright.

Bright: voglio concedermi. A lui. Lo voglio con tutto me stesso.

Leda: uh, è tornata Bright, la mignottella!

Bright la guarda in malo modo.

Bright: devo decidere se fare una cosa terribile nei confronti di Evan… e di me stesso. Per la quale probabilmente non mi perdonerà mai né mi perdonerò … o salvare la mia famiglia, Evan… e tutti quelli che Kron vuole uccidere. E onestamente, non so che cosa fare.

Leda: di che cosa stai parlando?

Bright: niente.

Leda lo guarda, preoccupata.

Leda: Bright.

Bright: per favore, non parlarne con Evan.

La vampira non riesce a capire, ma è sicuramente molto disturbata da ciò che ha detto l’angelo.

Bright: prendo una boccata d’aria, torno subito!

Bright si alza, allontanandosi verso il finestrone che dà sul lago.

Non appena mette piede fuori, a soli due passi dal finestrone, nota Kron tra due alberi.

Bright: oh Dio…

Sobbalza, spaventato.

Kron: avvicinati.

Bright guarda la finestra, cercando di capire se riuscirebbe a raggiungerla prima che Kron si avvicini: probabilmente no.

Kron: andiamo.

Bright si avvicina, tentando di non tremare troppo.

Kron: hai pensato alla mia proposta?

Bright: cosa ci fai qui?

Kron: so che lo stregone non è in casa.

Bright stringe i denti, ora non ha più paura, è semplicemente arrabbiato.

Bright: non so ancora cosa fare.

Kron sorride, lo guarda dalla testa ai piedi e apprezza molto ciò che vede.

Kron: Bright… non farmi aspettare troppo.

La creatura si avvicina ancora di più, Bright resta fermo. Kron si avvicina delicatamente, dandogli un bacio a stampo sulla bocca. L’angelo non avrebbe voluto, ma non sa quali sarebbero state le conseguenze se si fosse spostato.

Kron: attendo notizie impazientemente.

“Bright”

La voce di Leda distrae i due, è appena uscita dal finestrone principale. Bright guarda verso gli alberi, Kron non c’è più.

Leda: Bright, ti senti bene?

L’angelo avanza verso la vampira. Esponendosi alla luce del molo.

Leda: ma che diavolo è?!

Leda tocca i capelli di Bright.

Bright: cosa?!

Leda: hai una ciocca nera. Hai una ciocca nera nei capelli. Hai fatto una tinta?

Bright guarda Leda, perplesso. Corre verso la finestra, cercando di specchiarsi. Ed è così, c’è una ciocca nera in mezzo ai tanti capelli biondi. Una ciocca che prima non era nera.

“Amato”

Rose lo dice come se fosse la cosa più ridicola del mondo.

Ardens: amato.

Ardens gioca con una forchetta, ha iniziato di nuovo a fare avanti e indietro per la sala.

Rose: e quando ti avrei amato?

Ardens: non eri esattamente tu. Ma era una parte di te.

Rose lo guarda, perplessa.

Ardens: nel 1964 qui a Twinswood ho conosciuto una donna di nome Claire, era identica a te. Oserei dire che… era la tua copia sputata. Specialmente in questo outfit.

Rose è confusa, non riesce a capire.

Rose: una doppelganger?

Ardens: oh, dovreste smettere di basare la mitologia della magia sui telefilm. E su The Vampire Diaries. Non era una doppelganger.

Rose: e allora cosa, ammettendo che io ti creda?

Ardens tira fuori dalla tasca una foto, quella foto che custodisce da tempo. La fa vedere a Rose. La ragazza fa cenno di no con il capo, è impossibile.

Ardens: alcune streghe, quelle della tua stirpe in particolare, hanno il dono della vita divisa.

Rose: la vita divisa?

Ardens: sette vite, per essere precisi. È una peculiarità. È come l’essere gemello, è un altra peculiarità di alcuni streghe e stregoni. O… avere capacità e poteri che ti permettono di trasformarti in una bestia, un mutaforma. O… di trasformarti in animali, in elementi… tu hai questo dono. Ed è un bel dono.

Rose: non riesco a capire. Ho vissuto già?

Ardens: non è esattamente come una vita passata. È… qualcosa di più profondo.

Rose: non è possibile.

Ardens: sì, lo è. Claire non era come te. Questo prova che non siete la stessa persona, semplicemente, condividete l’aspetto fisico, la magia, perfino gli stessi gusti forse, ma … siete plasmate dalle vostre conoscenze, dall’ambiente in cui vivete, dalle scelte…

Rose: non è vero…

Ardens: è vero, Rose.

Rose sospira, non era decisamente pronta a questa rivelazione. La strega sente un qualcosa sulla sua spalla; girandosi, vede quello che sembra Ardens, ma non è lui. È una persona vuota che è uguale a lui. La strega urla, spaventata da quello sguardo perso nel vuoto, “morto.”

Ardens: Arbor, ti avevo detto di non scendere!

Ardens avanza verso il gemello, che continua a fissare il vuoto, con la bocca aperta.

Rose: oh mio Dio…

Ardens: torna su. Tra poco staremo un po’ insieme, te lo prometto!

Arbor continua a dondolarsi, senza emozione alcuna.

Ardens: torna su.

Ardens fa girare il fratello, indirizzandolo verso le scale.

Rose: che cosa gli hai fatto?!

Ardens: non era previsto che tu lo conoscessi.

Rose: cosa gli è successo?

Ardens: mio fratello non ti riguarda. Non ora.

“Tu!”

Ardens alza gli occhi, Benjamin e Luke sono appena arrivati nella sala. Rose si sente sollevata, o almeno in parte.

Ardens: Ben, finalmente.

Benjamin: io ti conosco, abbiamo pranzato insieme. Chi diavolo sei?!

Ardens: sono il nonno!

Ardens avanza la mano, costringendo sia Benjamin che Luke ad inginocchiarsi.

Rose: lasciali stare!

Rose urla, con ferocia.

Benjamin: il nonno?

Ardens: Ardens. Nipote mio.

Luke guarda Rose, vorrebbe liberarla in qualche modo.

Ardens: adesso ho davvero molto da fare, ma ti prometto, nipote mio, che… ci faremo una bella chiaccierata.

Ardens fa un gesto con la mano, rilasciando Benjamin e Luke, e anche Rose, che si sente libera di muoversi. La strega si alza, ponendo la mano avanti contro il demone. Ardens evita l’incantesimo con grande facilità.

Ardens: Rose, non insultarmi!

Benjamin si fa avanti, fa lo stesso. Ma di nuovo, Ardens riesce a schivare l’incantesimo con un semplice gesto della mano.

Ardens: sono paziente. Sto cercando di non farvi a pezzettini ora. Dovete andarvene.

Rose non riesce a capire. Cosa vuole davvero?

Ardens: fatevi una bella dormita, Rose, rifletti su quello che ti ho detto.

Luke va verso di Rose, prendendole la mano. I due avanzano. Benjamin resta fermo.

Ardens: Ben, fai quello che dice il nonno, da bravo.

Rose: Benjamin…

Benjamin guarda Rose.

Rose: non ora.

Benjamin non sopporta che Ardens abbia tenuto Rose prigioniera, non sopporta che abbia dovuto patire, di nuovo, sofferenza per colpa della sua famiglia. Il ragazzo, tuttavia, ascolta la strega. Raggiunge lei e Luke. I tre, insieme, si recano velocemente verso l’uscita di Casa Whittermore.

– Castello DeLuc, Salone – TV al plasma

netflix

“Uh, è finito!”

Cedric si alza dal divano. Lui, Tatia e Matthew hanno appena finito di vedere il pilot di Orange is the New Black su Netflix.

Tatia: l’ho amato.

Cedric: anche io. Veramente… forte.

Cedric guarda Tatia in modo malizioso, la ragazza sorride, Matthew continua a non capire cos’abbia fatto di diverso da lui a questo punto.

Cedric: chiedo venia ma… ho davvero bisogno di riposo, ho viaggiato tutto il giorno e…

Tatia: buonanotte.

Matthew: già, buonanotte, Matthew Wannabe.

Cedric: come?!

Matthew: sogni d’oro.

Cedric sorride a Matthew e Tatia, allontanandosi dal salone.

Tatia: dici che avranno salvato Sabrina a questo punto o vediamo un altro episodio?

Matthew: ok, ora di’ la verità.

Il vampiro si alza, enormemente infastidito.

Tatia: di cosa stai parlando?

Matthew: cosa ha fatto lui di diverso da me?

Tatia: non ti seguo.

Matthew: battutine sul sesso? “Ce l’ho lungo” originale. “Splendore,” davvero?! Da dove è uscito? Da THE UNORIGINALS?!

Tatia: Matthew…

Matthew: no, davvero. Ci ho provato allo stesso modo con te, essendo originale, perché dai, sono dannatamente divertente e le mie battute fanno ridere anche Luke, che non ride mai, all’interno, è una risata interiore, ma avviene. Lo avverto, sono un vampiro. E ho anche le ali, hey, hai mai visto le mie ali?

Tatia si alza, sbuffando.

Tatia: sei davvero un deficiente!

Matthew: oh, altri insulti. Sono superficiale e anche deficiente. Invece Mr Little Luke è la maturità fatta persona.

Tatia: smettila!

Matthew si ferma, sorpreso dalla reazione della ragazza.

Tatia: perché pensi che sia venuta qui, per giocare a poker con Luke?!

Matthew: strip?

Tatia: vedi… non riesci a fare un discorso serio.

Matthew: è per le battute? Anche tu le fai!

Tatia: ma questo non è il momento. Ti ho chiesto di vedere un altro episodio, insieme – sottinteso, è tu hai pensato a quanto fossi migliore di Cedric.

Matthew: vuoi vedere la 1×02? Vediamola!

Tatia: vedila da solo, Matthew.

Tatia avanza, infastidita, verso l’uscita.

Matthew: ma che diavolo ti succede? Cosa ho fatto?!

Tatia si ferma per qualche secondo, poi lo guarda.

Tatia: assolutamente niente… di consistente. Forse è questo il problema.

Tatia avanza verso l’uscita del castello, lasciando Matthew da solo, lì, a riflettere.

 

castle-at-night

Colonna Sonora: Remembering Jenny

Benjamin, Rose e Luke sono davanti all’entrata del castello DeLuc, Benjamin ha appena parcheggiato; esce dalla macchina, cercando di capire la situazione.

Rose: dobbiamo fare qualcosa, dobbiamo fare ricerche, dobbiamo…

Luke: hai sentito cosa ha detto Ardens, sarebbe inutile fare qualsiasi cosa al momento.

Rose: questo non vuol dire che…

Benjamin: Rose, ascoltalo.

Rose guarda Benjamin, sconvolta.

Rose: ora andate improvvisamente d’accordo?

Benjamin: farà bene a tutti riposare e… riflettere.

Rose: non avete sentito cosa vi ho detto in macchina?!

Rose ha volutamente omesso la parte della vita divisa, ma ha raccontato tutto il resto ai due.

Benjamin: ne usciremo.

Rose: come?! Non possiamo niente contro di lui, l’avete visto.

Luke: sei troppo sotto stress

Rose: io non…

Benjamin: anche tu hai bisogno di riposare. Anche tu hai bisogno di un momento per te, per focalizzarti per capire. Devi calmarti. Non dipende tutto da te. Ci sono anche io. C’è Luke…

Luke guarda Benjamin, è la terza volta che lo sorprende in una serata.

Benjamin: siamo una squadra.

Rose sospira, cercando di calmare i nervi.

Luke: puoi restare qui stanotte.

Se Rose rispondesse di sì, probabilmente sarebbe una pugnalata in pieno petto per Benjamin – la strega lo guarda prima di dire qualsiasi cosa.

Rose: no, ti ringrazio. Preferisco andare all’hotel. Avevo detto a Meredith che sarei stata fuori ma… ho davvero bisogno di…

Benjamin: Bright.

Rose lo guarda, annuendo.

Benjamin: è a casa mia. Te lo porto in albergo.

Rose: grazie, Benjamin.

Benjamin: prego, Rose.

Luke guarda i due, non sa ben dire perché siano così formali.

Tatia raggiunge i tre, passando davanti a Rose…

Tatia: oh, sei ancora viva.

Rose: buonasera anche a te, Tatia.

La ragazza sale nella macchina del fratello, alquanto infastidita.

Benjamin: buona notte, Rose…

Rose: me lo mandi su. Bright.

Benjamin annuisce; sale in macchina, pronto ad andare via.

“Non me lo perdonerei mai. Se morisse non me lo perdonerei mai.”

Alex guarda disperato Marc, che è sul divano del salone della casa dei Misfits, tremolante, più vicino che mai alla morte.

Lins le ha provate tutte, qualsiasi pozione, qualsiasi incantesimo, non c’è cura dal morso del mutaforma.

Violet: a tutti sfugge l’ovvio, dobbiamo chiamare Rose, è l’unica soluzione.

Lins: ho provato a contattarla. Sia in albergo che da sua zia, non c’era.

Violet: che stronzetta, la solita snob.

“Non vi serve Rose”

Ardens avanza nel buio del salone, palesandosi.

Marc: che cazzo ci fai tu, qui?

Lins: William…

Violet e Lins lo guardano, sorprese.

Ardens: non esattamente. Alex aveva ragione ad essere sospettoso. Non mi chiamo William, né sono un vero studente della Twinswood High né… sono gay. Anche se… insomma, approvo.

Alex lo guarda, confuso, non riesce a capire cosa stia succedendo.

Lins: chi sei?

Ardens: mi chiamo Ardens.

Violet lo guarda, sconvolta.

Violet: Ardens? Ardens come…

Ardens: sì, quell’Ardens.

Lins: come è possibile?

I tre sanno bene di chi si tratta, ma qualsiasi strega o stregone lo saprebbe.

Violet: Oh mio Dio, è… fantastico!

Lins ed Alex guardano Violet, perplessi.

Ardens: sapevo che avresti apprezzato, Violet.

Lins: cosa vuoi da noi?

Ardens: voglio aiutare. Curerò Marc.

Lins: non esiste cura.

Ardens: che voi conosciate. Pronto, sono uno degli stregoni più potenti di sempre.

Alex: che cosa vuoi in cambio?

Alex lo guarda a denti stretti; ovviamente continua a non fidarsi.

Ardens: sei intelligente, Marc. Ovviamente c’è qualcosa che voglio in cambio. Un incantesimo. Un incantesimo che farete a Rose.

Violet: posso farlo io?

Violet lo guarda, incredibilmente eccitata.

Ardens: certo.

Lins: Violet…

Alex: Violet!

I due lo dicono insieme.

Ardens: Lins, Alex, siete davvero disposti a far morire Marc per un piccolo incantesimo?

Lins: di cosa si tratta?!

  • Giardini del Castello DeLuc

Colonna Sonora: Keep Me Watching

Luke e Rose si sono presi un po’ di tempo per stare da soli, devono sicuramente chiarire, devono parlare.

Rose: allora, sei ancora arrabbiato con me?

Luke fa cenno di no con il capo.

Rose: cosa ti ha fatto cambiare idea?

Luke: Ben.

Luke è sorpreso quanto Rose nel dirlo. Lei nel sentirlo.

Rose: cosa vuoi dire?

Luke: apparentemente, lui sa che vuoi stare con me.

Rose non sa come prendere questa cosa; stranamente, si sente confusa a riguardo. Ma è sicura di essere felice che Luke sia di nuovo lì con lei.

Rose: quindi avete parlato molto.

Luke: sbraitato, più che altro.

Rose sorride, quanto avrebbe voluto esserci.

Luke: so che… è ancora una parte di te.

Rose guarda il vampiro, non lo negherà.

Luke: ma… so anche quello che siamo noi. Non siamo partiti spediti e… non è stato amore a prima vita, almeno non per te.

Rose: Luke…

Luke: lo so, non lo dico con rabbia. Ma so anche che stiamo costruendo qualcosa, che sta crescendo costantemente. Che… significa tutto per me.

Rose sorride, contenta di sentire quelle parole.

Rose: concordo assolutamente. E voglio continuare a costruirlo. Ma… non devi arrabbiarti o sentirti insicuro ogni volta che si parla di Benjamin. Io ho scelto di stare con te. Ho scelto di viverti e di scoprirti. E ciò che ho visto… è bellissimo! E mi sta crescendo dentro.

Luke sorride, questa volta lui è contento. I due si abbracciano fortemente, contenti di essere di nuovo l’uno nelle braccia dell’altra.

Colonna Sonora: The Curse

“Toglile inibizioni, il senso del giusto e dello sbagliato, la paura di ferire e di corrodere.”

Violet agita le mani su un grosso calderone, nella cucina di Casa Misfits, Ardens ha lasciato tutte le istruzioni.

“Rendila selvaggia, appassionata e non curante. Toglile qualsiasi freno. Dalle lussuria e divertimento.”

La strega prova piacere nel comporre gli ingredienti per il rito; fumo, erbe, magia. È il suo elemento, è il suo ambiente. Continua a ripetere costantemente quelle parole che ormai ha imparato a memoria.

  • Castello DeLuc – Salone

Rose e Luke sono finalmente entrati, il vampiro deve prendere le chiavi della macchina, ma prima deve accertarsi di qualcosa.

Matthew: Rosie, sono contento che stai bene!

Rose lo guarda, sorridendogli.

Rose: grazie Matthew.

Luke: controllo una cosa, torno subito!

Luke avanza verso il corridoio principale del primo piano del castello, nota la porta del suo studio aperta; non è mai aperta, c’è qualcosa che non va.

Avanzando lentamente, sente dei rumori, qualcuno sta frugando nelle sue cose; si tratta di Cedric.

Luke: lo sapevo!

Cedric si alza, velocemente – era immerso in scartoffie varie.

Cedric: Luke…

Luke: lo sapevo. Sei venuto per quella cosa.

Cedric: dov’è?! Dove l’hai messa?!

Il vampiro è alquanto alterato, si tratta di un qualcosa di estremamente importante.

“Dunque, Rosie, chi ti ha rapita questa volta?”

Matthew spegne il televisore, curioso di sapere le ultime novità.

Rose: uno degli stregoni più potenti di tutti i tempi.

Matthew: beh, almeno sei richiesta, eh?!

Rose sorride, di nuovo, ma con lui è sempre così.

Improvvisamente, la strega sente un profondo brivido che le percorre la schiena. Si scuote.

Matthew: Rose, ti senti bene?!

Dopo aver chiuso gli occhi per un secondo, li riapre. Ma ha uno sguardo diverso: divertito in modo provocante, famelico, lussurioso. Uno sguardo non da Rose.

Matthew: vuoi un bicchiere d’acqua…

Rose: no, Matthew… ti ringrazio.

Rose guarda proprio lì, verso il pacco del vampiro. Matthew segue il suo sguardo, ma crede di essersi sbagliato.

Matthew: sicura di sentirti bene?

Rose: mai stata meglio.

Fine episodio.

Vi ricordo che commentare è fondamentale per la continuazione della storia – facilissimo, sia tramite facebook che commenti normali.

Se usate l’hashtag #Spellbook su Twitter sarete re-tweettati.

Comments

comments

46 thoughts on “Spellbook 3×07 Across the World

  • 30 ottobre, 2014 at 3:44 pm
    Permalink

    ufficiale: voglio Tatia e Matthew insieme!
    curiosità a mille per il prossimo episodio, bravissimo come sempre!

    • 30 ottobre, 2014 at 3:48 pm
      Permalink

      Grazie mille, Giorgia!

  • 30 ottobre, 2014 at 3:47 pm
    Permalink

    Non vedo Rose ancora molto coinvolta da Luke, dice di esserlo e le piace anche stare con lui ma nonvedo quell’enorme fiamma che vedo con Benjamin. Per il resto è molto interessante la storia di Ardens ed è stato assolutamente superterror vedere il gemello senza anima. Un episodio davvero accattivante!

    • 30 ottobre, 2014 at 3:49 pm
      Permalink

      Quella scena del gemello per me … l’ho immaginata con la musichetta di AHS, ahah. Grazie!

  • 30 ottobre, 2014 at 3:59 pm
    Permalink

    episodio fantastico.
    Matthew,tatia e cedric sono stati troppo divertenti.
    sono curiosa di scoprire cosa stava cercando cedric,spero che verrà rivelato al più presto.
    Ardens che colpisce sempre di più di puntata in puntata,
    Non vedo l’ora di leggere il seguito

    • 30 ottobre, 2014 at 4:02 pm
      Permalink

      Sono contento che Ardens colpisca.

      Grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 3:59 pm
    Permalink

    Davvero interessante questa cosa delle 7 vite. Interessante anche la maturità che sta dimostrando Ben. E non vedo l’ora di vedere Rose, senza inibizioni sarà interessante. Sopratutto vedere cosa combina con Ben 🙂

    • 30 ottobre, 2014 at 4:02 pm
      Permalink

      Ahah, sarà davvero divertente, fidati. Grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 4:24 pm
    Permalink

    sempre più bello e appassionante… complimenti…..

    • 30 ottobre, 2014 at 4:28 pm
      Permalink

      Grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 4:24 pm
    Permalink

    Credo di avere un debole per i tuoi “villains”: Prima Lorz e adesso Ardens. Sono veramente fantastici e le loro scene mi fanno impazzire. Mi è piaciuto tantissimo vedere Ben e Luke unire le forze e parlare, non potremmo fare questa ot3: loro due e Rose e siamo apposto? No, eh? ç__ç
    Ho seriamente paura che Bright possa accettare la proposta di Kron e qualcosa mi dice che quella ciocca nera non è un buon segno. Matthew e Tatia mi iniziano a piacere veramente, ANCHE SE continuo a shipparla con Peter.
    CEDRIC E’ FANTASTICO. Non so se è Jack che AMO TROPPO ma ti prego lascialo per tanto tanto tempo. Voglio vederlo conoscere anche gli altri del team e ADORO il rapporto che ha con Leda e mi piacerebbe vedere un flashback di Lui e Luke e capire perchè hanno questo tipo di rapporto.

    A proposito di Leda, LUIGI PER FAVORE DAMMI CINQUE MINUTI DI LEDRIEL SENZA KEVIN TRA I PIEDI. Non ti chiedo tanto, anche solo un bacino ino ino. TI PAGO.

    E che fine ha fatto Louis/Filippo/Wren?
    Non vedo l’ora di vedere Rose senza freni, ne vedremo delle belle! Ottimo lavoro.

    E SEMPRE VIVA GAVVVVVVVRIELE!

    • 30 ottobre, 2014 at 4:33 pm
      Permalink

      Louis tornerà presto, promesso.
      Avrai Leda e Gabriel da soli.
      La ciocca nera è un brutto segno.
      Contenta che ti piaccia Ardens. Io lo adoro!

      Grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 4:26 pm
    Permalink

    Prima Tatia e Matthew non mi convincevano tanto ma con questo episodio e la scena di loro due hodavvero cambiato idea, prima preferivo Peter per lei.
    Curiosissima per Ardens, curiosa per i deluc e i misfits, hai creato davvero una bella stagione, complimenti!

    • 30 ottobre, 2014 at 4:33 pm
      Permalink

      Grazie mille, carissima!

  • 30 ottobre, 2014 at 4:30 pm
    Permalink

    OH MIO DIO !!!!!!! Niente più basty !!!!!
    Sono eccitatissima all’idea di Rose senza freni, perché sono curiosissima di cosa farà, so che molto probabilmente alcune cose non mi piaceranno ma allo stesso tempo credo che questo darà la possibilità a tutti quanti e specialmente a Rose di capire se quello che vuole, lo vuole perché si sente in “dovere” o perché è veramente ciò che desidera. Ma partiamo dall’inizio. Allora nello scorso episodio ci eravamo lasciati con Ardens che aveva rapito Rose ora finalmente scopriamo il motivo del ritorno di Ardens e come Rose e Claire sono collegate, ma voglio capire di più questo processo e di come funziona, se c’è un prezzo da pagare ecc…e voglio una marea di flashback su Claire e Ardens !!!!! Ardens non riesco a collocarlo né tra i miei personaggi preferiti ma nemmeno tra quelli che odio, perché sotto certi aspetti mi piace è un personaggio intrigante, e poi è Brose e quindi non riesco ad odiarlo haha, ma sotto altri mi rendo conto che vuole far implodere il mondo e che c’è un motivo se vuole far tornare Ben e Rose ad Handrar e sono curiosa di sapere quale esso sia. Ma passando ad altro, Bright che dopo un solo bacio ha una ciocca nera, mi spaventa e mi chiedo se sia perché attraverso il bacio Kron ha rubato una minuscola parte di luce e se questo avrà delle conseguenze…e mi chiedo cosa deciderà Bright….
    Note random:
    – Amo Cedric
    – e non mi dispiace affatto il triangolo Cedric-Tatia-Matt
    – sono contenta che Marc non sia morto dato che lo shippo con Alex come se non ci fosse un domani
    – spero che darai più spazio a Kevin, Leda e Gabriel dato che in questi episodi hanno fatto brevi apparizioni.
    Per il resto sono contenta della piega che la storia sta prendendo e sono molto curiosa di come sarà il mid-season finale!!

    • 30 ottobre, 2014 at 4:35 pm
      Permalink

      Sì, ci sarà più spazzo per Leda e Gabriel, I Promise.

      Kron ha fatto qualcosa… e lo capiremo nel prossimo episodio. Tutto porterà a grandi conseguenze nel mid season finale.

      Grazie mille, cara!

  • 30 ottobre, 2014 at 4:30 pm
    Permalink

    bella puntata anche se non ci ho capito molto sulla questione delle vite… cioè alla fine rose e claire non sono ne parenti ne la stessa persona che ogni volta muore e rinasce?!?!
    cmq a parte questa mia mancanza di comprendonio xD, luke e benjamin mi sono piaciuti, il loro dirsi tutto e soprattutto credo che in futuro ci sarà anche più rispetto tra i due; allo stesso tempo benjamin si riconferma il personaggio che amo di più, il modo in cui sta maturando e il modo in cui sta imparando ad amare rose pur no stando con lei <3
    cedric mi piace, mi ricorda molto damon xD,è tornato per qualcosa e sicuramente verranno fuori gli scheletri nell'armadio della famiglia De Luc
    mattew mi ha un po' deluso, forse perchè in questa puntata, più che in altre, si è vista la sua "inconsistenza" cit Tatia a cui farei una bella statua,come coppia non ce li vedo ancora molto, forse in futuro, vedremo…
    Ardens non mi stancherò mai di dirlo che mi piace, interessante la sua spiegazione riguardo ai poteri di certe streghe e qui si spiega anche perchè alex abbia il problema di trasformarsi, non mi sono ancora chiari i suoi
    piani, ho solo capito che vuole riportare i membri delle famiglie reali indietro quindi rose e ben
    quest'anno la mitologia mi prende ancora più dell'anno scorso, non vedo l'ora di leggere la prossima puntata, a giovedì!!!

    • 30 ottobre, 2014 at 4:36 pm
      Permalink

      La questione della vita divisa verrà spiegata nel dettaglio, promesso. Son contento che la mitologia ti piaccia quest’anno perché per me è una parte molto importante della storia.

      Grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 5:06 pm
    Permalink

    non c’è un episodio che mi delude….davvero bello e interessante,soprattutto la storia di Ardens!

    • 30 ottobre, 2014 at 5:09 pm
      Permalink

      Grazie mille, Sara!

    • 30 ottobre, 2014 at 5:09 pm
      Permalink

      Svilupperò Cedric e vedrai sicuramente di più Leda.

      Grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 5:08 pm
    Permalink

    Uno degli episodi più belli di questa stagione, a me piace moltissimo esplorare la mitologia e scavare nel passato dei personaggi.
    Sono molto incuriosita da Cedric, spero che lo svilupperai.
    PS: voglio più Leda!

    • 30 ottobre, 2014 at 5:15 pm
      Permalink

      Svilupperò Cedric e vedrai sicuramente di più Leda.

      Grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 5:33 pm
    Permalink

    Un gran bel episodio. Ricco di colpi di scena. Questo parlarsi tra Ben e Luke mi ha ricordato tanto la scena della tenda di Eclipse tra Edward e Jake, sinceramente mi dispiace per Luke perché è un nel personaggio ma ritengo che alcune persone siano semplicemente destinate a stare insieme.
    Ardens ovviamente non me la conta giusta non credo sia totalmente vera la sua storiella sul loro paese di origine, ma non ho neanche capito perché al momento li ha liberati.
    Bright fai la scelta giusta, Evan non ti per donerebbe mai e avrebbe ragione.
    Non vedo l’ora di vedere Rose in versione disinibita… Chissà che non mi piaccia di più.

    • 30 ottobre, 2014 at 6:03 pm
      Permalink

      Grazie mille, carissima.

      Evan non perdonerebbe mai Bright, no.

      Vedere Rose sfrontata sarà fantastico!

  • 30 ottobre, 2014 at 6:33 pm
    Permalink

    Ciao, è la prima volta che commento. Adoro Spellbook e adoro il modo in cui racconti le storie, sembra davvero di essere immersi in un telefilm….. complimenti davvero per questo fantastico episodio!

    • 30 ottobre, 2014 at 6:36 pm
      Permalink

      Ti ringrazio moltissimo, apprezzo!

  • 30 ottobre, 2014 at 6:35 pm
    Permalink

    Matthew è il personaggio della serie che preferisco insieme a Ben. In particolare voglio parlare proprio di Ben,è incredibile come sia cresciuto, rileggevo i primi episodi giorni fa ed è davvero un grande percorso quello che ho fatto, per questo mi piace molto perché è cambiato, l’hai sviluppato non è rimasto sempre lo stesso.
    Sono assolutamente Brose e non vedo l’ora che questi due possano godersi in santa pace un pochino di amore, se lo meritano Toto.
    Complimenti, come sempre!

    • 30 ottobre, 2014 at 6:37 pm
      Permalink

      Contento che ti sia piaciuto il suo percorso, grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 6:46 pm
    Permalink

    migliore stagione di spellbook fino a questo momento, ma devo farti una critica: ci fai vedere troppopoco i nuovi personaggi!!!!!

    • 30 ottobre, 2014 at 6:48 pm
      Permalink

      Grazie, vedrai che avranno più spazio!

  • 30 ottobre, 2014 at 6:47 pm
    Permalink

    quanti episodi avrà questa stagione?

    • 30 ottobre, 2014 at 6:49 pm
      Permalink

      22 divisi in due parti.

      La 3A avrà 10 episodi, mancano due appuntamenti: gli episodi 9 e 10 verranno publicati insieme.

      La 3B avrà 12 episodi.

  • 30 ottobre, 2014 at 7:15 pm
    Permalink

    cos’è questa storia che mancano due episodi? Toto io ti denuncio!

    • 30 ottobre, 2014 at 7:18 pm
      Permalink

      Ahahahahahah MA NO!

  • 30 ottobre, 2014 at 7:17 pm
    Permalink

    Posso lasciare un commento veloce che oggi non ho avuto un attimo: episodio fantastico, questa stagione si sta rivelando piena zeppa di misteri proprio come piace a me e non vedo l’ora di scoprire l’identità del traditore (fa molte A hihi) e il gemello che sospetto sia di Ben e sia proprio Louis, magaririmase intrappolato ad Handrar o qualcosa del genere.
    Ti lascio con un bacio.
    Vale

    • 30 ottobre, 2014 at 7:18 pm
      Permalink

      Chissà… vedremo di chi sarà il gemello/la gemella. xD

      Grazie mille, cara!

    • 30 ottobre, 2014 at 7:55 pm
      Permalink

      grazie a te

  • 30 ottobre, 2014 at 7:26 pm
    Permalink

    Luigi è il mio compleanno, ero tutta felice, leggo la puntata, vengo pure interrotta da sgraditi auguri e quando finalmente tutto va come mi piace, con Ben e Luke entrambi orientati al Team Rose e Lei che ammette i suoi sentimenti ma che resta con Luke ecco che Ardens me la trasforma in una ninfomane! bel regalo di compleanno! almeno dico io non potevi regalarmi una scena hot tra Luke e Rose? quanto ancora dovrà aspettare sta ragazza???
    Ps questa è una bella mitologia i miei complimenti idea geniale ed unica!
    LAURA

    • 30 ottobre, 2014 at 7:49 pm
      Permalink

      Ma c’è ancora tempo LOL

      Comunque, grazie mille!

  • 30 ottobre, 2014 at 8:23 pm
    Permalink

    Episodio come sempre bellissimo non c’è che dire e per la mia gioia più lungo xD.In pratica dovevo studiare italiano ma il giovedì nun se tocca che devo leggere Spellbook.
    Allora tutti a dire che Rose si farà mezza Twinswood ma io dico:Stai ancora ad aspettà!! A rose datte na mossa che un cesso non lo trovi mai,e visto che tutti te vogliono approfittane tanto una volta si vive ma nel tuo caso…con Claire…Okay nun ce sto a capì nulla con questa storia e Ardens devo dire è molto bravo a spiegare,pare peggio della mia prof si storia,intanto io continuo le mie teorie che so tutte mischiate nel mio cervello,ma io sto ancora a pensà cosa c’è fin dall’inizio di cui non ce ne siamo accorti
    Cedric ammoore mio,ti shipperei pure con Tatia ma quando hai sorriso a Matt è stata ship a prima vista e un’po’ della mia mente malata ma vabbè.Non so cosa stava cercando ma ti hanno mai detto che esiste la privacy Cedric? Penso di no…Ed e Jake si può dire che sono uguali(magari fratelli gemelli separati dalla nascita) ma consigliatemi il vostro parrucchiere che me devo fa bionda..lo sono giù un’po’ ma devo brillare come il sole..okay no.Ma come sempre ottime scelta sul cast
    Il mio povero Brighty,non bastava la difficile scelta ma ora anche le mesh eh no!! Sto povero cristiano non stà mai in pace.Ma po’ Kron quanta confidenza ti prendi ne?? Sicuramente ha uno scopo vero?? Ma ancora non ho capito quale.A dimenticavo,se vuoi Kron ti do il numero del mio parrucchiere o quello di Elijah,non si sa mai,potresti imparare a fare di meglio che una semplice mesh,magari la prossima volta tutti i capelli.
    Tatia,povera lei vuole avere un’amore speciale,vuole essere amata,corteggiata,magari anche stare male per amore,però ne vuole uno vero!! Però figlia mia tu capisci che Matt non sa nemmeno dove sta di casa la parola “amare”.Lui pensa alle sue “necessita”.Che poi Matthew era anche geloso in questo episodio,uhm..non me la conta giusta.Il suo problema è che lui ama e potrebbe anche dargli il tipo di amore che vuole,in fondo può,ma moolto in fondo,insomma dovrebbe impegnarsi ma fuori è superficiale non ci tiene molto a legarsi,ma dentro di lui so che potrebbe,forse il “non legarsi” è anche una questione di sofferenza che ha subito
    Gabriel: di nuovo?!
    Gabriel è decisamente sorpreso dal talento della strega nello sparire.
    Bhè Gavrielee lo siamo tutti oramai,in pratica sparisce come la nuova “ragazza” di Jeremy,un giorno c’è e l’altro non c’è più.Sul serio Rose ha una fortuna hhahahah,
    a porte della cabina di Gabriel si apre improvvisamente, palesando il packmaster.
    Gabriel: cazzo.
    Leda e Kevin si guardano, spaventati.
    E del tipo che qua ho pensato:Opss c’hanno beccato e mo che se fa??
    Ma poi c’è Leda che mi fa deprimere,lei che vuole ingrassare mentre tutte le ragazze di questo mondo pregano per un fisico bellissimo,compresa me!! A leda guarda che ti trovi n’esercito di ragazze sotto case pronte a fare una rivoluzione
    Anche Ardens ha capito che Rose non ha ucciso Ben per il semplice fatto che è innamorata di lui.Certo che te fai proprio sgamà rosetta cara.
    Ben e luke sono una un fenomeno.Io li adoro quando quelle poche volte collaborano si punzecchiano in una maniera assurda.Devo soffermarmi su una frase,perché te l’ho detto che la mia mente è malata
    Benjamin: sei mai stato con noi?
    Luke: cosa?!
    In pratica Luke ti sta proponendo una cosa a tre!Tipo karma,liam e amy di faking it.
    Sul serio una threesome ce la vedrei con loro,loro rispetto ad altri trinagoli amorosi li amo,perché forse sono un tantino diversi.Insomma quelli normali di solito sono che lei conosce lui e se ne innamora ma intanto è attratta da un altro che è dolce e carino oppure i protagonisti si mettono insieme ma poi subentra un altro,.invece qui è del tutto diverso.Rose e ben non sono mai stati insieme e Luke desidera Rose già da tempo ma la loro storia è stata una cosa graduale e solo ora Rose sta con Luke….anche se non l’accetto MARIA.
    Benjamin: faccio il tifo per Rose. Se lei è felice… va bene così.
    Hm…solita frase da “M’arrangio che ce posso fa se vuole tè,io non capisco io so più bello,tu sei brutto e cattivo..ma se lei ti ama,m’arrendo.MARIA IO ABBANDONO IL TRONO.
    Violet che si diverte a conciare Rose in quello stato,ma del resto chi può biasimarla visto che si divertirà molto con lei,sicuramente.
    Per ultimo chiudo con una frase:
    Rose: no, Matthew… ti ringrazio.
    Rose guarda proprio lì, verso il pacco del vampiro. Matthew segue il suo sguardo, ma crede di essersi sbagliato.
    Matthew: sicura di sentirti bene?
    Rose: mai stata meglio.
    Eh Rose me diventa una porcella e aggiungerei #abenjaminpiacequestoelemento.e poi con Bright la mignottella stiamo al completo.Facciamo vestire Matt da femmina e li mandiamo in qualche strip club.
    Ora non vedo di vedere un’pò una Dark-ribelle Rose che sicuramente sbalordirà la giuria di Uomini e donne
    Baci Luigi. 

    • 31 ottobre, 2014 at 2:54 pm
      Permalink

      Ahah, i tuoi commenti sono molto divertenti.
      Concordo, sarà bello vedere Rose in versione Dark, loro due sono sempre stati i più repressi di Spellbook. LOL

      Grazie mille, cara!

  • 31 ottobre, 2014 at 7:32 pm
    Permalink

    Solo una parola: ROKEEEEEEEE!
    Amo questi due sempre di più, anche se mi piacerebbe veder crescere le interazioni fra Matthew e Rose, lo vedo molto più con lei che con Tatia o Mary.
    Sei bravissimo Toto:*

    • 3 novembre, 2014 at 4:06 pm
      Permalink

      Ci saranno più interazioni tra Matthew e Rose, grazie mille!

  • 1 novembre, 2014 at 3:31 pm
    Permalink

    In grande ritardo, ma eccomi a commentare l’episodio, ricchissimo come sempre!
    Devo dire che il piano di Ardens mi ha stupito: ok shippare i Brose, ma al punto di far svanire il mondo?! XP Scherzi a parte, mi piace: non era per niente scontato. E anche la storia delle esistenze divise di Rose è davvero affascinante, non me lo sarei mai aspettato! In sostanza, amo la mitologia di Spellbook!
    Sono curiosissima di assistere agli sviluppi dell’incantesimo di Ardens su Rose: ci sarà da divertirsi!!! I Misfits non mi sono mai piaciuti, e sinceramente non riesco ad appassionarmi a loro, ma il fatto che siano stati attirati a Twinswood da Ardens li ha reso un po’ più interessanti.
    Come ti avevo già accennato su facebook, non vedevo l’ora che Ben e Luke unissero le forze e ne ho adorato ogni singolo momento: dalla gara a chi ce l’ha più lungo (Tatia docet :P) alla semi-alleanza finale. Ben ha dato prova di grande maturità, anche per il modo in cui ha analizzato i sentimenti di Rose: è vero, tra i Brose ci sarà sempre qualcosa e forse è proprio per questo che, nonostante mi piaccia vedere lei anche con Luke, una parte di me non può fare a meno di amarli.
    Cedric (e il suo rapporto con Luke) mi incuriosisce molto, ma sinceramente con Tatia non ce lo vedo: mooolto meglio Matthew per lei! Geloso credo non l’avessimo mai visto…e la gelosia non era solo per Tatia, ma anche e soprattutto per Luke, ed è adorabile, amo la loro BrOTP!! <3
    Leda rimane sempre la migliore! XD Le sue frecciatine con Gabriel sono stupende, non mi stancherò mai della mia OTP di Spellbook *______* <3
    P.S.: le origini di Rose sono sempre più misteriose: Tim, vuota il sacco una buona volta! <.<
    Alla prossima, sto già facendo il countdown per la fantastica Rose senza inibizioni!

  • 2 novembre, 2014 at 8:08 pm
    Permalink

    Ciao Luigi, qualche giorno fa ho finalmente deciso di iniziare a leggere Spellbook ed è stato come essere risucchiata in un buco nero. Metafora infelice?! Forse. Ho deciso di leggere tutti gli episodi per poi lasciare un commento che fosse degno della storia che hai creato. Beh che dire, hai la capacità di lasciare il lettore con il fiato sospeso, senza dargli un attimo di tregua e di pace, esattamente come Rose. È davvero una storia fatta bene, ricca di colpi di scena, un incrocio di storie ed avvenimenti così complessi e studiati che non posso far altro che ammirare il tuo talento. La mitologia è molto ricca e strutturata, nessun personaggio è trascurato ed è inevitabile non notare la tua cultura telefilmica. L’unica cosa che si potrebbe contestare è qualche errore di battitura nei primi capitoli, ma questo se proprio vogliamo trovare il pelo nell’uovo.
    Ma parliamo di fatti concreti.
    Rose è un personaggio cazzuto, come è stato definito più volte, forte nella sua fragilità. Credo che sia una genialata l’incantesimo che le tolga tutti i freni inibitori! È sempre stato un personaggio così legato alla sua moralità, che non si è mai spinto troppo oltre nell’esplorare i suoi sentimenti, quindi sarà bello vedere una WildRose che sicuramente sconvolgerà tutti palesando i suoi sentimenti più nascosti, anche se probabilmente scatenerà una catastrofe.
    Ho adorato questa prima vera e propria interazione tra Ben e Luke. Questi due personaggi sono sempre stati agli antipodi; pronti a sbranarsi ma decisi a collaborare quando si tratta di Rose. Ah l’amore! Sono fortemente indecisa in quale ship schierarmi. Da un lato ci sono i Brose, esplosivi, litigiosi, un’amore a prima vista che si lascia desiderare, dall’altro i Roke che si stanno formando con calma ma che a mio parere non saranno mai una coppia concreta fin quando Rose non sarà stata con Ben.
    Ben sicuramente sta acquistando punti passando dal mode “voglio fare un omicidio di massa” al “sono un coglione patentato, ma con dignità”. Ho davvero apprezzato il suo parlare apertamente e il suo impegno per aiutare gli altri. Per quanto riguarda Luke, nonostante trovi incredibilmente sexy il suo essere uomo e prendersi cura di Rose, lo vorrei meno “donna mestruata” e più cazzuto nei confronti di quest’ultima. Come ho detto già prima non riesco a considerare la loro relazione effettiva, Rose appartiene ancora a Ben e temo che Luke ne esca ferito.
    La piu bella coppia di Spellbook a mio parere è quella di “Brillantino” (è adorabile chiamarlo così) ed Evan. Per la serie, l’angelo e il diavolo, la luce e l’oscurità. È così dolce l’ingenuità di Bright, anche se minaccia di essere compromessa da questo tizio ambiguo che non mi scende per niente e la sua proposta non credo sia solo fonte di un sogno erotico. La ciocca di capelli neri mi sa tanto del male che contamina il bene. No Bright noi ti vogliamo candido e puro come sempre!
    Per quanto riguarda Leda, credo che avrà un bel po’ di problemucci con “Kevin sono perennemente arrapato”, anche se questo non è solo un problema suo. A quanto pare ci sarà un nuovo triangolo amoroso.
    Tatia è così irriverente, sfrontata, ha una gran bella facciata da dura quando in realtà ha bisogno solo di essere amata (il che mi ricorda vagamente Rebekah). Matthew, LO AMO! È capace di alleggerire la tensione in un secondo, di essere inopportunamente inopportuno ed è dannatamente sexy. Attento Peter “mi son fatto prestà Basty da Elena” la tua Tatia si è stufata di aspettarti.
    Sono curiosa di sapere di più sulla congrega dei BFF (spero che tu faccia morire Violet in modo atroce), sul caro nonnino di Benjamin e della sua connessione con la non doppelganger.
    Per il resto 10+ alla serie, aspetto con ansia il prossimo episodio.
    Ti abbraccio

    PS: dovresti mettere ha le controindicazioni “Spellbook crea dipendenza”

Comments are closed.