Crea sito

Binge Learn #3 – L’uomo dietro The CW: come Blake Lively, Leighton Meester, Stephen Amell e molti altri sono diventate star

Per il terzo Binge-Learn, voglio proporvi un articolo SPECIALE, che si focalizza sul processo dei casting.

Dietro le quinte – I segreti del casting da “Gossip Girl”, “Arrow”, e altre serie (BuzzFeed)

David Rapaport ha contribuito a scegliere i protagonisti di Gossip Girl, 90210, Arrow, e The Flash. Per la prima volta, parla delle audizioni degli attori che sono diventati i volti iconici di The CW.

E’ impossibile immaginare Gossip Girl senza Blake Lively o Arrow senza Stephen Amell, e tutto questo a causa di David Rapaport, che ha lavorato come direttore del casting in alcuni dei più grandi show della CW dal 2008.”Mi piace vedere film e spettacoli televisivi e pensare “Chi avrei scelto per quel ruolo?” oppure immaginare altri show in cui i protagonisti potrebbe andare bene lo stesso” ha detto Rapaport a BuzzFeed mentre era impegnato in una delle sue sessioni di casting a Burbank, California.

“Voi avete bisogno di imparare ad ascoltare cosa dice l’istinto, il fegato, su ciò che funziona per il vostro show. È un istinto che si “impara”, così come si impara a fidarsi del proprio istinto. Finora, questi istinti non hanno tradito. Insieme al suo team, Rapaport ha contribuito all’assunzione di decine di attori che hanno continuato a contribuire a rendere riconoscibile la rete CW. “

Nessuna decisione è facile perché ci sono forse 50 persone che possono dire la loro – gli studios, la rete, i produttori – quindi, anche se penso di avere l’attore giusto per il ruolo, riuscire a farlo assumere è sempre un processo complicato ha detto.

“Io mi devo in un certo senso innamorare di tutti gli attori che scelgo, perché devo avere la certezza che il resto del mondo si innamorerà di loro una volta che saranno in onda, quindi ho bisogno di vedere in loro quella capacità di far innamorare, e anche tutto ciò che porteranno allo show attraverso il personaggio.”Di seguito, Rapaport racconta i momenti alti e quelli bassi, gli ostacoli e le scoperte che ha fatto in quasi un decennio di lavoro con The CW.

Blake Lively (Serena van der Woodsen, Gossip Girl)The CW”

Incontrai Josh Schwartz e Stephanie Savage – eravamo al top di The OC – e fondamentalmente mi dissero: “Abbiamo bisogno dei prossime Mischa Barton e Adam Brody,'” Rapaport ricorda del suo primo incontro con i produttori esecutivi. “A quel tempo, erano i più grandi nomi della televisione. Ho detto: ‘Assolutamente. Conta su di noi per trovarli’. Non so dove cazzo pensavo di trovarli. Non so nemmeno dove ho trovato l’ego per dire che avremmo potuto farcela, ma era stata lanciata una sfida, e sapevo che era qualcosa che potevamo fare.””Blake Lively era letteralmente l’unica persona che mi veniva in mente per Serena. L’avevo vista in Accepted [una commedia del 2006 co-interpretata da Justin Long] e in quel momento, non c’erano Lena Dunhams o Zooey Deschanels – si giocava tutto sulla bellezza e sul glamour, ma anche sul restare “raggiungibile” e Blake era il massimo come It Girl. Avevo il terrore che non riuscissimo a prenderla o che non piacesse, perché, onestamente, lo show viveva e moriva su Serena, e io non avevo assolutamente altre idee. E ho provinato tantissime persone per quel ruolo.

Alla fine abbiamo provinato Blake, Katie Cassidy, che ora è in Arrow, e questa ragazza che era [Serena] sui libri di Gossip Girl. Non il suo volto, solo le gambe. Ma aveva un senso.”Blake è stata la front-runner. Abbiamo fatto un test con lei in video nel ruolo di Serena e i feedback sono stati ‘Fa troppo Sole&California’ ‘Non ci crediamo che sia una debuttante dell’ Upper East Side.’ E Josh disse: ‘Bene , Mischa Barton è di New York e l’ho fatta passare per una ragazza tutta Sole&California, ci crederanno anche stavolta.’ Così abbiamo fatto un altro provino con Blake e l’unica cosa che abbiamo fatto è stato stirarle i capelli per farla apparire un po’ più sofisticata, diciamo. La cosa divertente è che, nel pilot, finisce per avere i capelli ondulati. Da lì in poi, nei casting di Gossip Girl è sembrato che tutto avesse a che fare coi capelli. Leighton Meester per esempio è bionda naturale, e ciò che abbiamo fatto per farle ottenere la parte è stato tingerle i capelli di nero. Alla fine sono state le scelte migliori per quei ruoli e hanno portato nei personaggi qualcosa di davvero speciale.

 

Leighton Meester (Blair Waldorf, Gossip Girl)


“Leighton è un po’ più fredda di Blake, ma questo mi piace,” ha detto Rapaport a proposito della scelta delle due attrici come le migliori amiche-nemiche di Gossip Girl. “Molti attori arrivano e vogliono c
ompiacermi, sono super gentili, cercano di essere miei amici, ci provano e tutto il resto, e questo è fantastico, ma io cerco persone che arrivino e siano professionali, cortesi ed educate. Non cerco qualcuno che mi ami; cerco la loro personalità. Cerco la loro unicità, per così dire. E Leighton non era una stronza quando arrivò, ma non era nemmeno eccessivamente buona o gentile.

Era professionale, fece il suo lavoro e recitò bene la parte, e ciò che mi piacque di lei fu che fece suo ciò che stava interpretando. Non avrebbe baciato il culo a nessuno e questo era molto in stile Blair.
“Ovviamente stava interpretando un personaggio, ma non l’avrei scritturata per il ruolo di Serena perché non è così aperta e questo è ciò che la rende interessante ed ecco perché penso che guardando indietro si possa pensare ‘Nessun altro avrebbe potuto interpretare questi personaggi.’ Credo che all’inizio il network ci piazzò Ashley Olsen e Rumer Willis per i ruoli di Blair e Serena – adoro Rumer, è diventata un’attrice e una persona fantastica, ma quella scelta, secondo me, era volta più a proteggere l’investimento di un programma televisivo, mentre creativamente queste ragazze meno conosciute hanno davvero catturato l’essenza dello show e l’hanno portata avanti per sei anni.”


Ed Westwick (Chuck Bass, Gossip Girl)


“All’inizio avevamo pensato a lui per il ruolo di Nate,” ha detto Rapaport. “Registrò la parte su nastro a Londra e partì per fare il provino per la parte di Chuck. È cupo e minaccioso, ma c’è un luccichio nei suoi occhi. Vuoi odiarlo, ma probabilmente vorresti anche andarci a letto. È uno di quei tipi che odi perché riesce sempre a farla franca, ma vuoi anche frequentarlo e vedere cosa combinerà. È il tipo di ragazzo che ti fa provare uno spinello o ti fa ubriacare per la prima volta, quindi sai che è sbagliato per te, ma è divertente.

“Il visto di Ed non arrivò, credo, fino al giorno in cui girarono l’episodio pilota perché lui è inglese, quindi dovevamo scegliere delle riserve. Non ho idea di quanti ragazzi abbiamo visto e i produttori – non credo che si arrabbieranno con me perché dico questo – non vollero vedere nessuna delle registrazioni. Dissero ‘Deve essere Ed.’ E lo studio e il network mi dicevano che avrebbe potuto non essere Ed perché il suo visto avrebbe potuto non arrivare in tempo. Ero ad un punto morto e non sapevo che cavolo fare perché dovevamo scegliere quanlcun altro, ma loro non avrebbero mai visto i provini. Per fortuna hanno creduto così fermamente in Ed.


“E’ buffo perché su una rete come The CW, dove la bellezza viene spesso al primo posto, dovevamo vendere l’illusione di questo mondo dove contava molto l’aspetto, così dovevamo bilanciare con le figure maschili e Ed Westwick non era la classica bellezza tradizionale come Chase Crawford, ma lo trovavo molto più sexy, cupo e provocatorio.”


Taylor Momsen (Jenny Humphrey, Gossip Girl)


“Certamente non me l’aspettavo… non credo che nessuno se lo aspettasse,” ha detto Rapaport, con una risata, a proposito del percorso intrapreso da Jenny durante lo show, da innocente scolaretta a cospiratrice con l’ombretto nero sugli occhi. “In realtà Taylor registrò la parte su nastro e la scegliemmo sulla base di quello, quindi non l’avevamo vista di persona. Stavamo cercando una ragazza sul punto di diventare una donna – non credo che ci accorgemmo di quel lato gotico [perché] era ancora molto giovane; aveva tipo 13 anni quando la scritturammo. Ripeto, non credo che nessuno l’avesse incontrata di persona ed era tutto ok, per quanto ne so, poi c’è stata una sorta di svolta.
“Quando qualcuno fa un’audizione, come in ogni tipo di colloquio di lavoro, si mostra il meglio di sè. Non riesci a farti un quadro preciso di loro. Io mi vedo un po’ come un responsabile delle risorse umane, quindi cerco di capire se un attore andrà bene sul set, sarà professionale? Puntuale? Educato? Nelle due o tre audizioni in cui incontri quaste persone, sembrano tutte fantastiche. In alcuni casi commettono degli errori e ti accorgi subito che non si tratta di una persona affidabile. Ma lei è eccezionale. [Uno show] non dovrebbe definire chi sei. Sostengo tutti questi attori che fanno cose fuori dagli schemi,” ha aggiunto riguardo la sua carriera musicale.

 

KATIE CASSIDY (JULIET SHARP, GOSSIP GIRL)

“Lei è così affidabile, così bella, così talentuosa, lei è un pò tutto ciò che vorresti da un attore in uno show della CW” , dice della Cassidy, che ha successivamente ingaggiato per Arrow. “Io esamino un sacco di attori e il mio processo consiste nel pre-esaminare un certo numero di attori per ridurre la lista da proporre ai produttori, ma c’è un piccolo gruppo di attori che proporrò sempre progetto dopo progetto ; li conosco, mi fido di loro, so che faranno un buon lavoro, e si tratta solo di trovare il ruolo giusto per loro. Katie è una di quelle persone. Aggiunge sempre qualcosa di davvero interessante; è un divertimento guardarla. È energica. Non puoi proprio definirlo, ma quando la vedi sullo schermo qualcosa di magico accade e non puoi levarle gli occhi di dosso. E a mio padre piace davvero tanto.” J

JESSICA LOWNDES (ADRIANNA TATE-DUNCAN, 90210) “

Credo di aver pensato che sarebbe morta all’inizio” ha detto del personaggio della Lowndes. “Pensavo che sarebbe stata una cosa da una stagione. Non pensavo che sarebbe durata così a lungo, ma i produttori l’hanno adorata e lei ha fatto un così bel lavoro. Il suo manager produceva una serie c “Masters of Horror” e “Fear Itself” e io la provinai per 23 episodi di quello show per cercare di portarcela ma per qualche motivo non ci sono mai riuscito. Quando si presentò questo progetto, era perfetta. Era sexy e un po’ permalosa e divertente ed esagerata.”

WILLA HOLLAND (THEA QUEEN, ARROW) “

Mellisa Benoist ha fatto un provino per il ruolo di Thea,” dice Rapaport del’attrice che ha poi preso come Supergirl. “Abbiamo provinato alcune persone per il ruolo di Thea e ritornavamo sempre su Willa perché, con tutti questi peronaggi in Arrow, c’è una dualità, chi essi sono in apparenza e l’oscurità oltre la facciata. Anche se così giovane, Willa ha vissuto un po’ e questo è ciò che la rende così interessante. È stato più difficile convincerla a prendere in considerazione lo spinoff di Gossip Girl, che ha successivamente lasciato perdere, poi sono riuscito ad averla per Arrow. Penso che a quel punto fosse passato abbastanza tempo (dopo che aveva recitato in The O.C.) e che si trattasse di un ruolo eccitante, diverso, con l’opportunità di poter diventare un eroe dei fumetti alla fine. Credo che tutti abbiano visto come questo progetto sarebbe stato diverso, oscuro e grintoso.”

CAITY LOTZ (SARA LANCE, ARROW)

“Questa è stata difficile, stavamo scegliendo per il ruolo di Sara Lance un’attrice diversa da quella del pilot,” dice. (Jacqueline MacInnes Wood ebbe il ruolo in origine.) “Avevo visto Caity in Mad Men qualche anno prima e l’avevo chiamata per 90210. Non ebbe la parte. Poi la chiamai per questo ruolo e non ottenne subito la parte di Sara, quindi continuammo a cercare. Ma era uno di quei casi in cui mi setivo come se dovessimo fare un passo indietro e fidarci del nostro istinto, perché era stata grande. E ora siamo finiti col costruire Legends Of Tomorrow della DC attorno a lei.”

ROBBIE AMELL (STEPHEN JAMESON, THE TOMORROW PEOPLE) “

Robbie fece il provino per recitare in Arrow all’inizio, ed era un po’ troppo giovane,” dice Rapaport. “Robbie aveva fatto audizioni anche per Gossip Girl e 90210. Lo volevamo per il ruolo di John, il ragazzo più grande per cui poi alla fine è stato preso Luke Mitchell, e penso sia stato Peter Roth (il produttore esecutivo della Warner Brothers Television) che ebbe l’idea e disse che avremmo dovuto prendere Robbie per il ruolo di Stephen e Luke per interpretare John. Tutto ad un tratto, la cosa aveva senso. Credo che Robbie fosse impegnato (1600 Penn della NBC), quindi non era neanche disponibile e noi tutti eravamo molto agitati, ma sembrava un’opzione sicura perchè era molto porbabile che quello show sarebbe stato cancellato, ed è andata così. Penso che abbiamo fatto la scelta giusta perché Robbie è una tale star.”

GRANT GUSTIN (BARRY ALLEN, THE FLASH) “

 

Vidi Grant in Glee e pensai ‘Wow, questa ragazzo è una stella.’ Ha qualcosa di davvero, davvero speciale. Poi lo presi per un ruolo molto simile, da malvagio, per 90210, ma ogni volta che lo chiamavo, era un ragazzo gentile e impacciato, e non recitava semplicemente basandosi sulla persona che era. Dunque quando è partito il progetto di The Flash e volevamo un ragazzo un  impacciato e affidabile, lui era una scelta più che sensata per me. Ma abbiamo preso in esame un sacco di persone. Abbiamo visto Andy Mientus, che alla fine abbiamo scelto per il ruolo del Pifferaio (per The Flash), e Jeremy Jordan, che abbiamo scelto poi per recitare in Supergirl. Ho mandato un’email a Greg (Berlanti, produttore esecutivo di Arrow, The Flash, The Tomorrow People, Supergirl, e Legends Of Tomorrow della DC) circa un anno fa con tutti i nomi di chi aveva fatto un provino per altri ruoli, e Grant Gustin aveva fatto un’audizione per la parte del ragazzo di Thea nella stagione 1 di Arrow, e ho pensato “Quanto sarei stato fottuto se lo avessimo preso allora?!”.

CANDICE PATTON (IRIS WEST, THE FLASH)

“Questo è stato un ruolo difficile da assegnare,” dice Rapaport. “Avevamo provinato Candice inizialmente, ma penso fosse troppo presto per decidere di darle la parte, così abbiamo finito col vedere Keke Palmer e un’altra ragazza, ma sembravano un po’ troppo giovani a fianco a Grant. Quando dai forma ad un gruppo, devi esaminare come funziona la chimica tra i vari attori per capire chi funziona meglio con chi. Siamo tornati indietro e controllato i filmati e Candice era splendida (quando sorride, è incredibile) così abbiamo pensato ‘facciamo un altro test per la chimica e portiamo Candice e un’altra ragazza’ ed è stato magico. Tutti nella sala ci siamo guardati a vicenda e sapevamo e basta. Aveva perfettamente senso.”

CARLOS VALDES (CISCO, THE FLASH)

“Ho visto un sacco di persone per la parte di Cisco. Lo abbiamo trovato e preso da New York. Era nel cast di Once a Broadway, ma non credo fosse mai stato in Tv prima. È stato uno di quei casi in cui abbiamo visto il filmato, e a volte non si trasmette semplicemente con un filmato, ma lui era così spontaneo e divertente e arricchiva così tanto il personaggio, più di quanto avessimo mai immaginato noi. Avevamo alcuni ragazzi qui che avrebbero potuto farlo, ma non nel modo in cui lui ha interpretato il personaggio. Secondo me, Carlos è stato uno dei talenti che più hanno spiccato nella prima stagione.

CIARA RENEE E FRANZ DRAMEH (KENDRA SAUNDERS A JAY JACKSON, DC LEGENDS OF TOMORROW)

“Credo che la posta in gioco sia più alta, quindi i produttori hanno alzato il tiro perchè vogliono un grande successo,” dice della serie del 2016, spinoff delle due serie Arrow e The Flash. “È più facile assegnare delle parti nel senso che molta più gente è interessata a questi show per via del loro successo. Quando hai già dalla tua attori come Victor Garber , i produttori sono più aperti a scoprire nuovi talenti. Quindi abbiamo tenuto in mente qualcuno come Ciara Renee (che aveva fatto un provino per la parte di Iris West) e ci ha stesi. Franz (Drameh) era un attore che avevo già visto in ‘Attack The Block – Invasione Aliena’ qualche anno fa e l’avevo chiamato per provinarlo per il ruolo di Jay Jackson, il ruolo di Firestorm – lui e Keiynan Lonsdale, veramente. ed è stato Greg a dire ‘ Prendi Franz come Jay jackson e Keiynan come Wally West per The Flash.’ e io ho fatto ‘Sì! Due piccioni con una fava!’ È più facile perchè credo che la gente si fidi di me e confidi nel fatto che so cosa sto facendo, e Greg e lo studio e il network si fidano del mio istinto quando mi batto per qualcuno.”

Kellan Lutz (George Evans, 90210)


“Pensavo diventasse un personaggio ricorrente della serie, ma ricevetti una telefonata dal suo agente che mi disse ‘Kellan si tirerà fuori dallo show perché farà questo film su vampiri adolescenti basato su questo lib
ro di successo e sarà una cosa grossa,’” ha ricordato Rapaport. “Mi ricordo di aver pensato, ‘Sei un proprio un dannato idiota. Si tirerà fuori dal più grande show di sempre per fare un film adolescenziale sui vampiri?’ In quell’occasione avevo torto,” ha aggiunto ridendo.


Matt Lanter (Liam Court, 90210)

“Stavamo cercando un nuovo interesse amoroso e Finn Wittrock [di American Horror Story: Freak Show] era in lizza per la parte,” ha detto Rapaport. “Fece un provino leggendo la parte di Liam. Penso che piacque ad AnnaLynne [McCord] ma Matt ebbe la meglio. Non avevo davvero realizzato quanto grande quel ruolo sarebbe diventato.”


Rumer Willis (Gia Mannetti, 90210)


“Non sono un grande fan dei casting strategici per alzare gli ascolti – capisco perché lo facciamo e capisco la questione affari vs. creatività. Ma per quanto mi riguarda, sono sempre più interessato a scprire qualcuno,” ha detto Rapaport. “Penso fosse importante per 90210 collocarsi a Beverly Hills – avevamo le Kardashians, avevamo Prince Michael; quindi in quel senso lo capisco. Ma con Rumer, fece il provino e sinceramente era la persona migliore per quel ruolo. Fu un acquisto azzeccato e ci fece fare notizia, ma riuscì anche a raccontare una storia davvero interessante tra lei e Jessica Lowndes circa l’essere lesbiche. Mi fece piacere che qualcuno ai suoi livelli fosse abastanza coraggioso all’epoca da raccontare un tipo di storia che non era in nessun altro show. Quella scelta ha avuto un’imprtanza enoreme per me.”


Trai Byers (Alec Martin, 90210)


“Non ho dato alla luce queste persone, ma ho dato loro delle opportunità, ho visto qualcosa in loro e il tempismo era perfetto e anche altra gente ha visto qualcosa in loro,” ha detto Rapaport. “Vedo gente come Trai Byers, che ora fa parte del cast di Empire, appena uscito da Yale arrivò e fece un’audizione per 90210 e pensai ‘Siamo così fortunati a prendere questo tipo. Dovrebbe fare cose migliori. È davvero talentuoso e ha un gran potenziale artistico.
“Venne a fare un provino anche per The Tomorrow People – per il ruolo di John – e fece fiasco. Fece una delle peggiori audizioni alle quali abbia mai assistito. Lo presi da parte e gli dissi ‘Amico, credo davvero tanto in te e hai una potenziale carriera così imponente davanti, ma non puoi mandare tutto a puttane così. Devi concentrarti sull’obiettivo.” Sono diventato una specie di allenatore così, di punto in bianco, ma è come se a volte avessi l’opportunità di guidare le persone e lui fu uno di quelli per I quali provai questa forte sensazione e lo vedo adesso! È nel più grande show in circolazione ed è fantastico. Non voglio assumermene la responsabilità, ma mi sento una parte importante dei percorsi di queste persone.”


Stephen Amell (Oliver Queen, Arrow)


“L’avevo appena scelto per un ruolo in 90210, dove interpretava questo eroe di guerra tornato a casa dal combattimento e stavamo cercando l’ultimo supereroe per Arrow e fisicamente era adatto alla parte,” ha detto Rapaport. “ Volevamo qualcuno che avesse oscurità e acutezza, ma che somigliasse a He-Man. Portai con me una sua foto all’incontro preliminare per Arrow e tutti reagirono negativamente e allora pensai ‘Dovrei semplicemente portarlo di persona perché è lui – ed era lui. Rese la mia vita molto più semplice. Non visionammo molta gente. Era lui e nessun altro.
“The Vampire Diaries era già in onda, quindi andavamo sul sicuro col triangolo fra Stephen, Katie Cassidy e Colin Donnell. Così facemmo la scelta e poi vennero fuori I poster promozionali e Stephen era a torso nudo. Prima di tutto, non l’avevamo mai visto senza maglietta; sapevo che era un tipo fisico, ma non l’avevo mai visto fare le acrobazie o niente del genere, poi tutto d’un tratto nel pilot è proprio lui a farle. È diventato famoso per essere a torso nudo. Sul poster c’era lui a petto nudo e non c’era nessun altro degli attori, nonostante fossero fantastici e talentuosi, fu subito chiaro che lo show riguardava ‘Arrow’, questo cambiò completamente la nostra concezione perché inizialmente l’avevo vista più come una cosa collettiva e avevo scelto il cast di conseguenza.”


Emily Bett Rickards (Felicity Smoak, Arrow)


“Alla fine il mio scopo è quello di scegliere gli attori migliori per lo show, con un potenziale fattore sorpresa, ed Emily ne è l’esempio calzante,” ha detto riguardo l’attrice che è passata da semplice guest star nella prima stagione a protagonista nella seconda stagione. “Avrebbe potuto essere un semplice cameo, ma è esplosa. Ci è anche capitato di scegliere attori che avrebbero dovuto essere presenti in archi di 9/10 episodi e invece sono stati fatti fuori dopo un solo episodio. Quindi succedono entrembe le cose. Non ho mai la certezza. È una parte difficile del processo.”


David Ramsey (John Diggle, Arrow)


“Se non ricordo male, Diggle è stato l’ultimo ruolo ad essere assegnato ed era una parte davvero piccola nel pilot,” ha detto. “Abbiamo fatto una prova per lo studio e il network con forse una pagina di copione. David è davvero un attore fenomenale. Conoscevo I suoi lavori da un po’ a facemmo una specie di sessione improvvisata. Non era un personaggio irrilevante, ma era un’aggiunta last minute per completare il pilot e visionammo cinque attori – lui fu il migliore. Lo facemmo provare lo stesso giorno in cui fece il provino e siamo stati davvero fortunati perché non penso che nessuno si aspettasse che il ruolo sarebbe diventato tanto importante, e non ci aspettavamo tanto da lui, quindi ci riteniamo tutti incredibilmente fortunati ad avere un attore così fantastico, così bravo nel ruolo. Ripeto, così come il personaggio di Emily, Diggle è davvero cresciuto nel corso della stagione e ora è davvero un membro indispensabile della squadra.”

Traduzione a cura di Carla, Antonella e Matilde

Comments

comments