Crea sito

Binge Learn #2 – Come funzionano gli Ascolti USA?

Negli Stati Uniti vige il sistema Nielsen ratings, della Nielsen Company, sarebbe il nostro Auditel. Lo so, anche io sto alzando gli occhi al cielo, visto e considerato che non mi sono mai fidato un granché dell’Auditel, ma questo è un discorso che adesso non ci interessa.
La vita e la continuità dei nostri show preferiti dipende proprio da questo sistema di rilevazione, quindi penso che valga la pena capirlo.

Gli ascolti vengono misurati:

– Tramite “Diario del telespettatore,” che serve per individuare le abitudini dei telespettatori e un determinato target. Questo sistema viene usato particolarmente durante il periodo degli Sweeps (ne parleremo più avanti).
Tramite un meter, che viene installato in alcune case, in determinate famiglie, e che trasmette i dati e le abitudini dei telespettatori al sistema Nielsen ogni notte.

Dal 2005, la Nielsen registra anche i risultati dei DVR (registratori come TiVo e apparecchi simili).
In realtà, proprio parlando di questo, le registrazioni, e quindi le visioni postume, non vengono prese molto in considerazione dai network, perché i canali campano di pubblicità, e registrando un programma, puoi benissimo saltare la pubblicità. Tuttavia, i risultati DVR (quindi postumi, che si aggiungono ai risultati LIVE) hanno salvato qualche show in passato: in particolare 90210, che con il DVR aumentava i suoi risultati del 50%.

Negli USA ci sono circa 114.2 milioni di households, vale a dire case in cui è presente un televisore.
Il Nielsen misura due punteggi: il rating e lo share.

Cito per definizione:

“Il Rating è il pubblico di un particolare programma o stazione in un periodo specifico di tempo espresso come percentuale dei telespettatori.”

“Lo share rappresenta i telespettatori di un particolare programma televisivo o un periodo di tempo, espresso come percentuale della popolazione che sta guardando la TV in quel particolare momento.”

Perché di solito ci viene dato il risultato rating e share nella fascia 18-49?

Perché è quella preferita dai pubblicitari. Vi spiego: un programma VENDE meglio ai pubblicitari, se va forte nella fascia 18-49, rispetto ad un programma che sì, ha un grande risultato totale di telespettatori, ma non va nella fascia commerciale (così viene chiamata/target commerciale).
Per questo quando vi dico che NCIS va bene, facendo 20 milioni di telespettatori, ma magari non quanto dovrebbe, lo faccio con cognizione di causa. Perché NCIS ti fa 20 milioni, ma nella fascia 18-49 te ne fa 3, che in proporzione è un numero scarso.

Parliamo dei Network Broadcast (quindi non la tv via cavo):

ABC: “American Broadcasting Company” di proprietà della Disney, conosciuto anche come “The Alphabet Network.”

La ABC viaggia su ascolti parecchio alti in questo periodo, con la serata Shonda e le comedy.

Per essere un successo su ABC il rating deve andare da 2.5 in su.

Nei valori assoluti per essere un successo su ABC devi andare almeno dai 7 milioni in su.

CBS: “Columbia Broadcasting System” è di proprietà della CBS (Showtime, The CW, MTV).

La CBS è il network più visto negli USA in termini di valori assoluti, ma nei ratings va meno bene, perché è un canale visto da molte persone oltre i 50 anni. 

Fa eccezione TBBT che ha un forte rating che viaggia sui 4-5 punti.

NBC: “National Broadcasting Company” anche conosciuto come “The Peacock” perché il suo logo ricorda un pavone.

La NBC si sta riprendendo dopo anni di insuccessi, con The Blacklist e The Voice si sta riformando dalle ceneri. Per essere un successo su NBC devi andare dai 5 milioni in su.

FOX: di proprietà della FOX, è la più giovane delle BIG FOUR (prima erano le BIG 3, i network con i maggiori ascolti negli USA).

 

The CW: nata dalla fusione di The WB (della Warner Bros) e di UPN (della Paramount), la C viene da “CBS” e la W viene da “Warner Bros.”

Dovete capire che con il tempo gli standard degli ascolti si ABBASSANO vertiginosamente, perché la gente non guarda più la televisione nel modo convenzionale: esiste lo streaming, on demand, Netflix, Amazon, iTunes.

Ecco perché a 14 milioni sei considerato un super successone, quando ad esempio nel 2004, 10 anni fa, saresti stato considerato un successo del tutto normale.

 

Facciamo UN ESEMPIO CONCRETO, rifacendoci alla settimana di PREMIERE dello scorso anno:

Once Upon A Time

Schermata 10-2456936 alle 11.09.14

Sulla ABC Once Upon A Time (la season premiere) ha totalizzato 10.20 milioni di telespettatori (valori assoluti) 3.7 di rating, vale a dire che 3.7 milioni tra i 10.20 fanno parte della fascia 18-49, e l’11% di share, vale a dire che l’11% degli americani tra i 18 e i 49 anni che guardavano la TV stavano seguendo OUAT.

Schermata 10-2456936 alle 11.11.05

Sulla CBS The Good Wife ha totalizzato 11.09 milioni totali, ma SOLO 1.3 erano tra i 18 e i 49 anni, e solo il 4% dei telespettatori apparteneva a quella fascia d’età.

Schermata 10-2456936 alle 11.13.11

Sulla CW la season premiere di Reign è stata vista da un totale di 1.010.000 spettatori, e 400.000 erano tra i 18 e i 49. l’1%

Schermata 10-2456936 alle 11.13.06

Sulla CW la season premiere di The Vampire Diaries è stata seguita da 1.810.000 spettatori, di cui 900.000 di questi erano tra i 18 e i 49 anni, il 3% – Vi sembrerà strano, ma visto l’andazzo, questi ascolti sono POSITIVI per CW

Schermata 10-2456936 alle 11.12.59

 

Su FOX la series premiere di Gracepoint è stata vista da 4.76 milioni totali, di cui 1.200.000 erano tra i 18 e i 49 anni con lo stesso share di TVD che è stato seguito da meno di 2 milioni (capite?!).

POI entrano in gioco le politiche aziendali:

Abbiamo già parlato di SYNDICATION, ma ripassiamo:

Schermata 10-2456936 alle 11.19.59

Quindi, anche se uno show sta andando male negli ascolti, ma si trova alla sua terza stagione, quindi vicino alla soglia degli 80 episodi, il network difficilmente lo cancellerà, perché ci guadagna vendendolo in syndication.

Spesso, come nel caso di The CW, entrano in gioco politiche aziendali:

The CW è in 50% proprietà della CBS (da cui viene la C) e in 50% proprietà della WB (da cui viene la W).

WB produce TVD, The Originals, Supernatural, Arrow, The Flash, Hart of Dixie e The 100.

CBS produce Beauty and the Beast e Reign.

La CBS deve avere qualche serie sul network. E’ network policy, anche questo ha influito sul rinnovo di BATB.

PARLIAMO DI SWEEPS:

Gli Sweeps sono quei periodi della stagione in cui le famiglie che fanno parte del sistema Nielsen, tengono un diario delle abitudini; in questo periodo vengono decise le rate dell’advertising dai pubblicitari, quindi è un periodo molto importante per i network. Ecco perché i grandi colpi di scena, le rivelazioni o altri avvenimenti importanti avvengono sempre durante gli Sweeps: per alzare gli ascolti.
Ci sono gli Sweeps di Febbraio, di Maggio, di Luglio e di Novembre.

Ovviamente, i network diranno agli autori di inserire colpi di scena, cliffhanger, morti, sesso, baci, etc durante gli Sweeps.

-ASCOLTI CABLE –

Ovviamente i canali cable si accontentano di ascolti minori, soprattutto i canali PREMIUM, anche se negli ultimi tempi molti show via cavo hanno superato i broadcast networks.

Prendiamo The Walking Dead con i suoi massicci 14/15 milioni di telespettatori.

Game of Thrones che complessivamente viene visto da un qualcosa come 20 milioni (su tutte le piattaforme).

HBO e AMC per ora la fanno da padrone. Con FX che segue con hit come American Horror Story.

Degno di nota Abc Family per Pretty Little Liars (che è anche un social success).

Bisogna comunque capire che i tempi sono cambiati e che andiamo verso un’era nella quale i Ratings conteranno ancora molto, certo, ma nella quale anche i risultati social, streaming, DVR e iTunes avranno più valore, del resto, tutti guardano la tv in modo tradizionale… molto di meno.

Comments

comments